HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Paolo Di Orazio

Ritorna il bambino dei moschini | HorrorMagazine


Su HorrorMagazine la segnalazione dell’uscita a fumetti de Il bambino dei moschini, graphic novel ideata da Paolo Di Orazio e Andrea Domestici nel 2005, uscita in Francia e non qui da noi.

Un’opera dark a metà tra Nightmare Before Christams e i supereroi vecchia maniera. Emozioni assicurate, azione, ironia, dramma. Uno steampunk ante litteram. Nella placida ma plumbea cittadina di Scarafonia si verifica un’improvvisa invasione di moschini. Uno sciame di insetti mutanti la cui puntura suscita un’epidemia di allegria e ilare follia. L’evento mette in azione la giovanissima Celesta, enfant prodige della biologia che riesce ad arrivare ad Artibal, il bambino dei moschini da cui sembra avere origine la spaventosa invasione…

Annunci

Splatter torna in edicola! | HorrorMagazine


Su HorrorMagazine la segnalazione che Splatter, la mitica rivista italiana dei primi ’90 capitanata da Paolo Di Orazio, torna in edicola dal 20 luglio con una selezione delle migliori cose uscite all’epoca. Imperdibile per gli appassionati e non solo!

 

In anteprima su Horror Magazine la sinossi di “Spaghetti Western Freakshow”


Il dottor Emilio Carlomaria Martinetti Branzini è a capo di una clinica molto speciale: qui sono ricoverati i pazzi e deformi, nati da unioni consanguinee, incesti e abomini vari.

Tra gli ospiti della struttura c’è la radiosa e bella creatura, Elisabetta, una splendida freak nata senza gambe, dal conte Alvaro Mariotti e Valeria Agostini. Il dottore progetta una speciale sedia ambulante per permettere a Elisabetta un giro in città. Ma la loro prima uscita pubblica si trasforma nel momento catartico del western show. Successivamente tutto sarà un vortice di totale orrore, un ciclone di aberrazioni, sensazioni e assurde follie. Visioni e ideali, violenza e romanticismo accompagneranno il lettore fino all’ultima pagina, senza tregua.

Ecco il nuovo racconto di Paolo Di Orazio che uscirà a metà maggio per i tipi della Vincent Books. Parliamo di Spaghetti Western Freakshow, un delirio assolutamente imperdibile del buon Paolo, che esplora le derive delle sue avanguardie mefitiche. Su HorrorMagazine.

Black & Why? Comic Book of Dead | HorrorMagazine


Su HorrorMagazine la recensione a Black & Why? Comic Book of Dead, di Paolo Di Orazio. Cos’è?

Black & Why? Comic Book of Dead non è semplicemente un libro, è qualcosa di più. È è una fotografia, molto particolare e ben curata di trent’anni anni del grandioso lavoro di Paolo Di Orazio, eccellente firma storica del fumetto italiano. Essenzialmente è una sfilata di fantasie maligne messe bianco su nero. Qui potrete ammirare immagini horror, sketch, fumetti, fiabe grottesche e filastrocche del terrore, racchiuse in un volume elegante, quasi come il raffinatissimo tratto dei disegni dell’autore.  Dunque B&W è una collezione imperdibile per chi già apprezza PDO, ma anche un’ottima ed efficace proposta di lettura per chi ancora deve scoprire il genio del principe dello splatter-punk italiano.

Un’opera imperdibile per gli amanti del Genere, perché Paolo sa trasmettere le inquietudini di un universo sbieco che irrompe nel nostro reale, e lo contamina di orrore e paura a contatto. Da non perdere…

Il morso dello sciacallo | HorrorMagazine


Su HorrorMagazine una recensione a Il morso dello sciacallo, di Paolo Di Orazio.

L’autore romano ha nuovamente dimostrato di essere uno scrittore dallo stile ricercato e raffinato e, soprattutto, di riuscire a trasmettere alla perfezione quello che si cerca quando si legge un libro horror: la paura! La caratteristica che rende Di Orazio un artista unico è la complessità della sua  scrittura, sempre forbita, curata, ricca di dettagli e aggettivi sofisticati che rendono le descrizioni lucenti e tanto reali che sembra di vederle.

Di Orazio è l’artefice dello splatter italiano e arricchisce questo genere truculento e ostentatamente violento, componendolo con la sua tipica eleganza stilistica. Attraverso un’acuta commistione di realtà quotidiana ed elementi di carattere soprannaturale e circostanze irrazionali, riesce a offrire un’esperienza di lettura irripetibile. Ulteriore aspetto vincente de Il morso dello sciacallo, che poi è un’altra peculiarità di Di Orazio, è l’originalità assoluta.

I libri e i racconti di questi tempi soffrono di cliché, di costanti emulazioni. Assistiamo sempre più spesso a omaggi e citazioni che in pratica nascondono mancanza di autenticità. Questo autore invece garantisce che quello che si sta per leggere è una novità. Nessuno ha scritto prima di lui gli orrori che ci racconta. Tutto è nuovo e incantevole perché nasce la sua genuina creatività; le allucinazioni inquiete, gli incubi che narra, e anche gli omicidi che inventa,  sono di sua proprietà, sono solo suoi.

Chi ha già letto Paolo non farà fatica a riconoscere in queste note la sua cifra stilistica e quindi, il mio invito, è quello di accaparrarsi anche quest’opera, non ve ne pentirete.

Alla fine della notte (perverted version) | HorrorMagazine


Su HorrorMagazine la recensione Alla fine della notte (perverted version), di Stefano Fantelli, con tavole illustrate di Paolo Di Orazio.

Alla fine della notte (perverted version) è l’imperdibile raccolta di avventure, quantomeno eccezionali, scritte con magica mano da Stefano Fantelli. È un libro che nessun appassionato di horror, di splatter e soprattutto di buone letture dovrebbe perdersi. Fantelli ha uno stile deciso, energico e si dimostra un’ottimo scrittore di racconti. Da bravo stregone, d’altra parte lui è il Brujo, ammalia il lettore con situazioni avvincenti, intrise di sensazioni ben definite che trascendono il sogno.

L’autore bolognese ha immaginato un mondo favoloso, fiabesco e per trasmetterlo al meglio ha un’arma infallibile: la sua graffiante scrittura. L’efficacia delle sue parole è determinate per tutto il lavoro. Descrive mondi incredibili, deliri di sangue e follie della mente e li fa diventare veri, perfettamente reali, con un sapiente uso di espressioni scritte al posto giusto nel momento giusto. Anche la scelta degli aggettivi è ben calcolata, così da offrire dettagli incisivi che permettono di immergersi completamente in quello che si sta leggendo.

Il ritmo, quasi cinematografico, dei racconti è anch’esso quello giusto: alterna il noir cupo e misterioso allo splatter violento, al sangue e alle interiora che invadono l’ambiente. Nelle storie che leggerete non mancano amore e sentimento, e soprattutto a rinfrescare la lettura e l’animo c’è un’ironia inglese molto piacevole e tante battute alla Groucho Marx che strappano sentite risate.

2016 Bram Stoker Awards Preliminary Ballot | Kipple Officina Libraria


[Letto su Kipple‘s blog]

Sono stati annunciati (qui) i Preliminary Ballot del Premio Bram Stoker 2016; belle sorprese in più categorie, con autori italiani (molti variamente pubblicati da noi) e nostre pubblicazioni in lizza per il Premio finale che sarà decretato alla StokerCon il 30 aprile, a Long Beach, California. Ecco il dettaglio le categorie interessate – in sottolineato ciò che riguarda Kipple:

Superior Achievement in a Novel

  • Lombardi, Nicola – The Tank (Dunwich Edizioni)

Superior Achievement in a Graphic Novel

  • de Campi, Alex – No Mercy, Vol. 2 (Image Comics)

Superior Achievement in Short Fiction

Superior Achievement in an Anthology

  • Manzetti, Alessandro – The Beauty of Death (Independent Legions Publishing)
  • Manzetti, Alessandro and di Orazio, Paolo – The Monster, the Bad and the Ugly (Kipple Officina Libraria)

Superior Achievement in a Poetry Collection

Ringraziamo vivamente i nostri autori e curatori per il traguardo raggiunto finora, e vogliamo fortemente festeggiare con voi il Premio finale, il 30 aprile. KeepTalking!

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

N I G R I C A N T E

blog esperienziale di Michele Nigro

Flavio Torba

Scrittore con predilezione per l'horror.

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Crudo e Cotto

Blog di cucina vegana

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn

✨ Artistic spirit ✨👩‍🎨 🇮🇹 26 ♍️ 📧 evelynartworks@virgilio.it

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

Espedienti Editoriali

parlo di editoria e creo eBook

sabbiature

Culture seriali

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, studi tradizionali, antropologia del sacro, storia delle religioni, folklore, esoterismo.

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

patrizia arcari

LIFESTYLE BLOG - appunti e brevi considerazioni su economia circolare, slow life, trasporto sostenibile, cucina del riuso e ... quantistica

PAROLE LORO

«L'attualità tra virgolette»

Ottobre

giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

bertolinometalartist

GIACOMO BERTOLINO

Diario Esoterico

Un diario non è altro che un registro di viaggio.

mayoor

Con me nell’universo!

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Come mi va...

E si femò a raccontare le sue storie al mare e il vento

eliomarpa

Scrittore fantasma

Maelstrom

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

La Biblionauta

Chiacchiere sui libri e altre amenità

Archeocake

Torte del passato riviste in chiave moderna

VERDE RIVISTA

protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Il Canto delle Muse

"Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata." Gustave Flaubert

ArcheoTime

il tempo dell'archeologia. il tempo di guardare, vedere, scoprire, conoscere, viaggiare nel tempo e nello spazio attraverso il tempo dell'archeologia

Somnium Hannibalis

L'ultimo dei Barca, la cenere e il sangue

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: