HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Catarsi

Beyond the Ghost – A Faint Light on the Surface


Nelle cattedrali del Nulla senziente.

Annunci

Oltrecortina


Rischi di scioglierti in un rovente gelo catartico, sublimando ogni energia in chiarezze psichiche oltrecortina.

Kosmose – First Time Out (Charleroi 1975) | Neural


[Letto su Neural]

Alla Sub Rosa, celeberrima etichetta experimental diretta da Guy Marc Hinant e Frédéric Walheer non sono nuovi nel dar vita a sensibili intrecci discografici in bilico fra rievocazioni critiche e contemporaneità, così come nel corso degli anni non sono mancate edizioni dedicate ad autori e live degni di nota, pubblicazioni di serie antologiche o comunque uscite di materiali musicali che possono vantare la qualità di veri e propri artefatti storici. Questa volta tocca ai Kosmose essere sotto i riflettori, un collettivo belga in bilico fra psichedelia e musica cosmica, ensemble che nel corso della sua attività si è espresso in svariate formazioni, sempre guidate dai multistrumentisti Alain Neffe e Francis Pourcel. Siamo di fronte all’ennesima rilettura degli anni settanta (la band è stata attiva dal 1973 al 1978), un periodo che evidentemente non smette mai d’irradiare la sua energia mutagena, nonostante i fronzoli e l’inessenziale chincaglieria teorica hippy-correlata. Anche in questa occasione sono due i cd pubblicati e mentre la prima uscita ufficiale del combo, sempre a marchio Sub Rosa, risale solo al 2015 ed è Kosmic Music from the Black Country, adesso First Time Out è il risultato di registrazioni effettuate nel marzo 1975 a Charleroi. Questi nuovi materiali – due tracce, una di 43 e l’altra di 60 minuti – sono lasciati nelle loro seminali forme, senza riadattamenti, mixaggi o ulteriori elementi di post-produzione. Tale scelta è stata dettata, immaginiamo, dall’esigenza di meglio contestualizzare quel particolare genere di sonorità: un kraut rock fatto in casa con pochi strumenti ed effetti sonori, senza nemmeno una batteria e che tuttavia nei live esibiva un complesso ma artigianale impianto di luci e proiezioni di diapositive, con tanto di strobo e profusione d’incensi (non molto differentemente che in alcuni spettacoli di teatro-immagine italiano all’incirca dello stesso periodo). Seppure ci si lasci trasportare facilmente dal flusso improvvisativo di queste jam session, il rimando adesso è tutto cerebrale e ci riporta alla riflessione su un’epoca decisamente più creativa e allucinatoria, molto differente da quella attuale che è più attenta alle strutture e ai linguaggi ma è piuttosto carente d’immaginazione e pulsioni futuribili. Poco conta stabilire quanto in questi solchi faccia capolino anche una certa estetica improvvisativa tipica del jazz d’avanguardia applicata però ad un contesto “rock”: di lì a poco sarebbero arrivati il punk e la new wave a sgomberare il campo “alternativo” da ogni altro concorrente.

Breathless – Monkey Talk ( The Glass Bead Game ) 1986


Dagli abissi del tempo soggettivo, risorgono perle di oscura bellezza psichedelica.

Goldfrapp – Deer Stop


Lo struggimento prende, quando la fine è arrivata e ti rendi conto di voler amare con tutte le tue forze l’abisso da cui ti stai allontanando.

THIS MORN OMINA – SHAKTI [CCF]


Trance estesa sulle onde caotiche della coscienza…

Dark Ambient Melodies


Le melodie dell’inumano.

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬Cartoonist 🌋Sicilian blood 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: