HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Attrattori caotici

Il disordine


Rischiano di andar fuori da ogni coordinata visibile, e i suoni si allineano al caos cacofonico che ne deriva: non è anarchia, ma disordine esistenziale.

All’interno un normale caos


Solo una costante e risvolti inaspettati di un evento che si conclude con una complessità inaspettata, inarrivabile, eppure quieta e diffusa.

Ciò che permette…


Nel discrimine dei tuoi gesti trovi la difficile via attraverso il caso, un agglomerarsi di eventi diviene solidità ed è così che le molecole del caos s’innestano nel concreto, in quello che ti permette di vivere biologicamente.

Ineffabile caotico


Sei assennato quanto la regola caotica del reale, un’onda di probabilità che si espande per il continuum e che non ti rende né prevedibile, né governabile.

Nelle ripide


Mi segui nelle ripide gelide di un salto quantico, quando la complessità del reale collassa in un richiamo elaborato da immensi rivoli di frattali e caos.

La teoria della complessità – L’INDISCRETO


Su L’Indiscreto una lunga cavalcata attraverso la storia della Matematica e della Fisica, usando come collante la Filosofia. Una marcia di avvicinamento al concetto che nulla è determinato, e che il fiorire di probabilità ha anch’esso una struttura caotica e frattale.

Più volte nella storia della filosofia e della scienza è stata espressa, in vario modo, l’idea che i sistemi viventi siano reti auto-organizzate, i cui componenti sono tutti interconnessi e interdipendenti. Tuttavia, solo recentemente è stato possibile formulare modelli dettagliati di sistemi auto-organizzati, grazie alla disponibilità di nuovi strumenti matematici, che per la prima volta hanno consentito agli scienziati di descrivere e modellare matematicamente l’interconnessione delle reti viventi.

Queste reti sono così intricate da sfidare la nostra immaginazione. Anche il più semplice essere vivente, la cellula di un batterio, è una rete ad alta complessità che coinvolge letteralmente migliaia di reazioni chimiche interdipendenti. Prima degli anni settanta non c’era semplicemente alcun modo per modellare matematicamente queste reti. Ma poi sono comparsi sulla scena potentissimi computer che hanno dato la possibilità, a scienziati e matematici, di sviluppare un nuovo insieme di concetti e tecniche per trattare questa smisurata complessità. Nei due decenni successivi, queste nuove concezioni si sono fuse in un coerente quadro di riferimento matematico, noto comunemente come teoria della complessità. La definizione tecnica è dinamica non-lineare, talvolta detta anche “teoria dei sistemi non-lineari” o “teoria dei sistemi dinamici”. La teoria del caos e la geometria dei frattali sono branche importanti di questa nuova matematica della complessità, che è stata trattata anche in parecchi libri divulgativi (per una eccellente introduzione non-tecnica si veda Stewart, 2002,) e in testi più specialistici (per esempio Hilborn, 2000; Strogatz, 1994). La scoperta della dinamica non-lineare ha portato a progressi decisivi nella comprensione della vita biologica ed è comunemente considerata lo sviluppo scientifico più promettente di fine Novecento.
Per evitare confusioni, è importante tenere ben presente che scienziati e matematici intendono cose diverse quando parlano di una teoria. Una teoria scientifica, come la teoria dei quanti o la teoria dell’evoluzione di Darwin, è una spiegazione di una serie ben definita di fenomeni naturali, basata su osservazioni sistematiche e formulata in termini di un insieme di concetti e principi coerenti, ma pur sempre approssimativi (come abbiamo sottolineato nell’Introduzione).

La teoria della complessità non è una teoria scientifica, ma piuttosto una teoria matematica, come il calcolo o la teoria delle funzioni. Con le parole del matematico Ian Stewart (Stewart 2002, p. vii): una teoria matematica è “un corpus unitario di sapere matematico con un’identità chiara e coerente.” Ciò implica che la teoria della complessità in sé stessa non rappresenta un avanzamento scientifico, ma può essere, ed è stata, la base di nuove teorie scientifiche se viene utilizzata in modo appropriato (e ingegnoso) per spiegare fenomeni naturali non-lineari.

La nuova matematica, come vedremo in modo dettagliato, è una matematica di relazioni e pattern. Quando si risolve un’equazione non-lineare con queste nuove tecniche, il risultato non è una formula ma una forma visiva, un pattern tracciato dal computer. Gli attrattori strani della teoria del caos e i frattali della geometria dei frattali sono esempi di tali pattern. Sono descrizioni visive del comportamento complesso del sistema. La dinamica non-lineare, dunque, rappresenta un approccio qualitativo, piuttosto che quantitativo, alla complessità e quindi incorpora il cambio di prospettiva che è caratteristico del pensiero sistemico – dagli oggetti alle relazioni, dal misurare al mappare, dalla quantità alla qualità.

Flowers for Bodysnatchers – Lurkers


L’inferno di un caos dimensionale risuona come campane siderali.

Espressioni caotiche


Assorbito da espressioni caotiche di un Nulla senziente risolvo i tuoi ricordi come olografie da asporto, nemmeno tue.

Laguerre/Noetinger – DnT | Neural


[Letto su Neural]

L’album DnT nasce da una collaborazione fra Jerome Noetinger e Anthony Laguerre, entrambi sound artisti e ingegneri del suono, musicisti sperimentali piuttosto colti ed esperienziati, che nel 2018 si sono incontrati nel Centre Culturel André Malraux di Vandoeuvre-lés-Nancy, in Francia, per una sessione della durata di due giorni. Le composizioni selezionate sono complessivamente sette, infuse d’elettroacustica ma temperate da manipolazioni consistenti, con cipiglio free form e derive di jazz mutoide. Si parte all’ascolto con “Vespertillon”, esecuzione molto calibrata ed essenziale, con percussioni in primo piano ed effetti sguisci sintetici di gusto space age, che progressivamente conquistano la scena mescolandosi a quelle che a noi paiono anche field recording. “Èveil”, incisione successiva, è al contrario più dissonante e prolifera in maniera frenetica, solo giocando sull’estro imprevedibile dei due musicisti. “Etage en panne” del cespo è quella che conta su un andamento circolare, mentre “Frisson furtif” è più introversa e arrovellata su se stessa, come un grande risucchio che inghiotte i suoi stessi suoni. In “Le lendemain de la veille à l’Ouest“ qualcosa risuona cosmico tra nastri e percussioni, mentre in “Masse Le Fer Du Son“ si ritorna su pulsioni maggiormente caotiche, in alternanza tra vuoti e pieni, nel solco della tradizione improvvisativa più veemente e sussultorea. Si chiude con “Réveil“, una traccia aspra e decisamente rumorosa, lancinante di sequenze cupe e raschiate. Laguerre e Noetinger tengono sempre alta la soglia dell’ascolto e non si perdono in concettualismi inessenziali, la loro avant-impro conosce tutti gli strumenti del mestiere ed è infusa da un approccio ricco di tecniche ma in definitiva piuttosto semplice, che fa abbondante uso delle dicotomie classiche di questo genere: alternanze silenzio-rumore, caos-controllo, ritmi-droni, esterno-interno, densità-rilassamento (e si potrebbe continuare ancora a lungo una simile lista). L’album è dedicato a Dominique Répécaud, scomparso nel 2016, chitarrista e curatore dello storico festival Music Action. Il design grafico di Bas Mantel è un riferimento diretto alla sperimentazione di Laguerre e Noetinger su ritmi e nastri. I suoni autonomi hanno pattern separati che isolati in un flusso continuo suggeriscono nuove forme grafiche astratte.

Percorsi neurali


Sposti i tuoi percorsi neurali su piste cognitive che sembrano collegare l’assoluto col nulla, ma quando ti metti ad analizzarle bene ti accorgi che parli di una complessità inesistente, il caso caotico registra i suoi record insensati alla logica positivista del tuo mondo.

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

Cavallette neanche tanto Criptiche

it takes a fool to remain sane

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

Jakob Iobiz

Scrittore

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

Mágica Mistura✨

Uma mistura mágica de poesia, imagens, música, citações, atualidades e velharias do Brasil e do mundo,sempre com um toque de inconformismo ...

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

osirisicaosirosica e colori

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Paesaggi dell'Anima

Gallerie da Vinci

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: