HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per settembre 20, 2021

Pink Floyd – Signs of Life (Concert Screen Film 1987)


I Floyd rimasti, immersi nella loro amata Cambridge, a raccontare la magia paganeggiante e mistica già esplorata dall’amato/odiato Waters in Ummagumma più di quindici anni prima. Il ritorno al respiro, il personaggio del video che sembra proprio Waters, punto di riferimento nel bene e nel male per la band; le interconnessioni grafiche e sinestetiche di Hipgnosis, finalmente tornato a raccontare cose che gli competeva… Tutto ciò si respira in questo video di apertura dei concerti floydiani della fine ’80, che ho assorbito a occhi aperti quando andai a vederli; magia che è rimasta tutta lì, ora la potete vedere pure voi.

Red Hot Chili Peppers – Otherside


Sempre amato questo brano, e credo anche il video, così oscuri e diversi dalla loro produzione che no, in effetti, non è molto nelle mie corde.

Paranoia Inducta – And Then There…


Sulle soglie sonore del lutto.

Anthony Pateras – Pseudacusis | Neural


[Letto su Neural]

È un settetto elettroacustico quello messo in campo da Anthony Pateras per il progetto Musica Sanae, sviluppato con il Creative Victoria Creator’s Fund. L’opera che ne scaturisce, Pseudacusis, è stata eseguita nel 2019 a Napoli, Sokolowsko, Berlino e Cracovia, quest’ultima la location nella quale al Sacrum Profanum Festival – curato da Krzysztof Pietraszewski – è stata registrata per intero la performance che possiamo ascoltare adesso in questa uscita a marchio Bocian. A essere più precisi si tratta di un progetto di collaborazione artistica tra tre realtà europee: Phonurgia di Napoli, In Situ di Sokolowsko (Polonia) e NK di Berlino. L’idea alla base del progetto sonoro è quella di esplorare il legame tra musica e medicina, tema piuttosto inconsueto e che nel caso di Pateras rimanda in particolare alle sue ricerche sulla componente allucinatoria del suono. I musicisti scelti provengono dalle tre città succitate e sono Chiara Mallozzi, Riccardo La Foresta, Mike Majkowski, Lucio Capece, Gerard Lebik e Tiziana Bertoncini. Anche il titolo, rispettando il proposito del progetto, è una citazione che ha origine medico-scientifica. Pseudacusis è un termine specifico che significa allucinazione o illusione uditiva e Pateras suggerisce direttamente quali sono gli stati ai quali si è ispirato: la pareidolia uditiva, la sindrome della testa che esplode, le emissioni otoacustiche e più in generale la psicoacustica. Ancor più suggestivo è come Pateras sviluppa in maniera strettamente tecnica queste suggestioni, spazializzando il suono, modulando il pitch e i timbri delle sequenze, avvalendosi di effetti stocastici, dinamiche estreme o eterodinamiche, ripetizioni poliritmiche e ambienti di altoparlanti acusmatici. Non mancano le interferenze elettroacustiche, così come l’utilizzo di frequenze di battute e di toni differenti. L’ensemble è alquanto particolare e vede accanto al violoncello, il violino e il contrabbasso, ai quali sono affiancati due fiati e le percussioni. Non tutti i musicisti citati, che sono stati davvero essenziali nello sviluppo delle liriche nelle sue esecuzioni iniziali, hanno poi potuto essere presenti a Cracovia per la registrazione di questo album e sono stati sostituiti da Krzysztof Guńka al sassofono, da Deborah Walker al violoncello e Lizzy Welsh al violino. C’è da dire che anche la costruzione dell’opera è stata alquanto particolare, con un primo nastro realizzato in Australia, registrato con altri musicisti ancora, che suonano gli stessi strumenti del settetto. Pateras ha poi elaborato singolarmente i suoni, orchestrati successivamente con l’ensemble in Europa. Dal vivo, ogni membro dell’ensemble era in mezzo agli altoparlanti, con Pateras che mixava e innescava l’elettronica situandosi al centro dello spazio.

…e atterri in una landa inaspettata, unica di te stesso…


Va dove ti porta il flusso dei pensieri, partendo da un fatto poco conosciuto il ragionamento ti accoglie nella trascendenza di un universo surreale, potente, arcaico ed estremamente futuribile, meravigliosamente immorale perché inumano e postumano.

The Nefilim

Fields Of The Nephilim

AppartenendoMI

Ero roba Tua

AERIA VIRTUS

"L'unico uccello che osa beccare un'aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'aquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

Cavallette neanche tanto Criptiche

listen to the tales as we all rationalize

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

osirisicaosirosica e colori

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Gallerie da Vinci

Paesaggi dell'Anima

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: