HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Kirlian Camera

Kirlian Camera – Haunted River [taken from “Hologram Moon”, out on January 26th]


Il nuovo singolo dei Kirlian Camera. Nuove derive, in nome del nuovo Moderno.

Annunci

Kirlian Camera – Enemy Closing In (Live 2008)


Il delirio di una voce sofferente e di una lirica musicale che vibra nell’abisso futuro_mitteleuropeo.

Kirlian Camera – The Fountain Of Clouds


Senso di desolante decadenza. Senso di struggente tristezza. Intrigante per la sua particolare dissonanza.

Kirlian Camera: Black Summer Choirs | Ver Sacrum


Recensione su Ver Sacrum, a cura di Cesare Buttaboni, dell’ultimo disco dei Kirlian Camera, Black Summer Choirs, con il clip della song trainante postato qualche giorno fa. Un estratto:

Si tratta di un lavoro più vario – da questo punto di vista i Kirlian Camera sono sempre stati eclettici e coraggiosi cercando, nella loro carriera, di non fare un disco uguale all’altro – che include diversi stili e atmosfere. La prima traccia “Silencing the World” è cupa e decadente, caratterizzata da un’elettronica fredda e glaciale ma non priva di anima che ricorda i vecchi Kirlian Camera così come “The Fountain Of Clouds” dove tenui note di pianoforte dipingono paesaggi crepuscolari. L’epica “Black August” è graffiante mentre “Heavens” è una traccia electro-pop orecchiabile che non lascia il segno a differenza di “مادة مظلمة (Materia Oscura)” dove si ascoltano sorprendenti influenze di musica araba. “Words” è un’incursione in territori pop e “easy” (con al canto Ralph Jesek degli In my Rosary), un approccio stilistico che i Kirlian Camera non frequentavano da molto tempo. Ci sono anche richiami al neo-folk nella tenue e malinconica “Farewell Road”, uno stile usato solo saltuariamente ma efficacemente in passato. Chiude l’album l’oscura  “Stranger In The Abandoned Station”, con un’atmosfera da fantascienza apocalittica che mi ha ricordato 2001 Odissea nello spazio. I quattro intermezzi strumentali intitolati “Final Interview part. 1-4” contribuiscono poi a rendere il disco una sorta di colonna sonora minacciosa di un inquietante prossimo futuro.

Kirlian Camera – Black August


Le evoluzioni dei Kirlian Camera sono state notevoli in tutti questi lustri di attività, che si sono risolte nella presenza completa e complessa di Angelo Bergamini, unico elemento sempre presente nella lineup e che si risolve, quindi, nell’incarnazione dei Kirlian Camera stessi. In questi ultimi lavori si può percepire un nuovo senso di abisso evoluto insieme al tempo, insieme al disastro apocalittico che sembra sempre incombere e che mantiene ben saldo i suoi artigli su noi. Kirlian for ever…

Linea Aspera – Malarone


Qualcosa figlio dei Kirlian Camera degli inizi. Bellissima song, venata di malinconia elettronica.

T.A.C. Tomografia Assiale Computerizzata: Chaosphere | Ver Sacrum


Su VerSacrum.com la segnalazione dell’uscita di un disco dei T.A.C., di Simon Balestrazzi, band Dark-Industrial italiana storica e seminale che della sperimentazione pura ha fatto la sua bandiera. Riporto qui sotto il post integrale.

La Old Europa Cafe pubblica in un’edizione limitata di 300 copie Chaosphere, quello che è da considerare il disco perduto dei T.A.C., il seguito ideale e concettuale di Apotropaismo (Old Europa Cafe – 1997) registrato 15 anni fa a New York e mai pubblicato fino ad ora. I T.A.C. sono uno dei più grandi gruppi italiani in ambito di musica dark-industrial, sperimentale e esoterica: il gruppo, originario di Parma,  è attivo fin dagli anni ’80 con album essenziali come Ouvrez vos auditifs canaux. Col tempo sono diventati una creatura del solo Simon Balestrazzi, figura carismatica con un solido background che spazia dal Krautrock fino alla musica d’avanguardia e elettronica . Molto interessante e creativa è stata la fase della loro carriera nei ‘90 in cui i T.A.C. unirono le forze con i Kirlian Camera di Angelo Bergamini (a tutti gli effetti un membro del gruppo in quel periodo così come Simon Balestrazzi lo era dei Kirlian Camera) dando alle stampe autentici capolavori oscuri e rituali come A Circle of Limbs, Hypnotischer Eden, La nouvelle art du Deuil e il citato Apotropaismo. Chaosphere è un album astratto, cosmico e surreale, ispirato a Solaris e Stalker di Tarkovskij. Nell’album, composto da 10 tracce, vengono  utilizzati synth analogici e archeologici come l’ARP Odyssey e il mitico VCS3, uno strumento che ha fatto la storia e la gloria di nomi come il primo Klaus Schulze e i primi Tangerine Dream, e in effetti la musica, isolazionista, oscura, elettronica e fantascientifica, attinge alle sperimentazioni di questi artisti come del grande Edward Artemiev (il compositore russo che firmò la colonna sonora di Solaris) immergendo l’ascoltatore in una spirale sonora avvolgente che rievoca lo spirito di una pietra miliare come Zeit. “The Sluggish Larvae of an Antique Syntax” , con il suo misticismo elettronico che evoca  paesaggi interiori indefiniti e oceani extraterrestri, è una traccia quieta e minacciosa. La cosmica “Nodal Points”,  l’avanguardistica “As It Is” e la dark-ambinet “Collision” ben rappresentano il mood di Chaosphere,  ideale colonna sonora di scrittori di fantascienza come Arthur Clarke, J.G.Ballard, Stanislaw Lem e Arkadi e Boris Strugatzki. “This Language of Flesh and Blood”, con le sue frequenze e pulsazioni elettroniche e “Crystalliza”, con i suoi sibili e rumorismi, chiudono quest’incubo introspettivo e metafisico. Onore alla Old Europa Cafe per aver rispolverato dall’oblio cosmico quest’imperdibile perla aliena sepolta in qualche pianeta sconosciuto.

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: