HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Fumetti

Crepax: Conte Dracula, Frankenstein e altre storie horror | FantasyMagazine


Su FantasyMagazine la segnalazione che è uscito il volume a fumetti Crepax: Conte Dracula, Frankenstein
 e altre storie horror, raccolta delle storie horror di Guido Crepax, fumettista famoso per il personaggi di Valentina, che ha firmato nella sua carriera alcuni adattamenti da racconti e romanzi fantastici.

Noto in tutto il mondo per l’erotismo iconico dei suoi fumetti, lo straordinario talento di Guido Crepax spaziò in realtà in diverse direzioni, arrivando anche all’adattamento a fumetti di due grandi classici della letteratura gotica: Dracula di Bram Stoker e Frankenstein di Mary Shelley. Questo volume raccoglie, accanto a questi due capolavori, altre storie in cui i temi e le atmosfere horror, del soprannaturale e dell’occulto dominano, combinandosi con la componente onirica e sessuale tipica dello stile di Crepax.

Accanto a vampiri e mostri, tra queste pagine non poteva mancare Valentina, protagonista di una serie di storie dark e disturbanti, i cui orrori sembrano provenire direttamente dalle nostre più oscure fantasie.

Volume unico nel suo genere, imperdibile per gli appassionati.

Annunci

Il Tempio | FantasyMagazine


Su FantasyMagazine la recensione de Il tempio, fumetto ispirato all’opera di Lovecraft:

Il Tempio, volume scritto da Rotomago e disegnato da Florent Calvez, è l’adattamento fumettistico del racconto Dagon di H.P. Lovecraft, pubblicato sulla rivista The Vagrant nel 1919 e poi da Weird Tales, nel 1923, e successivamente in tutte le antologie di racconti dello scrittore di Providence.

Si tratta del resoconto di fatti misteriosi avvenuti sull’U-29 (questo il titolo originale del fumetto) un sottomarino tedesco in servizio durante la I Guerra Mondiale, narrati nel diario di bordo dell’ufficiale in comando, il Tenente Comandante Von Altberg-Ehrenstein.

Il rinvenimento di una scultura sul corpo di un marinaio inglese vittima di una delle missioni del sottomarino, innesca una reazione a catena che porta l’equipaggio alla scoperta di orrori antichi, senza nome, fino allo sprofondamento negli abissi della follia. Cosa aspetta i protagonisti del racconto alla fine del loro viaggio?

Il graphic novel tra Maus, Jimmy Corrigan, Sandman e Zerocalcare – Carmilla on line


Su CarmillaOnLine un articolo che spiega bene le caratteristiche della graphic novel rispetto al fumetto, domanda che mi ero fatto proprio nei giorni scorsi e che finalmente riesco ad avere esaudita. Un estratto:

Punto d’incontro tra romanzo e fumetto, il graphic novel ha conosciuto negli ultimi tre decenni uno sviluppo importante ed a questo particolare media verbovisivo Stefano Calabrese ed Elena Zagaglia hanno dedicato il libro Che cos’è il graphic novel (Carocci editore, 2017).

Quello del graphic novel è un linguaggio che i due studiosi definiscono “vecchio-nuovo”; vecchio perché riprende le tecniche del fumetto introdotte tra il XVIII ed il XIV secolo da artisti come Wiliams Hogarth e Richard Felton Outcault e nuovo in quanto «il romanzo grafico è in grado di superare i fumetti tradizionali in profondità e sottigliezza: oltre a muoversi in ambiti creativi e forme estetiche assai differenti, esso può riutilizzare format discorsivi quali la biografia, l’autobiografia, l’indagine giornalistica e il reportage storico-cronachistico, il cosiddetto graphic-journalism» (p. 8).

Nel saggio di Calabrese e Zagaglia vengono passati in rassegna gli elementi semiotici che distinguono il graphic novel tanto dalle immagini fisse che dalle narrazioni verbali, visto che questo particolare linguaggio verbovisivo si presenta come un sistema semiotico caratterizzato dalla multimodalità (parole/immagini) e dalla simultaneità (con il tempo codificato secondo un “sistema spazio-topico”). Dal momento che su questa parte del volume ci siamo soffermati in un intervento pubblicato recentemente dalla rivista «Il Pickwick» [qua], dedichiamo questo scritto alla parte del saggio di Calabrese e Zagaglia che ripercorre, sin dalla nascita, alcune tappe importanti della storia della narrazione grafica con particolare attenzione ad alcuni rilevanti case study.

Il termine graphic novel viene introdotto sia per indicare una modalità testuale diversa rispetto a quella del fumetto che per presentare il prodotto come forma letteraria complessa indirizzata ad un lettore tendenzialmente adulto. I confini delineati da questa etichetta restano decisamente incerti: si tratta di un libro figurativo che racconta una storia lunga o diverse storie brevi, che ricorre ad una modalità seriale o autoconclusa, che generalmente rispetta le convenzioni tipiche del fumetto o veicola istanze autobiografiche, storiche, giornalistiche ecc. Secondo alcuni studiosi il termine viene coniato da Richard Kyle attorno alla metà degli anni Sessanta del Novecento per divenire d’uso alla fine del decennio successivo, ma è a partire dalla seconda metà degli anni Ottanta che il termine ha iniziato ad indicare una tipologia testuale precisa e non più esperimenti editoriali frammentati ed estemporanei.

Inevitabilmente occorre partire dal fumetto, che secondo diversi studiosi prende vita negli anni Trenta dell’Ottocento e si sviluppa con la pubblicazione delle vignette nelle edizioni domenicali dei quotidiani americani. È soltanto a partire dagli anni Trenta del Novecento che i comic books permettono ai fumetti di essere commercializzati e distribuiti al di fuori dei quotidiani, prima per pubblicizzare altri prodotti, poi in maniera del tutto autonoma con protagonisti eroi e supereroi. «Con i supereroi degli anni Trenta e Quaranta, in inquietante simultaneità con l’imporsi delle dittature in alcuni paesi occidentali, il fumetto conosce grande fortuna e si espande sia come numero di lettori, sia per elaborazione di sottogeneri narrativi, sino a divenire un simbolo della nascente potenza culturale degli Stati Uniti» (p. 13).

I Salici di Blackwood a fumetti


Su WeirdianaSite la segnalazione di una prossima uscita a fumetti (in lingua inglese) dello splendido racconto lungo I salici, di Algernon Blackwood. Da non perdere…

In uscita il 25 ottobre, ma già ordinabile, la trasposizione a fumetti di uno dei grandi capolavori del weird, il racconto “I salici” di Algernon Blackwood, uno dei preferiti di H.P. Lovecraft. Il racconto narra la storia di due donne avventurose, una Britannica e una Svedese, alle prese con strani e sconvolgenti orrori nell’Ungheria del 1907.

Il volume, a cura di Nathan Carson e Sam Ford, è edito da Floating World Comics.

F… come cultura popolare – Workshop su Fumetti e Fantascienza


Giovanni De Matteo sarà impegnato nel workshop sui fumetti e Fantascienza di Domenica 30 luglio, a Castelnuovo di Conza, alle ore 18.00, ai giardinetti. Qui l’evento Facebook. Imperdibile per chi è in zona!

È in arrivo H.P. Lovecraft’s Il Tempio | FantasyMagazine


Su FantasyMagazine la segnalazione di un fumetto incentrato su Dagon, racconto di HP Lovecraft.

Il fumetto, scritto in forma di ultimo resoconto lasciato Von Altberg-Ehrenstein, ufficiale del sottomarino tedesco U-29, racconta i fatti misteriosi seguiti al ritrovamento, sul corpo d’un marinaio proveniente da una nave inglese silurata dall’U-29, di una piccola scultura d’avorio raffigurante la testa di una divinità. Dopo questo episodio, la follia si impadronisce gradualmente dei membri dell’equipaggio.
Torme di delfini accompagnano il sottomarino nella sua deriva verso Sud, intanto che anche gli ultimi membri dell’equipaggio iniziano a farneticare intorno al presunto richiamo di una forza terribile e inesorabile.

La storia fumettata s’intitola H.P. Lovecraft’s Il Tempio, ed è scritta da Rotomago e disegnata da Florent Calvez. Assai interessante, anche per il tratto che è molto plumbeo e oscuro…

Edward Mani di Forbice – Qualche anno dopo | FantasyMagazine


La recensione al fumetto di Edward mani di Forbice, il seguito dell’omonimo film. Su FantasyMagazine.

Più proprio di questa versione è quindi lo storytelling basato sulle posture delle figura e le espressioni dei volti, veramente efficaci.
Le espressioni caricaturali ed esagerate non tradiscono la drammaticità e la intensa commozione di alcuni passaggi, per cui il risultato finale risulta equilibrato.
Una storia godibile e divertente, a tratti commovente e appassionante, per ritrovare la versione burtoniana di Pinocchio che tenta di diventare il Dr. Frankenstein, ritrovando invece la sua umanità grazie all’aiuto della sua nuova amica.
Una lettura consigliata.

N I G R I C A N T E

blog esperienziale di Michele Nigro

Flavio Torba

Scrittore con predilezione per l'horror.

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Crudo e Cotto

Blog di cucina vegana

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn

✨ Artistic spirit ✨ 👩‍🎨 26🌙 🇮🇹 🔮

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

Espedienti Editoriali

parlo di editoria e creo eBook

sabbiature

Culture seriali

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, studi tradizionali, antropologia del sacro, storia delle religioni, folklore, esoterismo.

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

patrizia arcari

LIFESTYLE BLOG - appunti e brevi considerazioni su economia circolare, slow life, trasporto sostenibile, cucina del riuso e ... quantistica

PAROLE LORO

«L'attualità tra virgolette»

Ottobre

giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

bertolinometalartist

GIACOMO BERTOLINO

Diario Esoterico

Un diario non è altro che un registro di viaggio.

mayoor

Questo blog è il mio taccuino personale, lo uso infatti per appuntare poesie che poi modificherò immancabilmente. Quindi siete avvertiti: quel che leggete oggi domani potrebbe essere diverso, o non esserci affatto.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Come mi va...

E si femò a raccontare le sue storie al mare e il vento

eliomarpa

Scrittore fantasma

Maelstrom

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

La Biblionauta

Chiacchiere sui libri e altre amenità

Archeocake

Torte del passato riviste in chiave moderna

VERDE RIVISTA

protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Il Canto delle Muse

"Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata." Gustave Flaubert

ArcheoTime

il tempo dell'archeologia. il tempo di guardare, vedere, scoprire, conoscere, viaggiare nel tempo e nello spazio attraverso il tempo dell'archeologia

Somnium Hannibalis

L'ultimo dei Barca, la cenere e il sangue

Michele Valente |Blog

Blogger e studente di Comunicazione e ricerca sociale. Scrivo di geopolitica, diritto e tematiche ambientali, attraverso un'ottica globale sulla società europea ed internazionale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: