HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Roma

In libreria in autunno il nuovo romanzo di Valerio Evangelisti: 1849. I GUERRIERI DELLA LIBERTA’ – Eymerich.com


Sul sito di Valerio Evangelisti la segnalazione dell’imminente suo nuovo romanzo in uscita: 1849, i guerrieri della libertà. Di cosa si tratta?

Pochi lo sanno ma nell’autunno del 1848 gio­vani in ogni parte d’Italia lasciarono lavoro e famiglie e si misero in marcia, destinazione Roma. Andavano a difendere l’insurrezione popolare che da lì a pochi mesi avrebbe vi­sto nascere la Repubblica Romana, crocevia di idee democratiche e diritti civili quasi im­pensabili per la società del tempo. La quotidianità di quella manciata di mesi fu però molto lontana dalla retorica con cui certa Storiografia oggi li restituisce.

Le strade in cui si batterono Mazzini, Gari­baldi e Mameli erano ingombre di spazza­tura e povertà, e con l’arrivo dei volontari si gonfiarono di grandi afflati e ancor più gra­tuiti assassini. A cavalcare la rivolta ci fu­rono in pari misura eroi e banditi, visiona­ri e faccendieri, gente di pistola, di mano e di coltello ma anche tante persone semplici, sprovveduti idealisti che rischiarono la vita inconsapevoli del ruolo che stavano avendo nella Storia. Proprio come Folco, immaginario panettie­re che arriva a Roma alla vigilia dei tumul­ti e diventa testimone di ogni più turpe ne­fandezza l’uomo sia capace ma anche di ogni suo più elevato slancio. E così, mentre fuori dalla città tuonano i cannoni della re­staurazione, e il passato cerca di soffocare il presente per disinnescare il futuro, Folco si rende conto che, pur non capendo fino in fondo quel che succede intorno a lui, respi­ra un’aria nuova, la sensazione, mai prova­ta, di fare parte di qualcosa di pulito…

Diamine, non vedo l’ora di leggerlo, sto davvero friggendo d’impazienza.

Annunci

Nick Mason’s Saucerful of Secrets – Astronomy Domine live @ Cavea Auditorium Roma 16.07.2019


Splendore psichedelico siderale.

Nick Mason’s SOS – Set The Controls For The Heart Of The Sun live @ Cavea Auditorium Roma 16.07.2019


Dal recente concerto dei Saucerful of Secrets di Nick Mason, a Roma, quest’estratto. Purtroppo, non ho potuto vederli, ahimè: quale magnificenza, quale spettacolo floydiano psichedelico e oscuro…

Lo strigile improprio


Nelle estensioni dei continuum contemplo le concrezioni di realtà sugli oggetti, stratificazioni calcaree di cognizioni errate, cresciute sbieche ed enfatizzate peggio dagli eventi che, infine, sembrano corrosioni dell’anima sulla pelle degli osservatori; è come farsi passare sulla schiena uno strigile troppo acuminato…

Ciò che Sensorium


Le parole giungono perverse, ma hanno un sostrato di pura devastazione semantica, esperimenti di energia sessuale racchiusa in un involucro di evanescenza estetica, e trascendenza siderale nella Storia. Sensorium.

A proposito di pecore elettriche, ratti neri e rifiuti tossici – Carmilla on line


Su CarmillaOnLine la chiamata per sostenere il caffè letterario La Pecora Elettrica, a Centocelle, Roma, che è stato avvolto dalle fiamme tra il 24 e il 25 aprile. I presupposti sembrano convergere verso il dolo, ma in ogni caso, visto che non si può rimanere senza un centro di aggregazione del genere, ecco l’appello di Sandro Moiso.

Fuori dalle serrande divelte, già dal giorno della liberazione, si è creato un viavai di gente, di solidarietà e di supporto, qualcosa che è necessario ma non così scontato. Sono tanti e tante che si sono affacciati per farsi vedere vicini alla Pecora Elettrica, per dare il proprio contributo.
Una rete spontanea si è già attivata per mettere su una campagna di raccolta fondi e di iniziative solidali; Centocelle si è stretta attorno ai suoi figli, si difende e non cede all’intimidazione, ha tirato fuori la parte migliore di sé e mostrato che, a dispetto di quanto si dica, è ancora terra dal cuore grande e dalle mani forti.

Conscia del fatto che ormai, sia a livello locale che nazionale, malavita organizzata, mafie, formazioni di estrema destra che si spacciano per populiste, razzismo, mala politica e forze politiche istituzionali condividono interessi ed obiettivi talmente intrecciati tra di loro da impedirne qualsiasi significativa differenziazione all’interno dei diversi ruoli e delle differenti attività svolte. Tutte concorrono a impedire qualsiasi forma di riorganizzazione dei movimenti dal basso e a svolgere un ruolo di controrivoluzione preventiva nei confronti dello scontento delle classi meno abbienti, così come aveva già intuito nel 1921 Luigi Fabbri a proposito dell’allora nascente fascismo mussoliniano.

Così ancora oggi, dopo un secolo dalla prima guerra civile del 1919-1922 e a settant’anni dalla seconda che vide il fascismo cadere soltanto per continuare a vivere nelle strutture repressive autoritarie del “nuovo” Stato repubblicano, la funzione strumentale delle bande fasciste è rimasta la stessa. Aggravata però dal fatto che coloro che si sforzano di sventolare la bandiera antifascista in chiave puramente elettorale altro non fanno che indebolire una reale e ferma opposizione all’azione combinata delle mafie politiche e finanziarie e del loro secondo braccio armato, essendo il primo costituito dagli apparati militari e repressivi dello Stato stesso.

Capitale e fascismo sono una cosa sola e se è possibile, in certi periodi, vederli come entità distinte lo è soltanto in grazia delle lotte e degli apparati organizzativi che la classe degli sfruttati sa darsi ed animare, mentre oggi è inevitabile cogliere come tra le scorrerie delle bande fasciste, l’affermarsi di un risorgente nazionalismo aggressivo e gli interessi di una classe imprenditoriale e politica ormai giunta nell’era del suo tramonto storico vi sia più di un punto di comune interesse.

Difendere la Patria, sventolare le bandiere della Famiglia e della Razza, esaltare l’imprenditorialità e la proprietà privata e il lavoro come elementi non conflittuali tra di loro ma uniti dall’azione comune dello Stato e dei sindacati confederali all’interno di un sempre risorgente Patto del Lavoro, costituiscono ideali rozzi e ormai superati dallo svolgersi della Storia che, come nell’immagine suggerita a suo tempo da Engels, avanza col suo carro, portatore di morte e distruzione, senza curarsi dei cadaveri che lascia per strada.

Oggi i cadaveri sono quelli dei confini degli stati nazionali, delle costituzioni di carta sorte tutte indifferentemente secondo vari gradi di compromesso, dell’unità delle classi all’ombra dell’idea di Nazione, della Famiglia autoritaria e patriarcale che ha fondato fin dalle origini la proprietà privata dei mezzi di produzione e la loro trasmissione ereditaria, della Religione rivelata, in tutte le sue diverse e omicide declinazioni, e dei Partiti politici destinati a rappresentare in maniere univoca la volontà, infinitamente varia, espressa dalla specie e dalla comunità umana.

Fascism, wherever it appears, it is the enemy. (A Talk With Philip K. Dick, 1977)

* * *

Il 30 maggio si sarebbe dovuta tenere presso la libreria di Centocelle la presentazione del libro La guerra che viene. Probabilmente l’evento si terrà ancora, ma non sarebbe una cattiva idea che altri saggisti e scrittori militanti aderissero all’iniziativa per parlare del proprio lavoro e allo stesso tempo dare il proprio contributo personale alla battaglia antifascista che occorre oggi condurre anche a partire dalla reazione ad episodi come questo.

Tutti coloro che, infine, volessero dare il loro contributo solidale alla rinascita della libreria potranno farlo qui.

Storia di Roma Antica: la nascita della città | CRITICA IMPURA


Su CriticaImpura un corposo post che analizza la nascita e poi il passaggio a repubblica di Roma. A cura di Giuseppe Antonelli.

Non è escluso che la cosiddetta isola Tiberina abbia avuto una discreta importanza nella nascita di Roma. Questo isolotto è uno sperone di roccia conficcato proprio nel mezzo della corrente del Tevere, all’altezza dei quartieri di Trastevere e di Ghetto, poco prima dell’ansa del fiume che converge a gomito sotto l’Aventino per avviarsi verso il mare. Il suo nucleo di lava vulcanica regge impavido la pressione dell’acqua e la fronteggia dimezzando la distanza tra le due rive principali, creando così un’occasione che non poteva non stimolare l’iniziativa di qualche «fiumarolo» di tremila anni fa il quale deve aver pensato di guadagnarsi da vivere organizzando un traghetto o magari gettando una passerella mobile nel punto in cui l’attraversamento risultava più agevole e sicuro.

Un poco più a valle, un centinaio di metri circa, il Tevere sbracava nella palude del Velabro e riduceva le sue pretese di ostacolo naturale diventando guadabile. Qui transitavano le greggi, le mandrie, i cariaggi; sull’isola, i viaggiatori sofistici che non gradivano di bagnarsi i piedi.

Il terminal degli uni e degli altri era comunque lo stesso e cioè il Foro Boario, quello slargo di territorio pianeggiante sulla riva sinistra del fiume compreso tra i colli del Campidoglio, del Palatino e dell’Aventino.

Se si aggiunge che, più o meno nella stessa zona, attraccava il naviglio che proveniva dalla costa tirrenica, avendo risalito la corrente a forza di remi, si può immaginare che il Foro Boario non presentasse l’aspetto smobilitato proprio dei luoghi dove si svolge una volta l’anno una grande fiera ma facesse trasparire il fervore dei suoi traffici permanenti pur nella sonnacchiosa solitudine naturale propria dei siti lontani dall’animazione delle aggregazioni urbane.

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

There was a vision…

… of an outstanding and individual concept, which would last for many years hence.

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

multa paucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

Il Caos dentro

...che genera una stella danzante

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

PERDERSI TRA LE EMOZIONI DEI BORGHI ITALIANI

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 27 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist ♠ Edizioni Underground? ♠ Edizioni Open ♠ Panesi edizioni 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

Sabbiature Magazine

Società, costume, cultura

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, studi tradizionali, antropologia del sacro, storia delle religioni, folklore, esoterismo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: