HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Christopher Nolan

Tenet: il nuovo trailer del film di Christopher Nolan | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com la segnalazione del nuovo trailer per Tenet, il prossimo film di Christopher Nolan, assai intrigante nel concept perché non si parlerà di un viaggio nel tempo, bensì di un suo riannodarsi.

Il primo teaser, in puro stile Nolan, era alquanto criptico, e dava a intendere una qualche manipolazione del tempo ma Robert Pattinson (The Batman) in una intervista con GQ ha potuto dichiarare ufficialmente che il film non ha a che fare con i viaggi nel tempo. Ora sappiamo con certezza che abbiamo a che fare con l’inversione del tempo. Come vediamo spiegare dalla scienziata al protagonista in una scena fondamentale, non spari con la pistola, prendi al volo il proiettile che torna in indietro mentre il buco che hai fatto nel bersaglio sparisce. In qualche modo misterioso, in questo film esiste la capacità di riavvolgere il tempo.

Ma ecco un altro mistero, apparentemente al personaggio dell’attrice Elizabeth Debicki (I guardiani della galassia vol.2 dove però era interamente dorata): l’inversione permette di comunicare con il futuro. O forse è il contrario?

Tenet: il primo trailer del nuovo film di Christopher Nolan | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com il trailer del nuovo film di Christopher Nolan: Tenet. Un altro colpo di genio inarrivabile di Nolan, l’uscita è per luglio ma io già fremo…

La voce fuoricampo esordisce dicendo

Tutti pensiamo che entreremo in quell’edificio in fiamme

per poi aggiungere che finché non entreranno non potranno saperlo. Solo, non per il motivo che pensiamo noi. L’unica cosa nota del film è che è una spy story che si sviluppa attraverso sette paesi,ma non si tratta solo di viaggi nel senso classico.

Non abbiamo ancora i nomi dei personaggi, ma l’agente segreto interpretato da John David Washington (Blackkklansman) viene sottoposto a un esperimento, di sua volontà o meno è ancora da capire, dopo di che gli viene detto

Benvenuto nell’aldilà.

E da quel momento non si tratta tanto del fatto che l’azione si faccia frenetica, ma che gli eventi si sviluppano non esattamente in ordine cronologico, il prima e il dopo diventano un unico evento e quello che è successo deve ancora succedere. Su tutto la parola Tenet, che apre molte porte, ma non tutte dovrebbero essere aperte.

Le sette morti di Evelyn Hardcastle, tra Inception e Agatha Christie | Fantascienza.com


Nell’ambito di Delos209, su Fantascienza.com c’è una gustosa segnalazione: Stuart Turton, col suo romanzo di esordio Le sette morti di Evelyn Hardcastle, ha scritto una bella pagina di Fantastico attuale; ecco il resoconto di Raffaele Izzo:

Il romanzo d’esordio di Stuart Turton, descritto come “un misto di Inception e Agatha Christie”, è ambientato in una villa aristocratica decadente in una campagna isolata, in un momento storico-fantastico non meglio specificato. La vicenda inizia con la prospettiva del narratore/protagonista, Aiden Bishop, che non ricorda quale sia la sua identità. È costretto a rivivere lo stesso giorno otto volte di seguito, entrando però ogni volta nel corpo di un diverso personaggio. Solo se riuscirà a trovare chi ha ucciso Evelyn si spezzerà questa maledizione. Evelyn viene uccisa sette volte, sempre alle 11 di sera, durante la festa in suo onore. Questo meccanismo, che ho qui molto sintetizzato, crea non pochi problemi al lettore. Molti non hanno capito le implicazioni del tutto. Innanzitutto il protagonista ad ogni incarnazione vede gli avvenimenti da una prospettiva diversa. Il lettore scoprirà, quindi, sempre dei tasselli che prima erano stati oscurati con sapienti giochi di prospettiva chiusa e aperta. Fin qui si resta nel campo del fantastico ma a sfondo realistico. Il bello arriva quando Aiden incontra le versioni incarnate di sé stesso negli altri corpi, che sono state temporalmente precedenti a quello attuale o successive.

In questo senso, il romanzo è simile a Inception, la pellicola di Christopher Nolan. Il concetto di tempo lineare si sbrindella sotto i nostri occhi.

Certo è che nelle sue scelte Aiden a volte è guidato dai consigli velati e ambigui di un suo sé futuro che conosce già gli eventi, altre volte agisce lui aiutando il suo precedente sé in difficoltà. Se vi sembra complesso è perché lo è. La trama viene ulteriormente complicata da un gran numero di personaggi secondari. Inoltre vi è un essere misterioso che cerca di uccidere lui e gli altri protagonisti. Il nostro protagonista, inoltre, non è da solo, ma in competizione con altri reincarnati che lottano o si alleano con lui per sciogliere il mistero dell’uccisione di Evelyn (alla fine solo chi risolve il mistero per primo può uscire dal loop). Giunge presto in scena e si ritrova fino al finale clamoroso anche una figura ancora più enigmatica, un demiurgo onnisciente e crudele, un possibile emissario di un burattinaio del caos vestito da medico della peste, interamente di nero e con una maschera da uccello. Come in un romanzo di Hercule Poirot, all’inizio del libro vengono offerti ai lettori sia una mappa dettagliata della villa e delle stanze con i rispettivi ospiti che un elenco dei vari personaggi, scritto sotto forma di invito alla festa, per cercare di dare aiuto al lettore.

Hans Zimmer – Interstellar – Quantifiable Connection


Ipnotico e rivelatore, il finale in musica di Interstallar, poesia siderale da sciogliersi in un momento catartico di surrealtà.

Qualche nota su Interstellar e i film di Christopher Nolan ∂ Fantascienza.com


Su Delos 168 un bell’articolo che fa una cronistoria ragionata e critica dei film di Christopher Nolan, partendo da Memento per finire con Interstellar, passando per Inception. Imperdibile!

Potete aver apprezzato o meno Interstellar, averne evidenziato pecche o incongruenze, espresso sul film un giudizio positivo o negativo, ma un merito va comunque riconosciuto a Nolan e al suo film, ha riportato un po’ di sana discussione sugli argomenti della fantascienza.

Insomma il merito del film è stato proprio quello di spingere alla riflessione e alla discussione.

Su quest’onda ho deciso di rivedere altri tre film di Christopher Nolan: Memento, The Prestige e Inception, e, taccuino alla mano, ho avuto modo di notare come alcune tematiche siano in realtà ricorrenti sia in questi film che in Interstellar dandomi lo spunto per questo articolo. In particolare ho appuntato l’attenzione su: unicità e molteplicità, tempo, percezione della realtà ed emozioni.

Corpi spenti: input #7 | Holonomikon


Imperdibile citazione di “X” De Matteo, dove estrinseca le fonti che hanno creato, nella sua mente, il nuovo romanzo Urania Corpi spenti. Stavolta è il momento del Batman cinematografico di Nolan; la trasmissione dei memi caotici che avviene nella scena sottostante è servita come modello empatico a Giovanni per trattare, nel libro, alcuni argomenti. Il 4 giugno esce il romanzo, nelle edicole…

Enhanced by Zemanta
Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

Thinkingmart.com

- Daily thoughts to go.

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, o...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

COINCIDENZE

Non siamo soli

Roccioletti

Arte altra e altrove.

La Nuova Verde

Protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Francesca Di Meo

Rosa Francesca Di Meo. Ua poetessa ,tra Spleen, Horror e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

il blog di Gaetano Barreca

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: