HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Coscienza del reale

Vivere il proprio tempo


Ci hanno trovati in un fondo empatico di scolo, mentre il suolo si abbassava e alzava senza ritmiche precise, in preda alle convulsioni. Infine, la fine non sta ancora arrivando, è difficile comprendere quando essa sarà quantisticamente vera.

Annunci

Bureau d’Etudes – An Atlas of Agenda’s: Mapping the Power, Mapping the Commons | Neural


[Letto su Neural.it]

Le mappe di Bureau d’Etudes sono state riconosciute non solo come opere d’arte affascinanti ma anche come specchi di sistemi di potere che sono stati svelati attraverso un utilizzo intelligente e consapevole delle reti. Questo libro – opportunamente definito come un “atlante” – è una sistematica accumulazione e riproduzione di queste mappe che adeguatamente documenta l’inimitabile approccio del collettivo. Bureau d’Etudes ha contribuito a definire un significato diverso per “info-grafica” infondendo un atteggiamento squisitamente politico. Le loro mappe incidono profondamente sulla realtà e il concetto di info-grafica sviluppato in esse descrive “relazioni pericolose”, dove il rapporto crea nuovi significati. Il valore di questi rapporti di potere viene quindi quantificato attraverso il design, che è materia di ri-appropriazione e si trasforma in uno strumento politico puro. Infatti, la semiotica di queste mappe innesca la possibilità di riprogrammare la percezione dei sistemi di alimentazione, attraverso un attentamente controllato e informato modello. Il libro è davvero ben progettato e funzionale, allo scopo di risolvere brillantemente i limiti strutturali di questo tipo di lavoro. Per esempio è fornito di una scheda di plastica che funge da lente di ingrandimento per esplorare i dettagli essenziali delle mappe accuratamente progettate (a volte anche piegate in diagrammi), insieme a un lungo indice di nomi che alla fine del libro aiuta i lettori a trovare rapidamente soggetti rilevanti nascosti nei dettagli. Dopo più di un decennio le estetiche di Bureau d’Etudes possono essere considerate un paradigma e in questo senso Brian Holmes – che lavora a stretto contatto con il gruppo – definisce le mappe come “schizzi di lavoro per cosmologie di liberazione”.

La bizzarra ecologia di Mondo9 | OggiScienza


Da OggiScienza un post assai particolare e davvero esaltante per chi segue la SF italiana. Un’analisi scientifica del Mondo9 di Dario Tonani. Bellissimo, fantastico; un estratto:

Che cosa accadrebbe se in cima alla piramide alimentare ci fosse il metallo?

Questa la domanda su cui sono costruite Le cronache di Mondo9, la saga fantascientifica di Dario Tonani che, dopo aver vinto diversi premi in Italia, ha varcato i confini nazionali venendo addirittura inclusa – in Giappone – fra i dieci migliori romanzi di fantascienza usciti nel 2014. Un successo confermato anche dall’uscita della serie completa nella collana Millemondi di Urania, la prima volta assoluta per un autore italiano.

Mondo9 è un pianeta aspro e selvaggio, in gran parte ricoperto da deserti di sabbia velenosa sui quali si muovono gigantesche navi su ruote. Caratteristica principale di queste navi è il fatto di essere senzienti e mosse da istinti primordiali. Singolare è il loro rapporto con gli esseri umani, che ne sono i manovratori ma anche i prigionieri e, non di rado, il nutrimento; può infatti accadere che i loro fluidi organici vengono sfruttati per lubrificare le migliaia di ingranaggi dei colossi metallici, consentendo loro di continuare a viaggiare e a combattere gli uni contro gli altri. Non esiste elettricità, e vapore, olio e sangue sono i soli combustibili che alimentano le macchine.

Il punto di forza di questo ciclo è senza dubbio l’originale rilettura del rapporto fra uomo e macchina, o meglio fra carne e metallo. Gli esseri umani non sono infatti i soli organismi viventi a vivere in simbiosi con le grandi navi: diversi uccelli nidificano in alcune di esse, producendo uova contenenti inquietanti ibridi biomeccanici, mentre sul loro ventre, all’ombra delle enormi ruote, vivono piccoli rettili bioluminescenti chiamati lumigechi. Per non parlare dei mangiaruggine, creature vegetali che vivono nella sabbia e che possono raggiungere dimensioni considerevoli.

Ma il rapporto fra materia organica e metallo è ancora più complesso: esiste infatti una malattia, chiamata semplicemente Morbo, in grado di trasformare la carne in ottone. Non tutti vengono uccisi dal Morbo: i sopravvissuti diventano mechardionici, una sorta di umanoidi artificiali che sopravvivono grazie ai cuori strappati da persone ancora vive e custoditi nei recessi del loro corpo metallico.

Partendo da un’idea tutto sommato semplice, Tonani riesce a creare un’ecologia bizzarra ma al tempo stesso credibile e coerente, nella quale si intrecciano macchine, esseri umani, animali e agenti patogeni, tutti invischiati in rapporti complessi e tutt’altro che banali. Le grandi navi sfruttano gli esseri viventi ma ne sono anche dipendenti e il loro insieme rappresenta un eccellente esempio narrativo di superorganismo, le cui dinamiche interne sono rese con grande efficacia.

In trappola


Cos’hai ancora da nascondere, quando il sistema delle realtà ti scopre in ogni tuo angusto segreto e tutto ti si modella intorno, come rivoli d’acqua sulla sabbia dove sei sdraiato?

Differenti visioni del reale


Ricopi la definitiva messinscena sul tuo palmare quantico, dissolvendo e decidendo quale momento discriminare per la visualizzazione. Sei l’essere più consapevolmente a cavallo di differenti visioni del reale.

Dominio dell’illusione


Ti ricordo sull’onda della definizione misterica, la tua aura sembra ombra proiettata sulle strutture tridimenzionali architettoniche e, in realtà, è la misura del dominio dell’illusione,.

Onde di ritorno dell’effetto scrittura 1/2 | Carmilla on line ®


CarmillaOnLine oggi ospita la prima puntata di due di un articolo di Danilo Arona su Sincronicità, quantistica ed empatia per le cose oscure (sataniche, direbbero molti cristiani). Il post è interessante perché coinvolge un po’ anche il kernel delle nostre ricerche connettiviste (non psichiche, o almeno non solo quelle) tramite gli interventi che Mario “Black M” Gazzola ha disseminato per il web e non solo. Un estratto:

«… sovente i più grandi capolavori – in tutti i linguaggi – sono figli di terribili sofferenze: fisiche, psichiche o entrambe insieme. “Solo quando una persona sperimenta un forte dolore, un’emozione negativa, il suo subconscio riesce a filtrare nel conscio… e fornirgli l’accesso all’ispirazione divina. Secondo Jung ciò consente di entrare in contatto con un corpus di conoscenza universale. La saggezza di tutti gli individui di tutti i tempi”. E poco oltre: “E’ questa soppressione della mente razionale la fonte dell’ispirazione. La musa. Il nostro angelo custode”.
In quest’ottica, in fondo, il pensiero si ricollega al pàthei màthos (conoscenza attraverso la sofferenza) della tragedia greca».
Per capirci, Mario ci racconta di sciamanesimo contemporaneo e di riti tribali della modernità che spesso vanno “fuori controllo” in rapporto con il processo di creazione artistica. E’ interessante al proposito la sua ricerca in chiave “connettivista” tra sciamanesimo e musica rock:

Leggi il seguito di questo post »

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Crudo e Cotto

Blog di cucina vegana

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn

✨ Artistic spirit ✨ Freelance illustrator/cartoonist 👩‍🎨 🇮🇹 🌙 26 🔮

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

Espedienti Editoriali

parlo di editoria e creo eBook

sabbiature

Culture seriali

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, studi tradizionali, antropologia del sacro, storia delle religioni, esoterismo. A cura di Marco Maculotti.

Gwynto

Aspirante scrittrice, lettrice avida, amante delle parole

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

patrizia arcari

LIFESTYLE BLOG - appunti e brevi considerazioni su economia circolare, slow life, trasporto sostenibile, cucina del riuso e ... quantistica

PAROLE LORO

«L'attualità tra virgolette»

Ottobre

giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

bertolinometalartist

GIACOMO BERTOLINO

Diario Esoterico

Un diario non è altro che un registro di viaggio.

mayoor

Questo blog è il mio taccuino personale, lo uso infatti per appuntare poesie che poi modificherò immancabilmente. Quindi siete avvertiti: quel che leggete oggi domani potrebbe essere diverso, o non esserci affatto.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Come mi va...

E si femò a raccontare le sue storie al mare e il vento

eliomarpa

Scrittore fantasma

Maelstrom

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

poesiaspontanea

improvvisazioni di poesia

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

La Biblionauta

Chiacchiere sui libri e altre amenità

Archeocake

Torte del passato riviste in chiave moderna

VERDE RIVISTA

protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Il Canto delle Muse

Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata. Gustave Flaubert

ArcheoTime

il tempo dell'archeologia. il tempo di guardare, vedere, scoprire, conoscere, viaggiare nel tempo e nello spazio attraverso il tempo dell'archeologia

Laboratorio di poesia povera

Versi essenziali per cuori semplici

Somnium Hannibalis

L'ultimo dei Barca, la cenere e il sangue

Michele Valente |Blog

Blogger e studente di Comunicazione e ricerca sociale. Scrivo di geopolitica, diritto e tematiche ambientali, attraverso un'ottica globale sulla società europea ed internazionale.

Sonia Cenceschi

La musica è una pratica occulta dell'aritmetica, dove l'anima non sa di calcolare - Leibniz

Necrologika

Se muori te lo diciamo noi.

ITINERARI LAZIALI

borghi, castelli, ville, città perdute, monasteri ed abbazie, leggende e segreti, paesaggi fantastici e luoghi insoliti della regione di Roma e dei territori limitrofi.

CollettivoD

Il punto di vista delle donne

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: