HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Presentazioni

“L’ultimo angolo di mondo finito” a “Linea Notte” | Giovanni Agnoloni – Writing and Travelling


Dal blog di Giovanni Agnoloni la segnalazione che stasera tra mezzanotte e l’una sarà su RAI3, a Linea Notte, per parlare del suo ultimo romanzo L’ultimo angolo di mondo finito. Nonostante l’ora, l’occasione è ghiotta per conoscere altre suggestioni della sua Trilogia (o meglio Quadrilogia) della Fine di Internet.

“L’ULTIMO ANGOLO DI MONDO FINITO” AL SALONE DEL LIBRO | Giovanni Agnoloni – Writing and Travelling


Sul blog di Giovanni Agnoloni la segnalazione della presentazione del suo Ultimo angolo di mondo finito alla Fiera del Libro di Torino, la settimana prossima; ecco i dettagli:

Sabato 20 maggio, alle ore 18,00, a Torino, presso il Salone Internazionale del Libro (Padiglione Cartacanta – Pad. 3 – Spazi S51-R32), presenterò il mio romanzo L’ultimo angolo di mondo finito (Galaad Edizioni) insieme allo scrittore e critico letterario Giuseppe Iannozzi, e contestualmente presenterò la sua raccolta poetica Donne e parole (Ass. Culturale Il Foglio).

Giovanni, siamo tutti con te. Auguri intensi…

 

La label K_Noir in diretta sul gruppo Facebook del Club G.Ho.S.T. | KippleBlog


[Letto su KippleBlog]

Lunedì sera alle 21.00 andrà in onda sul gruppo FaceBook Horror GHoST, del glorioso e sempre in prima linea Club G.Ho.S.T. dell’inossidabile Massimo Ferrara, una diretta  per la presentazione della linea editoriale della collana K_Noir di KippleOfficinaLibraria. Saranno presenti per la redazione Kipple Ksenja Laginja e Sandro Battisti: non mancate!

PINK FLOYD: ANTEPRIMA DELLA MOSTRA “THEIR MORTAL REMAINS” | PINK FLOYD ITALIA


Su PinkFloydItalia la notizia dell’anteprima di Their Mortal Remains, la mostra (itinerante) che dal 13 maggio al 1 ottobre sarà di stanza a Londra presso il Victoria & Albert Museum. Com’è noto, sono esposti i memorabilia della band, foto, strumenti musicali, oggetti che hanno fatto parte della loro storia, suggestioni, allestimenti, tutto quello che possa rendere l’idea di cosa la crew floydiana ha vissuto nei suoi cinquant’anni di storia.

Dal 13 maggio al 1ottobre, sarà aperta nel bellissimo Victoria & Albert Museum di Londra la prima grande retrospettiva dedicata ai Pink Floyd: ‘Their Mortal Remains‘. Un percorso multisensoriale trasporterà lo spettatore all’interno di una serie di sale allestite con cimeli, progetti, scenografie e naturalmente musiche di un dei gruppi più importanti e influenti del mondo. In occasione del 50esimo anniversario della pubblicazione del primo singolo, ‘Arnold Layne’, ‘The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains’ sarà una mostra fuori dal comune: “Il Victoria & Albert è il posto giusto per illustrare il grande contributo artistico, non solo musicale ma anche visuale, che una band come i Pink Floyd ha dato alla cultura del nostro tempo“, ha dichiarato Martin Rotj, direttore del museo. “Una band che ha creato non solo musica straordinaria, ma anche spettacolari show musicali, copertine di album diventate icone e un’espressione creativa senza eguali“. La mostra, finita l’esposizione di Londra, farà il giro del mondo e toccherà anche l’Italia.

Qui un resoconto dettagliato dell’apertura anticipata fatta due giorni fa e destinata alla Stampa, poi alle Stelle dello ShowBiz in senso lato.

Il rock entra nei musei e lo fa avendone guadagnato il diritto con la sua storia e con i suoi protagonisti più rappresentativi. Il Victoria & Albert di Londra, il più grande museo di arte e design del mondo, ospita l’attesissima esposizione “The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains”, che celebra i cinquant’anni di storia di uno dei gruppi più importanti del panorama musicale internazionale. Non ci sono dubbi sul successo della mostra che aprirà ufficialmente al pubblico sabato 13 maggio; i biglietti per i primi giorni sono andati letteralmente a ruba e le richieste di prenotazioni arrivano da tutto il mondo. La speranza degli organizzatori è quella di poter superare i trecentomila visitatori dell’esibizione di David Bowie.

I Pink Floyd hanno collaborato attivamente a quello che risulta essere uno spettacolo audio visivo di tutto rispetto. Su tutti Nick Mason, il vero archivista della band, a stretto contatto già dalla fine dello scorso anno con i curatori dell’evento. Ad inaugurare ieri sera ufficialmente la mostra è stato proprio il batterista della band, al termine di una giornata che ha movimentato la tranquilla Cromwell Road; in mattinata i giornalisti di tutto il mondo hanno potuto visitare in anteprima l’esibizione, mentre alle 19 l’ingresso del museo si è trasformato in una vera e propria parata di stelle in stile hollywoodiano con un party privato organizzato dai Pink Floyd.

Tra una battuta e l’altra il buon Mason, che ha salutato i presenti nell’ingresso della V&A, ha trovato il coraggio di scherzare anche sull’assenza di quelli che erano i suoi colleghi più attesi, David Gilmour e Roger Waters, probabilmente ancora alle prese con le loro beghe interne e che agli occhi di molti non avrebbero dovuto mancare l’evento che celebra ufficialmente la loro storia. Quando Mason ha concluso i ringraziamenti ricordando i fan di tutto il mondo, indicandoli come quelli che sono stati i veri protagonisti del loro successo, un fremito d’orgoglio ha riempito la mia anima di ‘fan infiltrato’ al cospetto della band che mi accompagna da quarant’anni.

Tra i tanti amici, familiari e collaboratori dei Pink Floyd si aggiravano emozionati ieri sera Aubrey Powell, il grafico della Hipgnosis, Bob Klose, il loro primo chitarrista del periodo 1964-1965, Phil Taylor, il tecnico che cura le chitarre di David Gilmour, Joe Boyd, produttore del loro primo singolo “Arnold Layne” firmato da Syd Barrett nel 1967, Bob Geldof (emozionato quando hanno ricordato il Live8 che ha riunito i quattro Pink Floyd sul palco per l’ultima volta), i registi Adrian Maben (“Live at Pompeii”) e Alan Parker (“The Wall”), il bassista Guy Pratt (Pink Floyd, David Gilmour) ma anche star della musica come Jimmy Page dei Led Zeppelin, Brian May e Roger Taylor dei Queen, Noel Gallagher (Oasis), Johnny Marr (Smiths), Nick Rhodes (Duran Duran). C’erano anche Graham Coxon dei Blur e il regista Ian Emes, che realizzò l’animazione di “One of these days” nel 1973.

B U I O – Rassegna su Lovecraft


Sabato 6 maggio, alle 18.00  sarò ospite della rassegna B U I O, presso il Defrag di Via delle Isole Curzolane 75, Roma, per un workaround collettivo su HP Lovecraft. Ringrazio l’organizzazione e in particolare Pier Luigi Manieri per l’ottima ospitalità; su FaceBook e su MeloBox per chi non ama il FacciaLibro, potrete inoltre trovare il programma completo, che prevede anche risvolti musicali e visuali, con proiezioni di film (su tutti, Il seme della follia, di John Carpenter).

Dopo la trionfale affermazione di Orwell 2016, il duo di curatori-organizzatori Pier Luigi Manieri & Sergio Lombardi ha concentrato l’attenzione su un altro pilastro della letteratura d’evasione, H. P. Lovecratf, l’indiscusso padre dell’horror, capace non solo di dar vita a una personale cosmogonia e di spaziare fino ai confini della metafisica quantistica ma anche e soprattutto, in virtù di ciò, di essere seminale per quello che poi sarebbe stato espresso tanto in letteratura, quanto negli atri linguaggi.
Lovecraft sarà esplorato lungo ogni coordinata, così che si possa tracciarne un ritratto esauriente e sintetico. Da questo assunto, si arriva gli “altri orrori contemporanei”; sottotitolo dal doppio significato che tanto sottende all’apertura verso scenari horror più eterogenei fino agli attuali, quanto allude alla dinamica dell’evento articolata su più appuntamenti in simultanea. Pertanto, “contemporanei”.
BUIO – H.P. Lovecraft e altri orrori contemporanei, spaziando su più fronti, dal cinema all’arte che si affiancano alla letteratura, è un’occasione unica in cui si combinano divulgazione e intrattenimento, grazie al coinvolgimento di penne prestigiose come Sandro Battisti e di autori emergenti tra i più interessanti come Liè Larousse e Luca Pavia; saggisti del calibro di Riccardo Rosati e Marcello Rossi, critici d’alto profilo come Stefano Coccia e Fabrizio Giosuè, intellettuali e esperti d’immaginario come Vittorio Varano, Giuseppe Mele e Gianfranco Tomei; registi dal tratto dark come Carlo Roberti; pittori e fotografi dalla particolare sensibilità come Fernando Di Nucci; Eduardo Fiorito; Antonio Taschini, Monica Sarandrea, Sabrina Barbagallo, Guido Laudani, Daniele Contavalli, Gianfranco Antonini, Lucio Fabale, Ivan Paduano. Chiudono in bellezza due momenti musicali “da paura”.

“H. P. Lovecraft e altri orrori contemporanei” si attesta come l’evento definitivo incentrato sulla figura dello scrittore di Providence.

Programma:
Ore 16:30 Apertura esposizione collettiva: “Il Buio oltre Lovecraft”
Artisti: Fernando Di Nucci, Eduardo Fiorito, Antonio Taschini, Monica Sarandrea, Sabrina Barbagallo, Gianfranco Antonini, Guido Laudani, Daniele Contavalli, Lucio Fabale, Ivan Paduano

Dalle ore 17:30 Miscellanea in nero… Proiezioni cortometraggi e videoclip orrorifici di autori vari
Exorcism Tutorial – Low Level Tutoria regia di Luna Gualano, 2013 genere: commedia-horror
Lievito Madre regia di Fulvio Risuleo, 2014 genere: fantastico
Interventi di Stefano Coccia e Fabrizio Giosuè

Ore 18:00:Tavola rotonda. Focus H.P. relatori: Vittorio Varano: La filosofia in nero. Giuseppe Mele: esegesi del mostro: Riccardo Rosati: se Lovecraft è razzista…; Gianfranco Tomei: Lovecraft, Poe e Howard: il neo gotico americano; Pier Luigi Manieri da Martin Mystere a Pacific Rim: l’influenza di H.P.; Sandro Battisti: L’eredità di Lovecraft ; Marcello Rossi da Ritratto di donna velata a Albert e l’uomo nero: la stagione dello sceneggiato dark italiano
Modera: Pier Luigi Manieri

Ore 19:00: Presentazione del saggio “Lo schermo immaginario” (ed. Tabula fati) di Riccardo Rosati. Presenta Antonio Tentori

Ore 20:00: proiezione de Il seme della follia di John Carpenter. Introduzione di Pier Luigi Manieri; Stefano Coccia

Ore 20:30 Poker d’incubi live tour
Poker d’incubi
Scritto da DuediRipicca – Gianluca PaviaLié Larousse
Musicisti: Simone Fedele, Matteo Cattani

Ore 21:30 Presentazione concept album ispirato a Lovecraft – Ingranaggi della Valle “Warm Spaced Blue”

Ore 22:00 Arkham DJ Set: brani ispirati a Lovecraft e tratti da colonne sonore horror

Ore 22:30 Presentazione cd Taproban “Per Aspera Ad Astra”

Ore 22:45 TAPROBAN (Horror Prog) in concerto

ArtFutura – 06Blog


Su 06blog una segnalazione per ArtFutura, mostra che si sta tenendo a Roma sulle interazioni tra arte e scienza, che durerà fino a settembre. Ecco i dettagli:

Sculture cinetiche che creano olografie galleggianti, campi magnetici che generano forme di ferrofluido dinamiche, esperienze audiovisive immersive in cui sperimentare proiezioni virtuali sconosciute“, così gli organizzatori presentano alcune delle installazioni presenti nella mostra.

Nella presentazione ufficiale si legge, a proposito degli autori delle opere: “Questi artisti scienziati ci aprono le porte di un nuovo mondo digitale dove risulta evidente che tutto, come le loro opere, sarà in continua evoluzione. La loro arte rappresenta l’evoluzione di un mondo dove tutto sarà diverso, come anche i musei e gli spazi espositivi sempre più simili a luoghi dove poter usare l’immaginazione, dove poter visualizzare i nostri pensieri e i nostri sogni diventando parte attiva dell’allestimento come metafora della nostra esistenza“.

ArtFutura è dal 29 aprile al 10 settembre 2017, aperta tutti i giorni tranne il lunedì. Dove? All’Ex Dogana di Roma, in via dello Scalo di San Lorenzo 10.

Deepcon, da domani a Fiuggi con tanti ospiti | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com il programma della DeepCon di Fiuggi, che si svolgerà da domani 6 aprile fino a domenica 9. Spiccano ospiti di rilievo, tra i quali Giuseppe Lippi di Urania – per l’elenco completo delle stars leggete poco più sotto. Per quanto riguarda, invece, gli splendidi panel programmati dall’organizzazione, vorrei segnalarne uno di pertinenza Kipple e Delos dove venerdì 7 aprile alle 16.30, Emanuela Valentini e parte della redazione Kipple – Ksenja Laginja e io – illustriamo l’antologia Hai trovato orgasmi nel collettore quantico?, il mio Il paradigma imperiale e Angeli di plastica, il romanzo della Valentini edito da DelosDigital. Un grazie di cuore agli organizzatori, Flora Staglianò e Salvatore Proietti.

Da segnalare anche la premiazione dell’ormai consolidato e prestigioso Premio Cassiopea, sabato sera alle 22.00; ci vediamo lì, quindi?

Where everybody knows your name, and they’re always glad you came, viene dalla sigla delle serie Cheers il motto della Deepcon, una delle convention italiane dal clima più «amichevole». Quattro giorni a rilassarsi (volendo anche nelle vasche termali dell’hotel), mangiare e parlare di fantascienza all’Hotel Ambasciatori di Fiuggi. Gli ospiti di quest’anno includono l’attore Peter Williams (Stargate SG-1), lo scrittore Lavie Tidhar, il curatore di Urania Giuseppe Lippi, Eric Stillwell, produttore per la Disney, l’ormai abituale presenza di Lolita Fatjo, il geologo veterano del polo sud Giampietro Casasanta e il fisico Marco Casolino.

sabbiature

Culture seriali

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, tradizione, antropologia del sacro, storia delle religioni, esoterismo. A cura di Marco Maculotti.

Gwynto

Aspirante scrittrice, lettrice avida, amante delle parole

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

the green path

… Dorothy si trova in un mondo colorato con delle piccole casette e una stradina dorata, in viaggio verso la città di smeraldo. Il mago di Oz (1939)

The Darkest Art

A journey through dark art.

PAROLE LORO

"L'attualità tra virgolette"

Ottobre

giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Diario Esoterico

Un diario non è altro che un registro di viaggio.

mayoor

Questo blog è il mio taccuino personale, lo uso infatti per appuntare poesie che poi modificherò immancabilmente. Quindi siete avvertiti: quel che leggete oggi domani potrebbe essere diverso, o non esserci affatto.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Come mi va...

E si femò a raccontare le sue storie al mare e il vento

eliomarpa

Scrittore fantasma

Maelstrom

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

mondo dolce

Food Lover.

poesiaspontanea

improvvisazioni di poesia

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

La Biblionauta

Chiacchiere sui libri e altre amenità

Archeocake

Torte del passato riviste in chiave moderna

VERDE RIVISTA

protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Il Canto delle Muse

Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata. Gustave Flaubert

ArcheoTime

il tempo dell'archeologia. il tempo di guardare, vedere, scoprire, conoscere, viaggiare nel tempo e nello spazio attraverso il tempo dell'archeologia

Laboratorio di poesia povera

Versi essenziali per cuori semplici

Somnium Hannibalis

L'ultimo dei Barca, la cenere e il sangue

Michele Valente |Blog

Blogger e studente di Comunicazione e ricerca sociale. Scrivo di politica ed economia, europea e internazionale, attraverso un'ottica globale dei fenomeni della società.

Sonia Cenceschi

La musica è una pratica occulta dell'aritmetica, dove l'anima non sa di calcolare - Leibniz

Necrologika

Se muori te lo diciamo noi.

ITINERARI LAZIALI

borghi, castelli, ville, città perdute, monasteri ed abbazie, leggende e segreti, paesaggi fantastici e luoghi insoliti della regione di Roma e dei territori limitrofi.

CollettivoD

Il punto di vista delle donne

GamberoSolitario

A great WordPress.com site

Perversamente Tua

Come stelo mi piego e ti raggiungo, angelo nel tuo inferno, demone di un perverso paradiso.

PINK FLOYD ITALIA

Il primo blog italiano sui Pink Floyd, news e non solo. Fatto da un fan... per i fans!

lucangreenwaters

Lucania dalle Verdi Valli e dalle Acque Cristalline

L'AlTrO (lato)

" Per sentire e sognare in pace, bisogna spegner la luce della ragione... almeno per un po'. "

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: