HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Siderale

I dispacci imperiali – raccolta di racconti di Sandro Battisti


Un’altra mia pubblicazione sempre disponibile sui vari store online è I dispacci imperiali, raccolta di racconti edita in ebook da KippleOfficinaLibraria che esplora il mondo dell’Impero Connettivo nei suoi rivoli secondari, che hanno poi determinato il corso di alcuni romanzi imperiali; il cofanetto si estende dalla genesi del ciclo (2004) fino al romanzo L’impero restaurato, Premio Urania 2014. Ne esiste anche una versione cartacea che include però pure racconti non imperiali.

Una raccolta di racconti che indagano minuziosamente il mondo imperiale connettivo, retto dall’alieno Totka_II e dal suo plenipotenziario Sillax che realizzano una diarchia di fatto dove le ampie vedute dell’alieno vengono attuate dal suo funzionario principale, dove si muovono in sottofondo altre figure minori dell’apparato imperiale in cui convergono, come ogni storia minuta e vissuta, personaggi del popolo postumano connettivo consci di vivere un’esperienza indimenticabile, storica, lì dove il Tempo e lo Spazio non hanno significato.

Comunione sciamanica


Rischi di natura entoptica si presentano alle mie sinapsi mentre esploro il continuum fantastico dei miei avi, in comunione sciamanica con l’intero cosmo psichico di cui sono capace.

Complessità inani


Risiede nel lungo momento siderale la risposta alle complessità inani che ti poni ogni volta che contempli il nulla liberista della tua vita.

Al party siderale


Ostentando una complessa livrea cosmica, ti presenti al party con sottobraccio innumerevoli energie siderali che conquistano lo spazioporto più vicino, nell’eclissi della gioia più umorale e sincera.

Il diurno alieno


Un piccolo, disastroso evento si srotola lungo la spirale dei tuoi sensi, mostrando la rovina cognitiva cui vai incontro nelle ore calde del giorno alieno.

Ronzio di fondo quantico


Criogenie di uno spazioporto appeso sulle rive dimensionali di servizio, i segnali del tuo essere si spengono in un ronzio di fondo quantico.

Paul Prudence – Ficciones | Neural


[Letto su Neural]

Subito dai primi solchi, Ficciones di Paul Prudence emana un ipnotico senso di straniamento e seduzione, soprattutto in virtù di sequenze delicatamente cosmiche e meditative, con infinitesimali emergenze auditive, field recording ed elegantissimi trattamenti di sintesi modulare. Le atmosfere risuonano decisamente magiche e fluttuanti e anche il contrasto tra elementi organici e macchinici è infuso con grande equilibrio delle parti. Il succedersi dei movimenti è sempre molto intenso in queste registrazioni e tutti gli effetti vibratili, i bisbiglii, le alterazioni di stato e i fremiti, concorrono nel dar vita a una visionaria ambient music, densa di droni e soluzioni quietiste, dagli esiti mai banali o forzatamente elegiaci. Quelli che costruisce Prudence non sembrano spazi inabitabili, seppure mantengano connotazioni un po’ aliene. Più verosimilmente sembra di condividere luoghi immaginari, solo in parte rassicuranti, come in un’allucinazione gentilmente condivisa, che ricorda un po’ il Can-D, la sostanza psicotropa immedesimativa, frutto della fantasia distopica di Philip K. Dick in Le tre stimmate di Palmer Eldritch. Tuttavia in questo album – che è pubblicato dalla NLS Records di Hong Kong – fanno capolino anche frammenti di musica concreta, iterazioni millimetriche e suoni preparati, tutti elementi che pur non gridando la loro contiguità ad altre scene sono intrecciati con estrema accuratezza. Prudence, il cui lavoro è spesso ispirato da strutture e texture anche di matrice audiovisiva e generativa, è abilissimo nel dipanare in Ficciones geometrie e simmetrie con una genesi che adesso è rivolta principalmente nella direzione di una musicalità ibrida assai sensibile e sospesa, delimitando così un’area progettuale che in questo caso è mantenuta alquanto specifica e coerente. Le dodici composizioni audio qui presentate, insomma, sembrano evolvere verso lidi forse meno complessi e ibridati, se riferite a precedenti lavori di Prudence, ma s’impongono infine in quanto più godibili e fascinose. Dal background di un sound design astratto e concettuale si dà fondo a un’ispirazione in questo momento veramente più libera e solenne, modellata al fine di un maggior coinvolgimento emotivo ed estetico. Decisamente impressivo è anche l’artwork di quest’opera e non poteva essere altrimenti vista l’attenzione e la passione di Prudence per le arti grafiche.

La Nuova Verde

protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

Be Different...Be Free !!

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Ua poetessa ,tra Spleen, Horror e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

il blog di Gaetano Barreca

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Flavio Torba

Scrittore horror (per non dire orrido scribacchino)

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: