HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per SF

THE WINNER IS | Premio Short Kipple 2021 – KippleBlog


[Letto su KippleBlog]

Siamo lieti di comunicarvi che Fabio Aloisio vince il Premio Short Kipple 2021 con il racconto “Undisclosures Desires”.
Aloisio ha affascinato la redazione con un testo ricercato e complesso, avvolgente, dove un lessico raffinato si coniuga a una trama avvincente e poetica. Nel racconto “Undisclosures Desire” la maturità e la capacità di sperimentare dell’autore si muovono in perfetto equilibrio.
Cogliamo l’occasione per complimentarci con tutti gli altri finalisti, è stata davvero una battaglia all’ultima battuta.

La pubblicazione del racconto vincitore è prevista entro la fine del 2021.

Be Weird Be Kipple

Blade Runner: Black Lotus, la serie anime prequel di Blade Runner 2049 | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com la segnalazione di Black Lotus, anime che si colloca come prequel nella linea di eventi di Blade Runner, posta quindi un po’ prima del sequel di pochi anni fa di Denis Villeneuve, Blade Runner 2049. La sinossi dell’anime:

Los Angeles 2023: una ragazza si sveglia senza memoria ma con abilità nel combattimento letale. Gli unici indizi sul suo mistero sono una unità di memoria criptata e il tatuaggio di un fior di loto nero (il Black Lotus del titolo). Mentre ricompone i pezzi della sua vita, Elle (che in inglese ha la voce di Jessica Yu-Li Henwick, Marvel’s Iron Fist e quasi tutte le altre serie Marvel su Netflix) darà la caccia ai responsabili del suo brutale e sanguinario passato per scoprire la verità sulla sua identità perduta.

In realtà, c’era già stato un corto anime uscito un po’ prima che uscisse il film di Villeneuve, 2022 Blackout:

Nel 2022, tre anni dopo gli eventi di Blade Runner, la Tyrell Corporation ha creato i nuovo replicanti Nexus 8, che hanno un’aspettativa di vita aperta, come quella degli umani. Questo crea il caos: gli umani, diffidenti verso i nuovi replicanti, iniziano una caccia senza tregua e la storia si incentra su Iggy (Jovan Jackson) che salva la vita alla replicante Trixie (Luci Christian). Iggy era un replicante soldato sul pianeta Calantha, ma quando aveva scoperto che i cosiddetti nemici erano anch’essi replicanti aveva disertato. Da qui coinvolge la ragazza in una missione per cancellare il database della Tyrell che contiene i nomi di tutti i replicanti, così da dare loro la possibilità di vivere pacificamente. Se una cosa del genere è possibile nell’universo di Blade Runner.

…e niente, l’idea che tutto possa diventare una saga, ha il suo grande fascino, e io sono lì in attesa che ciò avvenga.

Missionari, una novella tra fantascienza e religione | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com la segnalazione di Missionari, novelette di David Mercurio Rivera in uscita per DelosDigital, che ha degli elementi ideologici davvero interessanti. Vi incollo la quarta:

In un futuro non troppo lontano l’umanità si è sparsa attraverso la galassia, ed ha dovuto tristemente constatare che il cosmo, a differenza delle grandi speranze iniziali, è un luogo assai cupo e solitario. La maggior parte degli alieni incontrati non hanno interesse a comunicare con la razza umana, con la sola eccezione di una specie aliena superiore e arcana: esseri di pura energia, impossibili da catturare, imperscrutabili e imprevedibili, che sembrano tuttavia avere una sorta di interesse missionario verso gli umani. Cassie è una giovane malata di cancro per una eccessiva esposizione alle radiazioni. La scienza del futuro ha fatto passi da gigante e l’umanità ha conquistato lo spazio, ma non ha debellato la malattia più terribile. Cassie è giovane e sa che l’aspetta una fine orribile ma non ha perso le speranze. La sua fede in una divinità superiore, che si è forse manifestata attraverso il “Salvato” – un essere che galleggia in una bolla e in uno stato quantico dal comportamento instabile -, la spinge ad affrontare, assieme a un gruppo di fedeli come lei, un doloroso pellegrinaggio su un lontano pianeta che prevede di avanzare faticosamente verso una meta in apparenza irraggiungibile. Il rituale richiede di avvicinarsi all’Avamposto sulle ginocchia, strisciando attraverso un terreno gelido e roccioso fiocamente illuminato dalla luce delle stelle.

Dopo averci conquistato con due racconti lunghi che riprendevano, con nuova linfa e vigore, tematiche classiche come l’orrore su un’astronave nello spazio profondo (Nel buio tra le stelle), e il difficile rapporto tra creato e creatore (Oltre il velo delle stelle), Davide Mercurio Rivera ci ripropone, con questo Missionari, l’eterno conflitto tra scienza e religione.

Il Jumbo di ottobre è il nuovo romanzo di Alastair Reynolds | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com la segnalazione dell’Urania Jumbo di questo mese; ed è una bomba: I fuochi di Elysium, di Alastair Reynolds, seguito de Il prefetto, facente parte del sublime ciclo “space opera” della Rivelazione. La meravigliosa quarta:

Diecimila città-stato orbitano intorno al pianeta Yellowstone, formando un paradiso democratico e quasi perfetto. Ma anche l’utopia ha bisogno di un corpo di polizia. A proteggere i cittadini della Cintura Scintillante c’è Panoplia con i suoi agenti, i prefetti. Tom Dreyfus è uno dei prefetti in servizio e si trova ad affrontare un’emergenza: gli abitanti degli habitat iniziano a morire, all’improvviso e in maniera casuale, vittime di un malfunzionamento dei loro impianti neurali che li fa sciogliere. Mentre il panico dilaga, sorge un movimento di rivolta per fondare nuove e indipendenti colonie. Un nuovo capitolo della grande saga della Rivelazione

Scrivere Fantascienza | FantasyMagazine


Su FantasyMagazine la recensione a Scrivere Fantascienza, manuale redatto con i tipi di Odoya e curato da Robert Silverberg.

Il trattato differisce un po’ dai soliti canoni manualistici, Emanuele Manco, il recensione, vi spiega perché:

Robert  Silverberg è uno scrittore del quale moltissimi appassionati di fantascienza più attempati avranno letto qualcosa. Attivo sin dalla giovane età, in questo volume si presenta essenzialmente come un appassionato, un vorace lettore che ha sentito sempre come irrefrenabile l’impulso di raccontare delle storie del genere letterario di cui è appassionato.

La prima parte di Scrivere Fantascienza è costituita quindi anche dal racconto di come un giovane entusiasta, con tutte le ingenuità dell’esordiente, si sia gradualmente trasformato in un narratore esperto. Una testimonianza che potrebbe calzare in qualsiasi realtà editoriale, fatta eccezione per i risvolti meramente economici. Se infatti tutto quanto riguarda l’apprendere come trasformare le idee in buone storie è universale, in un mercato nel quale è praticamente impossibile guadagnare abbastanza da mantenersi scrivendo la fantascienza, come quello italiano, non sono applicabili i consigli su come fare della scrittura un mestiere.

Silverberg in fondo non crede troppo alle regole e, in buona sostanza, la sintesi dei suoi ragionamenti è che scrivere è quello che rende tale uno scrittore, una parola dopo l’altra. Quello che ritengo applicabile anche alla nostra realtà, è il racconto di come in fondo se la scrittura è un esercizio solitario, non è da solitari essere uno scrittore.
La differenza sembra sottile ma è fondamentale. Silverberg racconta di come, attraverso la conoscenza di altri appassionati come lui, si sia sempre sentito parte di una comunità. Appassionati che hanno cognomi “pesanti”, come Asimov, Ellison, Dick, Heinlein o Sturgeon.

Nel mio piccolo, riconosco la sensazione. In una convention, o in una chiacchierata con altri scrittori, si ricevono, più o meno consapevolmente, stimoli a proseguire nella propria passione. Ma non tanto per effetto di complimenti o di critiche, aspre o costruttive che siano, pur importanti. È proprio l’effetto benefico dei giorni passati in vicinanza di spiriti affini a fare la differenza, a farti mettere davanti al pc sin dal giorno successivo.

Anticipazioni mondadoriane di ottobre 2021 | Gli Archivi di Uruk


Il buon Lucius Etruscus è sempre generoso nelle informazioni che dà; un esempio di quanto sia prezioso è quando fornisce le anticipazioni mondadoriane del mese. Per quello che mi riguarda ho fatto un salto sulla sedia leggendo che per Urania ci sarà la riedizione dell’indimenticato Massimo Mongai, Memorie di un cuoco d’astronave, e che uscirà in edicola anche I fuochi di Elysium, di Alastair Reynolds, ennesima incursione dell’autore nel ciclo della Rivelazione, saga che adoro oltre ogni dire.
Grazie, Lucius.

Urania Collezione n. 225: Memorie di un cuoco d’astronave di Massimo Mongai

Rudy “Basilico” Turturro è un giovane cuoco terrestre che da aiuto-chef si ritrova a dirigere la cucina di un’astronave. Attraverso ricette e avventure, nei tre anni di viaggio nello spazio, Rudy dovrà anche salvare la galassia dalla distruzione. Memorie di un cuoco d’astronave è un romanzo sull’esplorazione del cosmo attraverso l’esplorazione di se stessi, passando anche per la gola, la forza che muove ogni cosa. Un vero romanzo cult della fantascienza italiana.

Urania Jumbo n. 24 (68): I fuochi di Elysium di Alastair Reynolds

Diecimila città-stato orbitano intorno al pianeta Yellowstone, formando un paradiso democratico e quasi perfetto. Ma anche l’utopia ha bisogno di un corpo di polizia. A proteggere i cittadini della Cintura Scintillante c’è Panoplia con i suoi agenti, i prefetti. Tom Dreyfus è uno dei prefetti in servizio e si trova ad affrontare un’emergenza: gli abitanti degli habitat iniziano a morire, all’improvviso e in maniera casuale, vittime di un malfunzionamento dei loro impianti neurali che li fa sciogliere. Mentre il panico dilaga, sorge un movimento di rivolta per fondare nuove e indipendenti colonie. Un nuovo capitolo della grande saga della Rivelazione.

Alla vigilia del Chthulucene con Franco Ricciardiello | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com la segnalazione del racconto lungo Il futuro non venne mai, di Franco Ricciardiello, uscito per DelosDigital. Assai interessante il suo punto di visto, vi lascio alla quarta:

È l’Interludio, un periodo interstiziale tra il mondo di oggi, l’Antropocene, e il mondo della sostenibilità, lo Chthulucene. La città di Purpura Marina affida a Simon Drago il compito di scolpire in un scogliera sul mare il volto della fondatrice della democrazia integrale, Amala Singh; ma l’artista viene contestato dagli chthulupunk, attivisti ecologisti radicali che non vogliono la roccia deturpata da un mastodontico bassorilievo. Drago ha due figli: Santiago, che sta facendo uno stage di formazione sulla colonia lunare, e Miriam, artista multimediale le cui canzoni infiammano i giovani di un’Africa ancora sottomessa da dittature corrotte e dal soffocante moralismo della chiesa pentecostale. Di Miriam è perdutamente innamorato il piccolo Enkel, figlio di amici. L’equilibrio tra i personaggi viene sconvolto dall’arrivo di Lauriana Montiel, ex star del retrorealismo, un’arte che trasforma vecchi film in bianco e nero del XIX secolo in opere in 3D, con i protagonisti sostituiti da attori in carne e ossa. La bella Lauriana diventa la personificazione dell’ideale femminile per Enkel e un incubo per Miriam, che intuisce qualche trascorso nel passato del padre e dell’attrice. La soleggiata, verde Purpura Marina si trasforma inevitabilmente nella scenografia di un dramma.

Addio a Ugo Malaguti, demiurgo della fantascienza in Italia | Fantascienza.com


Ugo Malaguti ci ha salutati. Un altro esponente della SF italiana più gloriosa, nel senso di età dell’oro e romantica, è andato via e a noi rimane il ricordo di un uomo vispo, grande nei suoi modi e pensieri, cui riservo un posto di affetto nel mio cuore; ciao Ugo, è stato davvero un piacere frequentarti quelle volte alle convention, o nelle tue mail…
Fantascienza.com lo saluta così:

Lo ha comunicato ieri Armando Corridore sulla pagina Facebook della casa editrice Elara. Dopo diversi giorni di doloroso declino Ugo Malaguti si è spento nella sua casa di Bologna. Da anni aveva problemi di salute, ma continuava a lavorare ai suoi libri.

Raccontare perché è stato importante per la fantascienza, in Italia, Ugo Malaguti richiederebbe un libro, non certo un articolo, dove possiamo fare solo un breve riassunto. Una carriera cominciata nel 1965 quando appena ventenne prese dalle mani di Roberta Rambelli la cura di Galassia e della collana SFBC. Nel 1967 fondava la sua prima casa editrice, la Libra, cominciando subito a pubblicare la rivista Nova SF*,  alla quale si affiancavano negli anni seguenti le collane Slan e I Classici della fantascienza, che per la prima volta proponevano opere di fantascienza in volumi rilegati, curati, integrali, arricchiti da introduzioni spesso dello stesso Malaguti. Nel 1970 lascia la cura di Galassia e SFBC nelle mani di Curtoni e Montanari per dedicarsi integralmente alla sua casa editrice, che persegue una politica di vendita diretta. Nel 1985 la Libra chiude e apre la Perseo Libri, che continua la pubblicazione di Nova SF* accanto ad altre collane; infine il testimone passa, nel 2007, a Elara Libri, ancora oggi attiva.

Tutti gli universi di Stanislaw Lem | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com la segnalazione di un’uscita editoriale di pregio, Universi, che comprende la produzione breve omnia di Stanislaw Lem; il volume è in uscita per Mondadori. La quarta:

Universi raccoglie infatti, per la prima volta, l’intero corpus della narrativa breve dell’autore di Solaris, una produzione multiforme ed estremamente originale, nella quale il lettore ritrova i temi presenti anche nei romanzi: l’interesse per la cibernetica, intesa come studio dei rapporti tra sistemi artificiali e biologici, e più in generale l’erudizione scientifica; l’approfondito scavo psicologico e introspettivo, di contro a dialoghi essenziali, secondo i modelli americani; la ricerca di una dimensione esistenziale che tende alla speculazione filosofica.
L’opera di Lem sfugge a qualsiasi categoria. Come definire l’autore? Un filosofo? Un narratore? Uno scienziato? Forse tutte e tre le cose nello stesso tempo. La straordinaria ricchezza inventiva del più celebre autore di fantascienza non angloamericano è ben rappresentata dai racconti presenti in questo volume: quarant’anni di vita intellettuale e creazione letteraria dal primo, Il ratto nel labirinto, del 1956, fino a Il materassino, del 1995. Universi raccoglie infatti, per la prima volta, l’intero corpus della narrativa breve dell’autore di Solaris, una produzione multiforme ed estremamente originale, nella quale il lettore ritrova i temi presenti anche nei romanzi: l’interesse per la cibernetica, intesa come studio dei rapporti tra sistemi artificiali e biologici, e più in generale l’erudizione scientifica; l’approfondito scavo psicologico e introspettivo, di contro a dialoghi essenziali, secondo i modelli americani; la ricerca di una dimensione esistenziale che tende alla speculazione filosofica. In ogni campo in cui si sia cimentato, lo scrittore polacco ha sempre cercato di superare i limiti del già noto, di sperimentare nuove forme e di non adagiarsi su schemi conosciuti. E, se il pensiero è il fondamento delle sue opere, il suo grande talento gli consente di trasformare le idee in personaggi e le trame in congegni perfetti.

Ecco il meglio della fantascienza indipendente 2020 | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com la segnalazione della terza pubblicazione, a cura di Carmine Treanni, che raccoglie il meglio di ogni annata SF italiana indipendente: Oltre il reale. Questa è la quarta:

La terza antologia su “Il meglio della fantascienza italiana indipendente” raccoglie i migliori racconti del 2020, un anno che è stato per certi versi molto fantascientifico, a causa della pandemia da coronavirus che ha colpito il mondo. Se mettiamo da parte, almeno per un momento, le conseguenze più tragiche, come le vittime e la sofferenza di chi è stato colpito in modo più virulento dal covid, possiamo tranquillamente dire che la realtà e la fantascienza si sono mescolate, restituendoci uno scenario che sembrava tratto pari pari da un romanzo o una serie TV di science fiction: siamo stai reclusi nelle nostre case, le piazze e le strade erano praticamente vuote, quando ci è stato concesso di uscire abbiamo sempre indossato una mascherina sulla bocca e osservato un distanziamento sociale con amici ed estranei. Insomma, uno dei peggiori futuri immaginati dalla fantascienza è purtroppo divenuto realtà.
I racconti che abbiamo selezionato per quest’antologia non hanno risentito più di tanto di questo contesto, tuttavia è innegabile che la maggior parte delle storie che vi accingete a leggere ha uno stretto connubio con la realtà, tratteggiando a volte scenari positivi e altri che speriamo restino solo speculazioni narrative.

Fanno parte della pubblicazione: Nicoletta Vallorani, Gian Filippo Pizzo, Alain Voudì, nomi che stanno arrivando alla ribalta come Fabio Aloisio e Romina Braggion, ma anche la vincitrice del Premio Urania Elena di Fazio, il curatore di Dystopica Delos Veronesi e altri. Il libro è disponibile sia in ebook che in versione stampata (euro 15). La copertina è di Franco Brambilla.

The Nefilim

Fields Of The Nephilim

AppartenendoMI

Ero roba Tua

AERIA VIRTUS

"L'unico uccello che osa beccare un'aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'aquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

Cavallette neanche tanto Criptiche

listen to the tales as we all rationalize

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

osirisicaosirosica e colori

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Gallerie da Vinci

Paesaggi dell'Anima

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: