HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Robert Aickman

Lisa Tuttle: Il profumo dell’incubo – Ver Sacrum


Su VerSacrum la recensione a Il profumo dell’incubo, raccolta di racconti di Lisa Tuttle, pubblicazione uscita per la puntuale Edizioni Hypnos. Un estratto:

Si tratta di un’antologia di alto livello che offre un’esauriente panoramica della sua particolare arte. Ci sono sicuramente delle connessioni con la narrativa di Robert Aickman (nona caso la Tuttle definisce la sua narrativa “strange fiction”) per il senso di spaesamento ingenerato nel lettore che spesso, proprio come accade con lo scrittore inglese e le sue “strange stories”, rimane spiazzato dall’evoluzione di questi racconti in cui il finale rimane di difficile interpretazione. Questa caratteristica in qualcuno può generare una certa frustrazione e il rischio concreto è quello di lasciar perdere. In realtà ci troviamo di fronte alle patologie della mente e ai fantasmi dell’inconscio.

Ci sono dei veri e propri gioielli come l’iniziale La casa degli insetti, un inquietante incubo horror “kafkiano che assurge allo status di classico. Non poteva poi non essere inserita una storia straordinaria come Sostituti (presentata anche nel citato numero della rivista Hypnos) in cui il protagonista incontra in pieno giorno l’orrore sotto la forma di una sorta di animaletto dalle strane sembianze che gli suscita immediatamente una forte ripugnanza (finirà con l’ucciderlo). All’opposto la moglie ne raccoglie un altro esemplare che, dal suo punto di vista, trova adorabile tanto da considerarlo più importante dello stesso marito che sarà invitato ad andarsene. Alla fine emerge il conflitto fra uomo e donna (uno dei temi portanti della femminista Lisa Tuttle) che viene esemplificato dall’apparizione di queste bizzarre creature (simbolo dei“mostri della ragione”). Il nido è invece un racconto che narra dei difficili rapporti fra Sylvia e Pam, due litigiose sorelle che vanno a vivere in una nuova casa dopo la morte della madre. Sylvia sembra nascondere in soffitta un segreto inquietante tanto da allarmare Pam che finirà per intervenire. Sylvie reagirà andandosene da casa: il finale non spiega niente (un po’ alla Aickman) e lascia un velo di inquietudine psicologica sull’intera vicenda. Il volo per Byzantium è divertente in quanto ci spiega le vicissitudini di una scrittrice di fantascienza (proprio come successo alla Tuttle che d’altra parte sostiene come la narrativa horror sia autobiografica) non molto famosa invitata ad una convention. Più crudo e disturbante risulta essere La mia malattia che tratta il tema della maternità (qui vista come una patologia) sotto la luce dell’alchimia e della ricerca della Pietra Filosofale. Gli ultimi due racconti sono a mio avviso stupendi: Il libro che ti trova è un vero e proprio omaggio alla figura sfuggente di Robert Aickman mentre L’ultima sfida rilegge una storia di Walter de la Mare riconsegnando la Tuttle a quella tradizione gotica da cui proviene.

Cronache dalla Miskatonic University – Sub Rosa. Tutti i racconti fantastici. Vol.3 | HorrorMagazine


Su HorrorMagazine la recensione, a cura di Miskatonic University, di Sub Rosa, raccolta di racconti di Robert Aickman edita da Hypnos. Un bel passaggio della rece:

Il termine Sub Rosa, abbastanza comune nel lessico anglosassone, indica un’abbreviazione dall’espressione latina Sub rosa dicta velata est, che indica la “rosa come simbolo di segretezza”. Così, per semplificare, possiamo dunque interpretare il termine Sub Rosa come qualcosa di riservato che sarebbe preferibile non svelare.

Del resto la scrittura enigmatica di Aickman ci viene incontro e in più di un passaggio si ha veramente la sensazione di far quasi parte di una specie di ristretta e selezionata minoranza (addirittura una setta) a cui viene dato il privilegio di assistere ad alcune sconcertanti rivelazioni. Eccoci allora trasportati in un polveroso e buio negozio che vende stranissimi giocattoli, come ad esempio una vecchia e maltenuta casa di bambole di dimensioni a dir poco preoccupanti. Racconto, questo La stanza interna, che sono abbastanza sicuro abbia fornito parecchia ispirazione a un autore come Ligotti.

Oppure, come avviene nel conclusivo Nel bosco, verremo ospitati in una struttura sperduta tra le foreste svedesi che è a metà tra l’albergo di lusso e una clinica assai singolare che cura persone sofferenti di gravi forme di insonnia. E dormire fuori casa diventa davvero poco consigliabile se la meta del vostro soggiorno è la decadente Clamber Court descritta in La polvere sospesa, dove avrete il (dis)piacere di conoscere le glaciali e apatiche sorelle Brakespear, in un incubo che sembra partorito direttamente da un M.R. James in vena di scherzi macabri.

Sub Rosa | FantasyMagazine


Su FantasyMagazine la segnalazione del terzo volume sull’opera di Robert Aickman, in uscita per Edizioni Hypnos: Sub Rosa.

Ad Aickman l’editore dedicò una monografia nel numero 4 della rivista Hypnos_Magazine, dove fu pubblicato anche il bel racconto I ciceroni, ambientato all’interno della Cattedrale di Saint Bavon, a Gent (Belgio). A questa pubblicazione fecero seguito due volumi di antologie, Sentieri oscuri e I poteri delle tenebre, per il momento esauriti, ma che saranno ripubblicati in occasione dell’uscita della nuova raccolta.

Il presente volume raccoglie gli otto racconti presenti nell’antologia omonima, pubblicata nel 1968. L’uscita è prevista per il 30 aprile ed è prenotabile, con lo sconto speciale del 15%, sul sito dell’editore.

Sinossi

La raccolta Sub Rosa comprende otto storie che attingono tanto alla tradizione della ghost story classica alla M.R. James, come nell’inquietante “La polvere sospesa”, quanto all’horror psicologico alla Henry James e Walter De La Mare, come nel dramma familiare di “Non più forte di un fiore” o nell’angosciante “La stanza interna”, sino alla tradizione della femme fatale nelle cupe atmosfere lagunari di “Mai visitare Venezia”.

Dopo Sentieri Oscuri e I poteri delle tenebreSub Rosa continua la pubblicazione di tutti i racconti fantastici di questo unico e straordinario autore.

Inoltre, su PostHuman Mario Gazzola fa una pronta recensione all’opera mentre è ancora avvolto dalle spire del suo FantaRock, opera che gli si continua ad attagliare addosso come una storia weird, prima razionale poi sempre più sfuggente e inquietante, proprio come le suggestioni di Aickman.

 

AA.VV.: Nuovi incubi – I migliori racconti weird” | Ver Sacrum


Su Versacrum la recensione all’opera Nuovi incubi – I migliori racconti weird, di Autori Vari, pubblicazione delle Edizioni Hypnos che così inaugura la nuova collana “Modern Weird”.

Nella recensione viene presentata anche una definizione assai esaustiva di cosa è il weird:

In effetti  questo termine non è facilmente collocabile e può essere rinvenibile nei generi più disparati pur appartenendo a dei sottogeneri identificabili come il racconto di fantasmi, il fantasy, lo strano e l’orrore cosmico. Essere “weird” è più un’attitudine e uno stato mentale che porta a far fuoriuscire il materiale sepolto nell’inconscio: e forse, da questo punto di vista, il più grande rappresentante del genere è l’inglese Robert Aickman la cui produzione non è classificabile in nessun filone particolare di quelli citati pur essendo prossima in un modo tutto suo a ognuno di essi. Attualmente dopo Aickman il più grande rappresentante del “weird” è invece Thomas Ligotti, il cui approccio non convenzionale alla materia horror non a caso è stato molto apprezzato dal leader del leggendario gruppo musicale dei Current 93, David Tibet. L’antologia di cui qui si parla è un ottimo esempio di quanto sopra detto:  gli scrittori presenti si caratterizzano per una genuina propensione al bizzarro e al macabro. Ci sono fra loro racconti diversissimi che tuttavia hanno in comune la volontà di andare oltre gli schemi codificati.

Un altro eccellente colpo dei tipi Hypnos, sempre in prima linea e sempre capaci di reperire del materiale assolutamente all’altezza della loro fama.

Robert Aickman: I poteri delle tenebre | Ver Sacrum


Su Versacrum la recensione della seconda raccolta di racconti di Robert Aickman, edita dalle Edizioni Hypnos, intitolata I poteri delle tenebre.

Nell’ambito dell’ampliamento della cultura del Fantastico che la casa editrice milanese, questo volume è un altro piccolo gioiello da leggere incastonare nella propria biblioteca; incollo qui sotto la recensione a cura di Cesare Buttaboni.

Le Edizioni Hypnos proseguono nel presentare al pubblico italiano Robert Aickman pubblicando “I poteri delle tenebre”, il secondo volume (sui 6 previsti) dei suoi racconti. Aickman è indubbiamente uno dei grandi del “weird tale” del secolo scorso. Per la prima volta il lettore italiano avrà così la possibilità di poter leggere l’opera omnia di questo scrittore, artefice dell’evoluzione della classica “ghost-story” inglese. Aickman si muove nel solco del grande Walter de la Mare, maestro del fantastico psicologico. Le sue, come faceva acutamente notare David Tibet (leader del gruppo musicale dei Current93) nell’introduzione al primo volume, non sono esattamente le consuete storie di fantasmi. Ci troviamo di fronte a un autore che indaga i fantasmi che si nascondono nella mente umana facendo emergere ciò che si cela nell’inconscio. Non a caso l’influenza di Freud e del Surrealismo è ben presente nella sua opera. Non è così sempre facile riuscire a decifrare a capire dove voglia esattamente andare a parare Aickman. I suoi “strange tales” aprono le porte all’irruzione del bizzarro e dischiudono abissi di alienazione e dolore. Ma una volta entrati nel suo mondo si viene immersi in un universo oscuro dominato da una dimensione “incubica” e soprannaturale. L’introduzione de “I poteri delle tenebre” è affidata a T.E.D. Klein, il noto scrittore horror americano. Klein ha avuto modo di conoscere direttamente Aickman e ce ne lascia un ritratto affascinante. Ne emerge la figura di un eccentrico inglese, un uomo solitario alle prese con le sue ossessioni. Le storie presenti nel presente volume sono di altissimo livello, ma d’altronde tutta la sua produzione merita di essere letta. “Il mare color del vino” è la mia storia preferita: il protagonista approda su un’isola  (situata nell’Egeo) in cui è presente una misteriosa fortezza. Sembra essere deserta ma ben presto conosce 3 donne che, in realtà, come da loro stesso ammesso, sono streghe. L’isola ha una natura divina. La vita in quel luogo fuori dal tempo trascorre come in un sogno ma purtroppo il finale sarà molto triste. “Più grande di noi” è un altro grande racconto che narra di una bizzarra festa in cui gli invitati discutono di filosofia e “spiritualità” e dove viene evocata una dimensione metafisica e quasi mistica. “Che gelida manina” ha invece un’atmosfera claustrofobica. La storia è tutta ambientata in una stanza dove un individuo alienato combatte con le sue ossessioni in cui continua ad essere disturbato da continue e inesplicabili telefonate. “Il mio povero amico” ci parla degli orrori che si annidano nei corridoi dei sistemi di potere e più precisamente nel parlamento. Una storia che ho trovato quasi “kafkiana”. In “Una celebrità in visita” facciamo la conoscenza di un’enigmatica attrice del passato mentre in “Una questione romana” siamo alle prese con il tentativo di far ritornare dal regno dei morti una persona data per dispersa. “I poteri delle tenebre” non fa che confermare il talento di un autore fuori dagli schemi che ha trovato, non a caso, in Thomas Ligotti il suo erede. Il volume si può acquistare direttamente presso il Delosstore o presso Ibs.

∂| FantasyMagazine | I poteri delle tenebre. Tutti i racconti fantastici. Vol. 2


Su FantasyMagazine la segnalazione di un’altra uscita per le Edizioni Hypnos su Robert Aickman: I Poteri delle tenebre, vol. 2.

Robert Aickman è considerato tra i più importanti autori del fantastico del Novecento. “Metereologo dell’inconscio”, come lo ha definito Fritz Leiber, lontano dal racconto weird americano, influenzato da Shakespeare, Freud e dai surrealisti, Aickman risulta uno scrittore atipico nel panorama letterario del fantastico, ma al contempo un prodotto tipico del ventesimo secolo. Il mondo descritto da Aickman è abitato da “ectoplasmi di carta” (come li ha definiti Giuseppe Lippi), personaggi persi in un cosmo sempre più alieno, estraneo all’essere umano, alla ricerca di un disegno che sbiadisce progressivamente sino a una tragica e definitiva scomparsa.

∂| FantasyMagazine | Sentieri oscuri. Tutti i racconti fantastici. Vol. 1


Da FantasyMagazine.it la segnalazione di una nuova uscita per Edizioni Hypnos: il primo volume di Sentieri Oscuri, la prima raccolta di racconti di Robert Aickman.

Robert Aickman è considerato tra i più importanti autori del fantastico del Novecento. “Metereologo dell’inconscio”, come lo ha definito Fritz Leiber, lontano dal racconto weird americano, influenzato da Shakespeare, Freud e dai surrealisti, Aickman risulta uno scrittore atipico nel panorama letterario del fantastico, ma al contempo un prodotto tipico del ventesimo secolo. Il mondo descritto da Aickman è abitato da “ectoplasmi di carta” (come li ha definiti Giuseppe Lippi), personaggi persi in un cosmo sempre più alieno, estraneo all’essere umano, alla ricerca di un disegno che sbiadisce progressivamente sino a una tragica e definitiva scomparsa. Sentieri Oscuri contiene nove tra racconti e romanzi brevi: “La ferrovia”, “Una risposta inadeguata”, “Il panorama”, “La compagna di scuola”, “Il richiamo delle campane”, “La scelta delle armi”, “La sala d’attesa”, “Lègati i capelli”, “Solo una canzone al tramonto”.

Con una presentazione di David Tibet.

Robert Aickman, Sentieri oscuri. Tutti i racconti fantastici. Vol. 1 – Edizioni Hypnos – Biblioteca dell’Immaginario — Pag. 416 – € 27,90 – ISBN: 9788896952078

L’attività della piccola casa editrice prosegue, quindi, nell’intento di rivalutare le perle nascoste del Fantastico, genere che non è ancora conosciuto a fondo, sicuramente in Italia.

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

J. Iobiz

Scrittore. In realtà, sono solo un personaggio di fantasia, ma di quale fantasia non ricordo più

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

Mágica Mistura✨

Uma mistura mágica de poesia, imagens, música, citações, atualidades e velharias do Brasil e do mundo,sempre com um toque de inconformismo ...

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Television, and Music Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

corruptio pessima optimi

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La community italiana sul cinema

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Astro Orientamenti

Ri orientarsi: alla ricerca del nostro baricentro interiore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: