HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Lycia

LYCIA – Gray December Desert Day


…i raggi del sole deviati via…

Lycia – Excade Decade Decada


L’innerspace è buio freddo e silenzioso come lo spazio siderale

Lycia – Frozen


Il gelo si sovrappone ai pensieri e ne determina il flusso disincarnato.

Esce il romanzo Olonomico, di Sandro Battisti, per la collana Spin-off | Kipple Officina Libraria


[Letto su KippleBlog]

Kipple Officina Libraria è orgogliosa di presentare in una nuova e arricchita edizione il romanzo Olonomico, di Sandro Battisti, fresco vincitore ex-aequo del Premio Urania 2014, con l’introduzione e postfazione originali di Giovanni “X” De Matteo e Marco “pykmil” Milani e con due racconti coverin appendice, Ancient name e l’inedito Bisanzio overload; la copertina è a cura dell’artista Ksenja Laginja.
Consolidiamo con questo ebook la collana Spin-off, dedicata alla diffusione di storie ambientate nell’Impero Connettivo – creazione connettivista che narra gli eventi di un Impero Postumano con forti similitudini a quello Romano – in cui lo Stato governa sullo spazio e sul tempo sotto il comando di un alieno, un Nephilim.

Sinossi

Nell’Impero Connettivo, un Impero postumano esteso sul tempo e sullo spazio, fortemente simile a quello Romano, governa un alieno, un Nephilim: l’imperatore Totka_II. Con il suo alto funzionario Sillax, continuano a progettare espansioni territoriali e temporali. Le loro nuove mire si concentrano su una vasta regione dove i giovani Lycia e Storm interagiscono caoticamente con uno strano personaggio che si nasconde dietro movimenti apparentemente incomprensibili.
L’Impero, governato da una stirpe di alieni semieterni, causa prima dell’umanità e poi della postumanità, è davvero così florido? Che cosa accadrà, quando i percorsi di tutti i personaggi del romanzo s’incontreranno, e utilizzeranno tutti i continuum con cui verranno in comunicazione? Una splendida metropoli, asettica e algida li attende…

Estratto

Una voce maschile ripete continuamente in me parole che mi paiono onomatopeiche, il loro tono è risoluto, non lascia adito a interpretazioni, pretende l’attenzione assoluta. Dice: – Isteril isteril, rowendi nga leis sciuri – e ogni volta che questi fonemi vengono pronunciati mi sento afflosciare, provo una sensazione di svuotamento e credo che questa prenda il sopravvento, progressivamente, a ogni sequenza della frase.
Non conosco la lingua dell’espressione, ma il senso mi sembra inequivocabile: – Discendi, affonda nel mio volere.
Una figura avanza verso di me. Si è addensata partendo da particelle di acqua in sospensione, sembrava soltanto una leggera foschia e un attimo dopo l’ho percepita come un’imponente figura, maestosa. La mia testa oscilla, devo sedermi; mi sembra di sentire la mia sfera emotiva invasa, percepisco tutto ciò come una deflagrazione dell’unità energetica che sono.
O che ero.
Sul visore della mia psiche si staglia nitida la sagoma che avanza verso me, dal fiume.
– … Il tramite unificatore.
– Cosa? – mi sento dire, mi sembra di essere in trance.
– Tu sei colui che riesce a vedere tra i continuum, il tramite unificatore.
Faccio fatica a recepire esattamente il messaggio, non capisco cosa dovrei unificare, né chi sia l’essere imponente che mi sta parlando. Lo guardo meglio, ora che si avvicina, e una ieraticità nel suo aspetto m’impone d’inginocchiarmi al suo cospetto. Sembra rivestito da un’armatura, connettiva mi viene istintivo definirla, forse per la sensazione di connessione al carapace biologico che trapela dall’armatura che indossa. È una figura alta, molto alta, potrebbe raggiungere il doppio della mia statura. La sua testa ha qualcosa di luminescente, di violento, che rende evanescenti i suoi tratti del viso. Poggia una mano sulla mia spalla.
– Andiamo, lì.
Indica un isolotto nell’ansa del fiume, lo vedo nitidamente solo ora e mi sembra assurdo che non me ne sia accorto prima, forse ora c’è più luce? La luna ancora non c’è, sento solo il vento che sembra aumentare istante dopo istante, che mi trascina lì, verso l’acqua, in direzione dell’isolotto.
Scorgo una selva di alberi su quella lingua di terra man mano che mi avvicino, mi sembra di librarmi sull’acqua. Gli alberi si agitano follemente, fronde, salici comprendo, quando la distanza mi permette di guardarli bene.
Prima di quanto mi aspettassi mi ritrovo a vagare tra quei rami ondulati. A essere accarezzato, blandito dal buio pesto, dalle parole di quell’essere che nel frattempo è tornato a esprimersi nel suo idioma contorto. Affondo in quel terreno sabbioso, piccoli smottamenti elidono il territorio fuori dall’acqua rapidamente, mentre sento montare una tempesta, uno scroscio di pioggia, che se fosse direttamente proporzionale alla portata del fiume, mi spazzerebbe via in pochi secondi.
– …Porta d’accesso all’osservatorio… – sento sussurrare dal gigante, di nuovo nella mia lingua. È un istante d’intelligibilità quello che riesco a ottenere, poi un senso di disgregamento infinito mi colloca in un luogo senza appigli, potrei star precipitando in un gorgo senza che io possa capirlo.
– Doeshir, fol teist… – aggiunge l’essere.

L’autore

Sandro Battisti è noto in rete con lo pseudonimo di Zoon. Nel 2004 è stato uno dei fondatori del movimento letterario connettivista e a partire dallo stesso anno si è dedicato allo sviluppo di uno scenario comune a molti suoi lavori successivi, noto come Impero Connettivo. Ha vinto ex-aequo il Premio Urania 2014.

La collana

La collana Spin-off è dedicata alla diffusione di storie ambientate nell’Impero Connettivo – creazione connettivista che narra gli eventi di un Impero Postumano con forti similitudini a quello Romano – in cui lo Stato governa sullo spazio e sul tempo sotto il comando di un alieno, un Nephilim. La valuta monetaria in vigore è l’informazione, mentre l’Imperatore di stirpe aliena Totka_II governa con le sue capacità occulte sull’evoluzione tecnologica dell’umanità: i postumani.

Sandro Battisti | Olonomico e altri racconti

Copertina di Ksenja Laginja
Prefazione di Giovanni De Matteo
Postfazione di Marco Milani

Kipple Officina Libraria
Collana Spin-off — Formato ePub e Mobi — Pag. 192 – € 1.95 — ISBN 978-88-98953-40-0

Link

OLONOMICO di Sandro Battisti in “Offerta Speciale” | CIESSE Edizioni Blog


8fdb8-coverolonomicoDa mercoledì 19 fino a tutta domenica 23 novembre il mio romanzo, Olonomico, sarà in offerta davvero speciale su circa 80 Store OnLine (non è certa l’adesione di Amazon). Dal blog di Ciesse Edizioni, la casa editrice che mi ha onorato nel pubblicarmi, opererà uno sconto sull’eBook e così sarà possibile acquistarlo al prezzo di 1.9 € anziché 5.

Qualcuno ancora non l’ha letto? È l’occasione giusta!

Lycia – Colder


Quando ti giri e trovi il nulla gelido intorno, e sopra, e ovunque si concrezioni il continuum, si raccoglie immobilità estenuante e asfittica, ma bellissima.

The day has come for everything to change
As I slip in the cold, and I fade
The time has come for everything to fade
As I slip in the cold and I’m colder

Olonomico di Sandro Battisti – My articles – Publisher – FANTASCIENZA E NON SOLO


Vito Introna dedica sul suo blog Edorzar una bella recensione al mio romanzo Olonomico. Mi fa particolarmente piacere segnalare l’evento, sottolineato dalle belle parole che Vito ha speso per me; lo ringrazio, e incollo qui sotto i momenti significativi dell’intervento:

Ampolloso, curato, ricco, a volte barocco. Sandro scrive con precisione fanatica e il suo romanzo, malgrado lo stile non certo semplice, risulta affascinante, istruttivo e ben godibile.

La vicenda procede su tre distinti livelli: la fuga di Sillax, l’amore e odio fra Storm e Lycia e i monologhi interiori di un terzo protagonista occulto, mai palesatosi. Sia i cambi di pov sia i dialoghi sono curati al massimo e il finale, a sorpresa, è stato predisposto con notevole perizia. L’intera struttura del testo è esente da pecche, ottimo l’editing.

Lycia – Drifting


Basta un istante catartico per vedermi scomparire, volute di buio aromatico che si scompongono in ombre argentate e lasciano lapislazzuli di percezioni, che avvolgono e rendono il calore la luce scomposizioni ineffabili di altro. Via, si va via, altrove, senza rendere il percorso chiaro; per nessuno.

Lycia – The remnants and the ruins


Il fronte si muove asincrono lungo la mia linea dell’orizzonte; doveri lasciati sedimentare sotto colori profondi, oltre l’abisso siderale, oltre le rifrazioni interiori del mio stato psichico.

Lycia – Drifting


Spleen esteso, infinito, oltre il calore che non lede il kernel della mia anima. Rimango, su lidi bui, gelidi. I’m

Leggi il seguito di questo post »

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

Cavallette neanche tanto Criptiche

http://waitforthericochet.blogspot.com/

Buxus

(Bretella Seduta)

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

J. Iobiz

Scrittore. In realtà, sono solo un personaggio di fantasia, ma di quale fantasia non ricordo più

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

Mágica Mistura✨

Uma mistura mágica de poesia, imagens, música, citações, atualidades e velharias do Brasil e do mundo,sempre com um toque de inconformismo ...

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

osirisicaosirosica e colori

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La community italiana sul cinema

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: