HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Letteratura

Sensorium Tour 2018 – 26/05 – Genova (second seal)


Nell’ambito del SensoriumTour ricordo la prima data del viaggio che Ksenja Laginja e io affronteremo per mesi in molte parti d’Italia: Genova, 26 maggio ore 18.30, presso Kowalsky in Via dei Giustiniani 3r (qui l’evento FaceBook). Introdurrà la serata Oskar Felix Drago, su musiche di Stefano Bertoli dei DuplexRide.

Cos’è il SensoriumTour? È una serie di tappe itineranti per l’Italia per presentare Sensorium, la mia raccolta di racconti di sesso quantico splendidamente illustrati da Ksenja Laginja, edita da DelosDigital in ebook e in cartaceo.

Sette voli senza rete nel mondo dell’eros del futuro, del transumanesimo, del postumanesimo, dell’eterotopia connettivista. Dove il godimento si alterna all’acuto dolore puro e dilaga tormentosamente in ogni vibrazione quantistica dell’essere. Il sesso quantico: un piacere che risuona nel continuum.

Dal vincitore del Premio Urania Sandro Battisti, il più lirico tra gli autori del movimento Connettivista, una collezione di brevi racconti erotico-fantastici.

Nei prossimi giorni aggiornamenti sulla prossima data del Tour ma, intanto, ci vediamo a Genova. KeepTalking!

Annunci

Un anno di Casa Vuota – la festa poetica con Alessandro Brusa, Martina Campi, Sonia Caporossi e Ksenja Laginja


Come ci ricorda Sonia Caporossi, questa sera alle 19.00 partiranno le celebrazioni del primo anno di esistenza della Casa Vuota, iniziativa di Francesco Paolo Del Re e Sabino De Nichilo che hanno allestito un appartamento vuoto a Roma per reading ed esposizioni artistiche. Ecco il dettaglio della festa di stasera, ingresso libero:

I poeti Alessandro Brusa, Martina Campi, Sonia Caporossi e Ksenja Laginja leggeranno i loro versi giovedì 24 maggio 2018 alle ore 19, all’interno della mostra “Termoclino Guidarello”, la prima personale romana di Adriano Annino, visitabile su appuntamento fino al 3 giugno.

Ci vediamo lì?

Strani giorni: Premio “Le Occasioni” 2018


Ettore Fobo ci segnala sul suo blog che è stato nuovamente segnalato in un concorso letterario, con un eccellente secondo posto: Premio letterario “Le Occasioni”, nella sezione A,  Poesia singola. Il concorso nasce da una costola del Premio “Ossi di seppia” ed è anch’esso dedicato alla figura di Eugenio Montale. La premiazione si terrà il 16 giugno ad Arma di Taggia, durante il reading Mareinversi.

Complimenti, di nuovo, Ettore!

Massoneria e vendetta in “Il barile di Amontillado” | HorroMagazine


Su HorrorMagazine un’interessante analisi di Sandro Fossemò su alcuni scritti di Edgar Allan Poe; il dettaglio in cui affonda il relatore è notevole, meritevole di ulteriori approfondimenti.

Il breve  racconto gotico intitolato Il barile di Amontillado (The Cask of Amontillado,1846) è un esempio perfetto di arte poesca dato che vi sono tutti gli elementi legati al principio artistico del grottesco e dell’arabesco. Nell’elemento grottesco vi rintracciamo la derivazione di grotta che coincide in pieno all’ambientazione del racconto situato in una fredda cantina che, essendo utilizzata pure come una catacomba dalle pareti umide,  vi si legge anche un significato legato alla gelida oscurità dell’abisso con la sua deforme e mostruosa profondità. Nell’arabesco si vuole esprimere qualcosa di intricato, di bizzarro o di difficile interpretazione. Quindi, il breve racconto esprime una vena enigmatica e allo stesso tempo arcana e ritualistica  da indurre il lettore a un’esegesi  attenta e minuziosa per poter comprendere appieno il rilievo semantico, all’interno di un difficile intreccio simbolico. Effettivamente, è esattamente in quel contesto grottesco e arabesco che si nota come l’autore abbia sviluppato uno stile misterioso volto a compenetrare l’ambiente alla trama. Ovvero, essendo il contenuto situato in un fosco sotterraneo, anche la storia diviene a sua volta criptica con frasi e simboli a doppie interpretazioni.

Com’era weird la mia valle | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com la segnalazione di un interessante saggio italiano sul weird, a cura di Fabio Lastrucci e Vincenzo Baroni Lumaga, dal titolo irresistibile e geniale Com’era weird la mia valle.

Attraverso una serie di itinerari guidati, un’escursione tra gli aspetti salienti del Weird e del gotico, raccontati agilmente con istantanee che ne ritraggono le tematiche, i personaggi e gli antagonisti più significativi. Partendo dagli incubi ottocenteschi della Scapigliatura per arrivare a quelli contemporanei dello Splatterpunk, Com’era Weird la mia valle si immerge negli scenari della letteratura oscura esplorandone gli archetipi e le molteplici incarnazioni, in una lettura ad ampio raggio che si apre anche al cinema e al fumetto.

In questi sentieri è possibile incrociare il passo con i labirintici abissi del perturbante, le creature selvagge del bestiario fantastico, gli ineffabili orrori di H. P. Lovecraft, oltre ad affacciarsi su di un secolo di investigatori dell’occulto e veder sfilare grandi villain, reali e immaginari, come Jack lo Squartatore, Oliver Haddo (Alesteir Crowley) oppure Fantômas.

Un’apposita sezione del volume è dedicata ai narratori italiani che, a partire dall’Ottocento fino al terzo millennio, hanno scelto di cimentarsi occasionalmente o con continuità nel fantastico perturbante, per restituire dignità e merito a tanti coraggiosi pionieri di questa narrazione nel nostro Paese così come agli autori contemporanei in grado di confrontarsi con i nomi internazionali più blasonati.

Completa il volume una raccolta di interviste con alcuni dei più importanti protagonisti della narrativa nera italiana, per concludere le rotte di una mappa certo non esaustiva, ma stimolante, di un immaginario ricco di sfaccettature.

Un genere che personalmente sto apprezzando sempre di più, e che recentemente ho capito essere stato fondante per la mia cultura psichica. Questa guida appena presentata sembra avere le carte in regola per essere decisiva nella conoscenza minuta del genere.

Lex: Tolleranza zero | SherlockMagazine


Su SherlockMagazine la segnalazione di un segretissimo di Errico Passaro, amico di vecchia data del collettivo connettivista. Lex: tolleranza zero.

Repubblica Democratica del Congo. Il colonnello dell’Aeronautica militare Victor Stasi conosce l’Africa e pensa di essere preparato a tutto. Ma c’è Africa e Africa. E la capitale Kinshasa è una città infernale, il buco nero di questo continente tormentato. Lui però non è un turista, e nemmeno il legal advisor della sua copertura, aggregato alla delegazione italiana impegnata in un negoziato con il governo locale. È la punta di diamante di LEX, riserva della Repubblica chiamata in causa quando c’è da fare il lavoro sporco, un’organizzazione di avvocati con la pistola che si muovono senza mandati e senza autorizzazioni. Ed è qui per la missione più difficile nella sua carriera di agente segreto. In un paese ormai in svendita, spolpato dalle multinazionali a caccia di concessioni minerarie, è in campo un nuovo giocatore, la Cina. Pechino mira a difendere i suoi enormi interessi e pianifica la creazione di una base da cui espandersi ulteriormente. E forse, dietro le manovre geopolitiche, incombe la presenza della Loggia, macchina della speculazione globale priva di qualsiasi collante ideologico o religioso, che mira a orientare i destini del mondo. Ce n’è abbastanza da far tremare i polsi anche a un uomo d’acciaio come Victor Stasi.

Premio Vegetti in dirittura d’arrivo


Sabato 26 maggio prossimo sarà assegnato il nuovo Premio Vegetti – l’anno scorso, scusate la vanità, fu assegnato a me – e perciò vi allego qui sotto il comunicato stampa relativo. La cornice è l’indimenticabile San Marino, chi può vada!

Mancano pochi giorni all’assegnazione del Premio nazionale per la critica “Ernesto Vegetti”, edizione 2018. La premiazione si svolgerà sabato 26 maggio con inizio alle ore 18 al Teatro Titano (Piazza Sant’Agata, 5) a San Marino Città.

Il Premio Vegetti, giunto alla VII edizione è organizzato dalla World Science fiction Italia , associazione degli scrittori della fantascienza e del fantastico, con il patrocinio delle Segreterie di Stato per la Cultura e il Turismo della Repubblica di San Marino.

Il prestigioso Concorso è dedicato alla memoria di Ernesto Vegetti (1943 – 2010) figura storica della SF italiana, presidente per lunghi anni della World SF Italia, Premio Europa nel 1980. Ernesto Vegetti fu artefice dell’insuperato “Catalogo Vegetti” che rappresenta la principale fonte in lingua italiana delle opere del fantastico in Italia. Il premio è presieduto da Matteo Vegetti, figlio del compianto Ernesto. Le tre categorie previste sono Miglior romanzo, Miglior saggio e Migliore antologia di fantascienza.

Nel corso della manifestazione si svolgerà una tavola rotonda cui parteciperanno i finalisti delle varie categorie e che si concluderà con la cerimonia di premiazione. Prima dell’evento (ore 16 sempre nel Teatro Titano ) si terrà l’Assemblea generale dei soci della World SF Italia con la relazione del Presidente e l’approvazione dei bilanci consuntivo e preventivo.

La locandine del Premio e dell’Assemblea sono state appositamente realizzate dall’artista Maurizio Manzieri, socio della WSF Italia.

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

VOCI DAI BORGHI

PERDERSI TRA LE EMOZIONI DEI BORGHI ITALIANI

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Flavio Torba

Scrittore con predilezione per l'horror.

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Crudo e Cotto

Blog di cucina vegana

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn

Drawing artist 🇮🇹 26 ♍️ 🌛🌓🌜 I'm an artistic spirit. 👩‍🎨 I draw, therefore I am. 📨 evelynartworks@virgilio.it

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

Espedienti Editoriali

parlo di editoria e creo eBook

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, studi tradizionali, antropologia del sacro, storia delle religioni, folklore, esoterismo.

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

patrizia arcari

LIFESTYLE BLOG - appunti e brevi considerazioni su economia circolare, slow life, trasporto sostenibile, cucina del riuso e ... quantistica

PAROLE LORO

«L'attualità tra virgolette»

Ottobre

giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

bertolinometalartist

GIACOMO BERTOLINO

Diario Esoterico

Un diario non è altro che un registro di viaggio.

mayoor

Con me, nell’universo!

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Come mi va...

E si femò a raccontare le sue storie al mare e il vento

eliomarpa

Scrittore fantasma

Maelstrom

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: