HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Cyberpunk

Transumanesimo, enhancement ed evoluzione | L’indiscreto


Un bell’articolo che cerca di descrivere cos’è il Transumanesimo, le sue direttive di nascita, i suoi rami in via di forte sviluppo, le possibili derive e i rischi sociali. Su L’indiscreto.

Uno degli argomenti maggiormente impiegati da parte di coloro che avversano le tecnologie del potenziamento è quello della “saggezza della natura”. L’argomento suona più o meno così: l’uomo è un ente la cui complessità è stata forgiata da millenni di evoluzione naturale. Andare a intervenire su questo complesso potrebbe risultare non solo difficile sul piano tecnico ma anche inopportuno. Come possiamo metterci in competizione con millenni di evoluzione? La natura fa il suo corso e questo corso non può essere intaccato dall’imprudenza della mano umana.
Bostrom e Sandberg scrivono che

“è certamente più semplice mettere a fuoco la fattibilità della medicina terapeutica. Intuitivamente la spiegazione è la seguente: anche un sistema progettato in maniera eccellente occasionalmente si guasta. Potremmo in questo caso capire cosa si è rotto e aggiustarlo. Questo sembra certamente meno problematico rispetto al prendere un sistema progettato in maniera eccellente, perfettamente funzionante e potenziarlo al di là del suo normale funzionamento.”

Ma i problemi non finiscono qui. Infatti anche la cosiddetta medicina terapeutica ha i suoi difetti e non rasenta certo la perfezione. Insomma, quando anche la medicina terapeutica, basata su dati piuttosto attendibili, è ben lontana dall’essere esente da complicazioni, sembrerebbe che una persona prudente abbia dalla sua molte ragioni per diffidare dei cosiddetti potenziamenti, tanto più che essi sono spesso basati su dati molto più deboli rispetto a quelli della medicina terapeutica.

Metodologie steampunk


Metodologie steampunk da indosso, sul frinire del tempo.

Poetic Router, the Internet of poetry | Neural


[Letto su Neural]

Le piccole scatole di plastica lampeggianti che forgiano una connessione con il mondo digitale (e l’imminente Internet of Things (IoT)) sono diventati onnipresenti nelle case private, più o meno allo stesso modo nel quale i televisori analogici lo erano fino a pochi decenni fa. Il loro ruolo centrale nel collegare l’interno architettonico con l’esterno è spesso tecnicamente sfidato da opere artistiche che riprogrammano la loro funzionalità interna. Saurabh Datta lavora lungo queste linee di ricerca in “Poetic Router”, ma con uno scopo differente. L’artista crea un astuto “router intermediario” connesso ai router domestici e ad altri dispositivi collegabili che trova e monitora il loro traffico verso i server. Poi ricava i dati, downloadando le pagine html del server. Alla fine del processo genera poesie attraverso l’insieme ricavato, recitate ad alta voce con il software di sintesi vocale e attraverso una radio FM collegata. Ricordando seminali esperimenti come quelli di Free Radio Linux di Radioqualia, questa macchina può essere un prototipo di automatico poet-in-residence, implementato nei router come una funzionalità avanzata.

Ray Kurzweil sul futuro dell’economia con l’IA – Controcorrente


Un’intervista a Ray Kurzweil sul postumanismo e futuro basso dell’umanità. Cose condivisibili e non, ma è importante la pulsione verso il futuro e la ricerca totale; attenzione ai tecnofascismi…

Su Controcorrente.

La sua idea chiave è che la tecnologia dell’informazione progredisce in modo esponenziale. Oggi anche la sanità e la medicina sono presenti in queste tecnologie dell’informazione. Ciò significa che la nostra abilità di comprendere, modellare, simulare e riprogrammare il codice della vita crescerà esponenzialmente. Kurzweil descrive tre step fondamentali per raggiungere questo obiettivo adottando la metafora dei ponti: alimentazione sana, biotecnologia e nanotecnologia.

Il giornalista ha poi portato Kurzweil sul tema della Singolarità tecnologica, cioè il momento in cui le macchine diventeranno più intelligenti dell’essere umano. Tutto parte da quello che ormai stiamo facendo già da diversi anni: estendere la nostra capacità mentale attraverso l’intelligenza artificiale.

Secondo Kurzweil, entro il 2030 saremo in grado di connettere la nostra neocorteccia al cloud attraverso i nanobot. Il nostro pensiero sarà quindi un ibrido tra la forma biologica e quella non biologica. Diventeremo sempre più intelligenti e nel 2045 avverrà una trasformazione così profonda, una trasformazione singolare appunto, che cambierà l’umanità.

Ma quando le macchine diventeranno più intelligenti di noi, cosa succederà? Qui l’immaginario ci conduce nelle narrazioni fantascientifiche più distopiche: le macchine ci controlleranno o distruggeranno. Kurzweil ha chiarito il suo punto di vista anche su questa storia.

Il mio punto di vista non è noi contro di loro. Abbiamo visto questo scenario in molti film distopici di IA future: le IA contro gli umani per il controllo dell’umanità. […] Nel mondo non abbiamo una o due IA, ne abbiamo diversi miliardi. Queste sono IA connesse al cloud, create per estendere la nostra portata.

Ciò non significa che non ci sarà alcun tipo di conflitto in futuro.

Nel mondo abbiamo conflitti tra differenti gruppi di umani potenziati dalle nostre macchine e dall’intelligenza artificiale. Quindi questo continuerà, ma in sostanza estenderemo la nostra portata creativa. E lo stiamo già facendo.

Legioni in attesa


Legioni steampunk di quadrupedi in attesa.

Carrie Fisher in Episodio IX: la Lucasfilm ci tiene a precisare | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com un affondo semantico su cosa voglia dire oggi essere attori di un film, di una saga, di una qualsiasi operazione artistica con le enormi possibilità offerte dalla tecnologia attuale. Il casus belli è dato dalla morte di Carrie Fisher, la principessa Leia di StarWars; ebbene, la LucasFilms fa sapere che non potrà mai rimpiazzare nei prossimi films – eppure lo potrebbe fare – la Principessa con un avatar digitale; però lo aveva appena fatto con Peter Cushing, e tutto ciò mi riporta alla mente meravigliosi racconti cyberpunk in cui il tema era proprio questo: attori digitali che interpretavano parti a prescindere se fossero ancora vivi o morti. Allora erano solo racconti, ma era così evidente che si sarebbe arrivati alla realtà, abbastanza presto…

Qui la disquisizione intrigante di SilvioSosio.

Penny Steampunk II | FantasyMagazine


Su FantasyMagazine la segnalazione di uno degli esperimenti più interessanti dell’editoria Fantasticva italiana: PennySteampunk. Vi lascio alle note dell’articolo:

Per tutti gli appassionati di steampunk è arrivata la seconda edizione di Penny Steampunk, antologia di genere pubblicata da VaporosaMente a cura di Roberto Cera e Anna Pullia. Questa nuova edizione, che potrete acquistare in formato cartaceo, ha, però, una particolarità: grazie a Francesca D’Amato potrete trovare sul sito Gnomi.org tredici racconti che vi daranno la possibilità di intervenire direttamente sulla storia, modificandola o accorciandola a seconda dei vostri gusti personali. Per ogni racconto vi saranno date delle alternative tra cui scegliere, come per esempio la possibilità di saltare alcune parti senza perdere il filo logico della trama.

Che cosa vi trovate tra le mani? Forse la più interessante e originale antologia italiana di racconti steampunk in circolazione. Questa seconda edizione dei Penny Steampunk raccoglie racconti di autori di genere, da Bruce Sterling ad Alain Voudì, passando per Augusto Chiarle, Luca Tarenzi, Emanuela Valentini, Alessandro Forlani, Paolo Di Orazio e molti altri.

Macchine impossibili, vapori mortali, mostri improbabili e ironia surreale vi accompagneranno lungo 40 racconti all’insegna dello steampunk. I proventi saranno devoluti, al netto delle spese di stampa, al Progetto A.P.P.A.® (www.progettoappa.it), progetto di cooperazione sanitaria internazionale della onlus Aid Progress Pharmacist Agreement per l’apertura di laboratori galenici in Paesi in via di sviluppo. I dodici autori delle storie variabili hanno composto i loro racconti nell’estate del 2016, durante una edizione di Minuti Contati, il contest letterario più veloce del web.

Gwynto

Aspirante scrittrice, lettrice avida, amante delle parole

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

the green path

… Dorothy si trova in un mondo colorato con delle piccole casette e una stradina dorata, in viaggio verso la città di smeraldo. Il mago di Oz (1939)

The Darkest Art

A journey through dark art.

Parole Loro

"L'attualità tra virgolette"

Ottobre

giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Diario Esoterico

Un diario non è altro che un registro di viaggio.

mayoor

“Non so niente della coscienza”, disse Suzuki. ” Io cerco solo d’insegnare ai miei studenti ad ascoltare il canto degli uccelli”.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Come mi va...

E si femò a raccontare le sue storie al mare e il vento

eliomarpa

Scrittore fantasma

Maelstrom

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

Dungeons&Dragons

La storia di Esma cirith

mondo dolce

Food Lover.

poesiaspontanea

improvvisazioni di poesia

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

La Biblionauta

Chiacchiere sui libri e altre amenità

Archeocake

Torte del passato riviste in chiave moderna

VERDE RIVISTA

protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Il Canto delle Muse

Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata. Gustave Flaubert

ArcheoTime

il tempo dell'archeologia. il tempo di guardare, vedere, scoprire, conoscere, viaggiare nel tempo e nello spazio attraverso il tempo dell'archeologia

Laboratorio di poesia povera

Versi essenziali per cuori semplici

Somnium Hannibalis

L'ultimo dei Barca, la cenere e il sangue

Michele Valente |Blog

Blogger e studente di Comunicazione e ricerca sociale. Scrivo di politica ed economia, europea e internazionale, attraverso un'ottica globale dei fenomeni della società

Sonia Cenceschi

La musica è una pratica occulta dell'aritmetica, dove l'anima non sa di calcolare - Leibniz

Necrologika

Se muori te lo diciamo noi.

ITINERARI LAZIALI

borghi, castelli, ville, città perdute, monasteri ed abbazie, leggende e segreti, paesaggi fantastici e luoghi insoliti della regione di Roma e dei territori limitrofi.

CollettivoD

Il punto di vista delle donne

GamberoSolitario

A great WordPress.com site

Perversamente Tua

Come stelo mi piego e ti raggiungo, angelo nel tuo inferno, demone di un perverso paradiso.

PINK FLOYD ITALIA

Il primo blog italiano sui Pink Floyd, news e non solo. Fatto da un fan... per i fans!

lucangreenwaters

Lucania dalle Verdi Valli e dalle Acque Cristalline

L'AlTrO (lato)

" Per sentire e sognare in pace, bisogna spegner la luce della ragione... almeno per un po'. "

Simone Morana Cyla Official Blog

Blog ufficiale dell'artista digitale Simone Morana Cyla.

LA FLOTTA DI VEGAN

Cucina verde e ispirazioni nerd

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: