HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Crudeltà

Bizarre sorcery | FantasyMagazine


Su FantasyMagazine la segnalazione di un ebook che vede protagonista Nicola Lombardi, con tre racconti dal taglio forse fantasy, ma che si contraddistinguono per crudeltà e humour nero: Bizarre sorcery, in uscita per DelosDigital.

Nel suo tugurio in mezzo al bosco, il vecchio mago Astorre custodisce gelosamente il misteriosissimo Gran Shaol. Re Frido pensa bene di spassarsela con la giovane Climera, prima di farla bruciare sul rogo per stregoneria. Le selezioni per trovare il nuovo mago di corte possono riservare conturbanti sorprese, soprattutto quando si presenta il Mistico Amyr. Tre racconti all’insegna della magia, del sortilegio, della crudeltà… con un pizzico di humor nero.

L’orizzonte di crudeltà


Il contatto è mefitico e asperge nell’aria una venefica nube di crudele empatia, che riduce il tuo orizzonte a pochi iati di respiro.

Dread – The Camera Obscura (Single)


Il suono della crudezza apocalittica interiore.

Ricordi dissanguati


Mi sdraio sulle pianificazioni interiori e descrivo le mie esistenze accolte su ricordi dissanguati.

Cerebrum | Fantascienza.com


Un bel racconto è apparso su Fantascienza.com, a opera di Oriana Ramunno. Un tipo di scrittura che mi piace, argomenti tipicamente SF trattati con piglio brutale ed eloquente, no fronzoli, no enfasi di alcun tipo. Da leggere…

Ecco l’incipit; non gusta pure a voi?

Il cadavere era stato buttato lì, sotto il sole che sferzava cattivo la discarica di Nova. I miasmi, che il corpo esalava, si mescolavano all’odore dei rifiuti morsi dalla canicola e al lento alitare della bocca dell’inceneritore.
Eva si avvicinò di più.
Sentì la gola seccarsi, quando la bocca muta del cadavere l’afferrò, urlandole un silenzioso aiutami.
Si chinò.
La vittima era giovane. I capelli sottili, di un biondo scolorito, si erano aggrappati al terreno come rigagnoli di acqua. Gli occhi grigi guardavano il cielo da orbite scavate e le labbra erano aperte in un grido, fatto di detriti e fango. Il collo era piegato all’indietro, come se qualcuno l’avesse trascinata, e i seni le erano stati strappati come erbaccia da un campo di fiori. Buttati chissà dove.
Doveva essere lì da parecchi giorni, a giudicare dallo stato in cui versava. Eva si coprì il naso, quando un refolo di vento fece alzare l’odore della carne marcia. La sentì aggrapparsi ai polmoni e dovette tossire per liberarsene.
– Rilevata altra anomalia. – La voce metallica del droide la risvegliò e lei gliene fu grata. Ancora un attimo e avrebbe vomitato di fianco al cadavere, lì dove una macchia rossa si era impastata alla terra.
– Fa’ vedere – sussurrò Eva, scansandolo.
L’anomalia era un dito, che era stato reciso dalla mano sinistra della vittima: l’anulare. Era stato buttato a terra, di fianco al corpo. Sotto il sangue incrostato, sulla pelle, era visibile una sottile linea chiara.
– Portava un anello – commentò Eva.

Attraverso i loro occhi – Free Animals, Loved & Respected


Dal blog di Roberto Contestabile un articolo agghiacciante, un senso di vomito per l’estabilishment iperliberista che tratta la vita senziente come un algoritmo inumano. La vita biologica deve venire sempre prima di tutto, prima ancora della sopraffazione, della necessità di nutrirsi, del delirio derivato dal guadagno…

Cosa cerca ogni neonato appena nasce? Sua madre. E’ il momento della vita in cui siamo tutti più vulnerabili e indifesi. E i Pulcini, alla nascita, cinguettano costantemente per assicurarsi che la loro madre si trovi nelle vicinanze.Questo è il suono che si sente all’interno degli incubatori industriali del settore dei Polli da carne. Ma questi Pulcini indifesi non verranno mai a contatto con le loro madri.

“Attraverso i loro occhi” è il titolo della potente investigazione condotta in uno stabilimento industriale incubatore di Pulcini effettuata dall’organizzazione Anonymous for Animal Rights in Israele. Ci trasporta letteralmente nel mondo che si vede dal punto di vista dei Pulcini. La fotocamera si trova sui nastri che trasportano i Pulcini terrorizzati all’interno dell’impianto industriale. Soltanto negli Stati Uniti, ogni anno vengono uccisi circa 9 miliardi di Polli.

Il filmato è stato girato da un investigatore sotto copertura. Possiamo vedere come i Pulcini che non soddisfano gli standard commerciali minimi vengono scartati e triturati vivi. Ancora più tristi saranno le condizioni dei Polli risparmiati che vivranno durante il resto della loro breve vita in queste aziende. Essi sono destinati ad affrontare una breve e misera vita, piena di immensa crudeltà, fino al momento in cui verranno inviati al macello. Poche persone hanno potuto vedere immagini come queste. Non è il tipo di pubblicità che l’industria della carne vuole che tu veda. Affinché questa crudele industria possa sopravvivere, è essenziale che i consumatori non conoscano i loro metodi di “produzione” animale. La realtà ci viene quindi nascosta, una realtà che ogni amante degli Animali troverebbe scandalosa e spaventosa.

Frattali fagocitanti


Il rumore matematico del pasto…

Una Tomba per gli alieni: Qualcosa come soffocare per sempre.


Dal blog di LeoBulero/UduvicioAtanagi un post che non posso non condividere integralmente, in cui risalta la crudezza tagliente di uno stato d’animo ferito, sensibile, che fugge nella tundra notturna.

Su questa nave c’è un’immensa solitudine,
A un certo punto mi hanno fatto tirare fuori delle cose che nascondevo dentro, le avevo nadcoste bene ma nel buio si erano come illuminate allora ho mostrato tutti i miei punti deboli e adesso non riesco più a rimetterli dentro.
Certe volte ululiamo alla luna con la bava alla bocca per poi provare ad appoggiarci dove prima c’era qualcosa di caldo e adesso c’è il vuoto e nell’istante dell’appiglio rimane solo una specie di frana.
Dopo poco sei a terra con le labbra spaccate.
Il sapore del sangue è dolce e sa di metallo, le lacrime sono salate e ricordano il mare, però un mare scuro, un mare illuminato dal pallore di una luna irreale, una specie di luna che appartiene ad una dimensione di sogno piena di streghe e licantropi, fatta di preghiere sussurrate e linee di sale su tutte le soglie per non fare entrare gli spiriti maligni.
Nell’ultima macelleria della galassia ci sono esposte delle mucche di razza chianina, i loro corpi sono appessi a delle strutture metalliche, i loro corpi sono immensi, sproporzionati, alcune sono adulte altri sono immensi vitelli, gli occhi sono gonfi, sembrano uscirgli dalle orbite.
Rimango a fissarne una, deve avere pochissimi giorni, sul muso c’è un’espressione di orrore e paura, una disperazione profonda, qualcosa di feroce, qualcosa come una fuga impossibile, qualcosa come soffocare per sempre.

Processo distruttivo


Ho completato le liste di proscrizione e orgogliosamente dico che chi desidero epurare è fisso, inamovibile su quell’elenco. Non esistono intercessioni cibernetiche in grado di modificare le mie volontà, non puoi indurmi nemmeno con del codice malevolo a essere altro. Lascia che metta giù la leva, che inizi il processo distruttivo…

Juggernaut, Alan D. Altieri torna alla fantascienza ∂ Fantascienza.com


Fantascienza.com dà risalto al nuovo romanzo di Sergio “Alan D.” Altieri – notizia che noi connettivisti abbiamo divulgato nel continuum già un mese fa, alla NeXT-Con di Bellaria. Il lavoro si chiama Juggernaut, ed è il primo tassello di una saga che si estenderà per più volumi.

È un ritorno alla SF per Sergio, un percorso che solo a sentirne parlare mi ha solleticato le meningi, e la psiche.

La guerra è finita. Così è scritto su un monumento battuto dalla pioggia tossica, davanti a un edificio-simulacro. Non ci sono vincitori, dopo la guerra, non ci sono vinti, soltanto vittime. In un mondo in cui un’unica mega-corporazione chiamata Gottschalk possiede il dominio assoluto, la guerra, semplicemente, è diventata finanziariamente inutile. Un mondo senza più Stati, senza più nazioni, senza più eserciti. Un mondo dove le città sono “ecumenopoli”, metastasi urbane da decine, a volte centinaia di milioni di abitanti, nelle quali “chi ha vive, chi non ha muore”. Luoghi dove le scintillanti “enclaves” dei potenti sono assediate dalla tenebra delle “undercities” dei reietti, nelle quali l’unica legge è quella della strada. Perché la fine della guerra non significa affatto il tramonto della ferocia. Qualcuno, là fuori, continua a combattere. Sono gli Hunter/Killer, gli ultimi guerrieri, reliquie di un passato cancellato, araldi di un futuro di morte annunciata. E qualcun altro, dall’interno di un nucleo ad altissima tecnologia, ha bisogno degli Hunter/Killer. Un’entità subdola e multiforme decisa a individuare il guerriero terminale, ovunque esso si trovi. Sulla Terra, la guerra è finita, certo. Ma da qualche parte, in qualche “altro” luogo, c’è un nuovo nemico. In attesa. In agguato.

Il libro è edito da TEA, e le pagine sono 288. Da correre in libreria per acquistarlo.

Mareducata

Chi volete che io sia?

The Nefilim

Fields Of The Nephilim

AppartenendoMI

Ero roba Tua

AERIA VIRTUS

"L'unico uccello che osa beccare un'aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'aquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

Cavallette neanche tanto Criptiche

Tesla Afterburner and the Infinite Sadness

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

Giuseppe Travaglini

Musica, cinema e altro

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: