HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per agosto 11, 2022

The sisters of mercy – First and last and always – Rock your brain fest, séléstat, France 2022


Mieidèi, inquietante come mai prima…

Crimes of the Future | HorrorMagazine


Su HorrorMagazine la recensione a Crimes of the Future, il nuovo film di David Cronenberg. Eccola:

Crimes of the Future è un film complesso. È carnale e tenero, è crudele e speranzoso, è sofferenza senza dolore. Crimes of the Future è un’idea, una provocazione che scivola sotto la pelle e arriva fino alla testa. Crimes of the Future è un film che solo David Cronenberg poteva realizzare.

Così come annunciato dal titolo, il film si apre mettendo in scena un crimine. In un futuro non troppo lontano, in una casa consumata dal tempo, un ragazzino entra in un bagno e inizia a divorare un cestino di plastica. La madre, dopo aver assistito alla scena, soffoca il ragazzino con un cuscino. Pochi minuti, in cui si compie un doppio tradimento al corpo umano.
Dopo la scena di apertura, la storia emerge lentamente e apprendiamo che la specie umana sta mutando, o evolvendo, a seconda dei punti di vista. Nuovi organi crescono spontaneamente, altri vengono impiantati per vezzo. Perché nel futuro disegnato da Cronenberg la chirurgia non è più dolore, perché il dolore non esiste. E in mancanza di esso viene meno una sorta di “sistema di avvertimento”, l’umanità è andata oltre la sua condizione di fragilità, di debolezza, ma allo stesso tempo non può più individuare il limite oltre il quale viene compromessa la sua forza. Oltrepassata questa linea di demarcazione non è più possibile tornare indietro.
Ha inizio così un’indagine sul corpo umano, su come la carne influenza la politica, il progresso e la tecnologia. Cronenberg ci mostra un universo che gli è proprio, fatto di bisturi, appendici, interiora, un universo che è pulsione ed erotismo, è occasione mancata e desiderio inappagato. Un universo che appartiene alle macchine quanto agli uomini, perché le macchine sono vive, organiche, in simbiosi con la specie umana. E in questo forse Cronenberg commette l’ingenuità di utilizzare un’estetica che è un rimando alle sue opere precedenti, apparendo così colpevole non di autoreferenzialità ma piuttosto di autocompiacimento. Ma il film non è solo body horror, è thriller e noir, è una storia d’amore bizzarra e toccante in cui Léa Seydoux emerge in tutta la sua sensuale bellezza. Non per ultimo, Crimes of the Future è una parabola ecologica diversa da tutte le altre, è un racconto sul comportamento umano che non è soggetto a moralismi. Qui non sono i sensi di colpa a perseguitare, ma gli errori commessi.
Crimes of the Future è fantascienza chirurgica che vede nel disastro ambientale l’ultimo e più stupido crimine dell’umanità. Un film forse un po’ troppo verboso, che avrebbe avuto bisogno di più tempo per esprimersi appieno, ma è un film che tra occhi suturati e sventramenti d’autore si rivela profetico, uno sguardo sul futuro non del pianeta, ma dell’umanità. Un film dunque allarmante più che spaventoso in cui, come nella realtà, la classe politica è sempre più incapace di affrontare il cambiamento. Ma quello che Cronenberg ci mostra non è la fine. Allontanandosi dalla visione che troppi autori sembrano condividere, il regista si interroga sulla capacità di adattamento, sulla risposta del corpo all’ambiente esterno mutato. La visione di Cronenberg è evoluzione, è speranza, perché se anche la chirurgia è il nuovo sesso, non è il sesso a governa il mondo di Cronenberg, ma la morte e il desiderio di sfuggirle.

Crimes of the Future non è un film perfetto, ma uno dei pochi ancora in grado di stupire, di lanciare un messaggio potente, uno dei pochi film capace di elevare l’horror a performance d’avanguardia.

L’inganno dei sensi


L’acquarello dei tuoi sensi inganna, ma rende fantastica la tua esistenza.

Ristoratore


Dissolvi una visione alterata del tuo presente, ma sai che hai respirato quelle intense note di energia ed empatia, quel lungo respiro che viene dalle montagne della Storia e ti avvolge, come un bellissimo sonno che ti ristora.

Teatri storici


Muovi oltre le barriere della luce abbacinante, e tutto appare come un teatro storico di forte emozione.

THE PRODIGY OF IDEAS

This blog is a part of my inner world. Be careful to walk inside it.

Gerarchia di un’ombra

La Poesia è tutto ciò che ti muore dentro e che tu, non sai dove seppellire. ( Isabel De Santis)

A Journey to the Stars

Time to write a new Story

Rebus Sic Stantibus

Timeo Danaos et dona ferentes

Fantastici Stonati

Ci vuole molta fantasia per essere all'altezza della realtà

Decades

by Jo & Ju.

The Paltry Sum

Detroit Richards

chandrasekhar

Ovvero come superare l'ombra, la curva della luna, il limite delle stelle (again)

AUACOLLAGE

Augusta Bariona: Blog Collages...Colori.

PHOTO.RİP

PHOTO FASHİON VİDEO MUSİC

The daily addict

The daily life of an addict in recovery

Tiny Life

mostly photos

SUSANNE LEIST

Author of Paranormal Suspense

Labor Limae

- Scritture artigianali -

Federico Cinti

Momenti di poesia

Racconti Ondivaghi

che alla fine parlano sempre d'Amore

The Nefilim

Fields Of The Nephilim

AppartenendoMI

Ero roba Tua

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

osirisicaosirosica e colori

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: