HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Marte

Ritorna Korolev di Paolo Aresi, con una sorpresa | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com la segnalazione della riedizione di Korolev, romanzo di Paolo Aresi che nel 2011 è stato edito da Urania. Ora il libro ritorna con DelosDigital e promette un seguito a breve. La quarta:

Nel 2084 la storia dell’astronautica ha fatto enormi passi avanti. È passato oltre un secolo da quando gli eroi della corsa allo spazio, come Sergej Pavlovic Korolev, padre del programma spaziale sovietico, avevano mandato in orbita i primi razzi. Ora la quarta missione euroamericana ha raggiunto Marte. Sembra ormai routine, ma arriva una incredibile scoperta, destinata a cambiare la storia dell’umanità: in una valle marziana viene rinvenuta una capsula Sojuz, risalente agli Anni sessanta del ventesimo secolo. Come può essere arrivata fin lì? E soprattutto, c’era a bordo qualcuno?

Un’appassionante romanzo di Paolo Aresi – l’unico autore di fantascienza italiano al quale sia stato dedicato un asteroide da parte dell’Iau (Unione astronomica internazionale): 333326 Aresi, orbitante fra Marte e Giove – nel quale l’autore dimostra tutta la sua esperienza e passione per l’esplorazione dello spazio.

Ristampati su Marte | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com la segnalazione del racconto I nomi nuovi di Marte, di Davide Camparsi, storia assai originale e disturbante. La sinossi:

A centoventicinque milioni di chilometri dalla Terra c’è un posto nuovo in cui i ricchi possono passare le vacanze: Marte. Oasi turistiche artificiali in attesa della terraformazione del pianeta rosso, sulla cui superficie si muovono le creature deputate alla sua rinascita. Sono i nostri indesiderati, costretti a scegliere se proseguire il loro infruttuoso errare sulla Terra o diventare esseri ristampati su Marte per far fronte alla provvisoria inospitalità dell’ambiente.

Sta per arrivare la prima nave-crociera. È tutto pronto. Ma ciò che è nuovo nella forma non è detto che lo sia anche nell’anima. Stoccata in orbita attorno a Marte, ricorda tutto, e anch’essa brama una rinascita o una rivalsa.

Little Planet Factory: tutti i pianeti del sistema solare sulla propria scrivania | KippleBlog


[Letto su KippleBlog]

Little Planet Factory nasce dall’idea di George Ioannidis, un artista che un giorno, non riuscendo a travare il modellino del pianeta Marte, ha deciso di crearselo da solo. Grazie alla tecnologia delle stampanti 3D, Little Planet Factory ha creato un’intera serie di pianeti e satelliti di tante grandezze diverse – e tutti da un punto di vista scientifico rigorosamente accurati – che può abbellire la scrivania di chiunque. Per visitare il sito basta cliccare qui.

Le nubi barocche di Marte – Carmilla on line


Su CarmillaOnLine uno splendido racconto – e poteva essere altrimenti? – di Vittorio Catani: Le nubi barocche di Marte. Sublime…

Ricordo bene, sulla Terra doveva essere il settembre 2045, su Marte chissà che stagione era e comunque era identica a un settembre. D’altronde Marte, freddo glabro e spoglio com’è, con quella luce giornaliera tra ombra e il color cenere, a noi astronauti è sempre apparso un eterno autunno, o un eterno tramonto. Un pianeta silente, immobile, forse inutile. Sì, ricordo bene quel pomeriggio. Tu, Liza, facevi parte della spedizione al Polo Nord e dovevi restare alla Base per altri tre mesi, ma era in arrivo dalla Terra la navetta delle turnazioni e io avevo deciso di ripartire. Non era indispensabile la mia sostituzione, pure mi ero incaponito a tornarmene.

Uscimmo dalla Base, formata da tante stanze semisferiche allineate. Sembravano igloo, collegati da piccole gallerie. Uscimmo per appartarci e salutarci, lasciando dentro Wachowski, Corbett, Nakamura e De Lillo.

Eravamo accampati lì perché studiavamo la calotta polare marziana, dove c’era pochissima acqua e soprattutto ghiaccio secco. Di giorno un po’ evaporava al debole calore del sole (un dischetto come una monetina, lontanissimo e freddo) o meglio sublimava, passando direttamente dallo stato solido al gassoso. Per questo motivo (ricordi, Liza?) si era creata sullo sfondo una sorta di nebbia o nuvolone, che incrociando i deboli raggi solari creava un effetto eccezionale. Una nuvolaglia grigia, con sfrangiature di un giallo accecante e zone d’un verdone cupo. Eppure era mozzafiato, ricordi?

Dollari freschi per le missioni su Marte | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com un articolo che segnala una pioggia di dollari in arrivo per le missioni spaziali e Marte, e un nuovo impulso da Elon Musk sempre per la conquista del pianeta rosso. Sono davvero convinto che tutta questa corsa allo Spazio si stia facendo non perché è bello, affascinante e tremendamente estremo, ma perché il Liberismo sta cominciando a mangiare se stesso, e c’è bisogno di nuovi mercati da spolpare.

Il Senato ha approvato il budget NASA da 19,5 miliardi di dollari: un segnale importante e una boccata d’ossigeno per il destino delle future “scappatelle” sul pianeta rosso. Con lo stanziamento di tali somme, adesso il futuro della missione è svincolata dalla partita presidenziale.

Il budget era stato presentato dal presidente uscente Obama e prevedeva già alcuni ridimensionamenti, nonostante la promessa di mantenere comunque l’impegno di realizzare un volo di test senza equipaggio nel 2018 e uno inaugurale con astronauti a bordo nel 2023. Il planning NASA contempla programmi di scienza, operazioni di esplorazione umana, il completamento del successore di Hubble (James Webb Telescope) e, udite udite, lo sviluppo di un nuovo mezzo spaziale o, per usare un lessico più affascinante… un’astronave. Per raggiungere “nuove forme di vita e di civiltà, fino ad arrivare là dove nessuno è mai giunto prima”?

Marte è essenziale per la sopravvivenza della razza umana


Su Fantascienza.com un interessante e definitivo articolo per quanto riguarda il nostro futuro sul pianeta Terra. Destinazione Marte, quindi, ma voi siete d’accordo?

La Terra si trova in un’area pericolosa del sistema solare e corre il rischio di essere colpita da asteroidi ammazza pianeti.

Infatti la Nasa sta monitorando 876 oggetti spaziali con estrema attenzione perché Negli ultimi 500 milioni di anni la Terra ha visto 5 estinzioni di massa, l’ultima delle quali ha cancellato i dinosauri. Di quei 876 oggetti, 150 passeranno a cinque milioni di miglia dal nostro pianeta nei prossimi 100 anni e hanno il potenziale di mettere in pericolo la razza umana. Non è una questione di se, ma di quando,

E conclude: la Terra non verrà colpito da un ammazza pianeti per altre centinaia di anni, ma succederà. E se vogliamo sopravvivere come specie, dobbiamo fare un back up in altri posti. e Questo posto è Marte.

Le missioni per Marte? Sono una truffa ∂ Fantascienza.com


English: Highest-resolution view of the "...

Su Fantascienza.com un interessante post che fa un po’ il punto sulle preparazioni dei viaggi su Marte da parte di varie agenzie spaiali, commerciali e governative. Non ne esce fuori un buon quadro, anzi a dirla tutta la prospettiva è molto oscura. Credo non gli si possa dar torto.

Ed eccoci a Mars One, che ha sede in Olanda: la società dietro il programma dice che sarà in grado di finanziare il progetto da 6 miliardi di dollari per un viaggio di sola andata verso Marte, tramite donazioni e il reality show che seguirà le selezioni dei volontari per la partenza. Dopodiché in gruppi di quattro, i coloni partiranno nel 2024 e 2025, viaggeranno per sei mesi in una struttura grande quanto un camper per poi atterrare sul pianeta, dove vivranno il resto della loro vita.

E uno studio pubblicato dal MIT l’anno scorso, ha sottolineato come il resto della loro vita durerà al massimo 68 giorni, come ha spiegato uno degli autori, l’ingegnere aerospaziale Sydney Do: “tenere in vita le persone su Marte è molto più difficile di quanto la gente possa pensare.”

Gli ingegneri di Mars One dichiarano di poter superare le avversità di Marte usando sei capsule Spacex Dragon modificate, equipaggiate con serre gonfiabili. Ma, secondo il rapporto di Do, le piante produrranno velocemente troppo ossigeno, soffocando i coloni. Inoltre, i pezzi di ricambio rappresenterebbero il 62% del materiale trasportato e soprattutto, la tecnologia per estrarre l’acqua dal suolo di Marte, ancora non esiste.

Dallo studio effettuato al MIT, si evince che il piano di Mars One è di lanciare 15 razzi interplanetari, i quali da soli hanno un costo di 4,5 miliardi di dollari, senza contare i costi dei moduli abitativi, lo sviluppo della tecnologia e l’invio di rifornimenti: “Mars One non è la missione che colonizzerà Marte” conclude Do.

 

Alessandro Rolfini

Be Different...Be Free !!

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: