HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Teatro

Trondheim Voices + Asle Karstad – Rooms & Rituals | Neural


[Letto su Neural]

Una piccola scatola wireless che si possa facilmente indossare, consentendo a ciascun cantante-performer di agire senza impedimenti alcuni nello spazio scenico e potendo elaborare in tempo reale effetti e loop. Questa è l’idea dei sound designer norvegesi Asle e Arnvid Lau Karstad, che al personalizzato controller hanno dato il nome Maccatrol, volendo inoltre per Rooms & Rituals una configurazione surround condivisibile con il pubblico e realizzando – ancora a distanza di decenni dalle prime esperienze teatrali di questo tipo – quella dolce rivoluzione che vede abolite le divisioni gerarchiche fra platea e palcoscenico, un ordine spaziale che è alla base di un’impostazione scenica fondamentalmente convenzionale. Tutto questo non poteva che sposarsi adesso anche con un apparato visivo assai contemporaneo, con abbondanza di immagini in movimento, schermi ed effetti scenografici, concatenazioni d’elementi che dal vivo offrono al pubblico un’esperienza interattiva decisamente di qualità. Nelle registrazioni su cd qualcosa di questa esperienza si perde – è giocoforza – ma al contempo l’attenzione dell’ascoltatore rimane più fissa sulle modulazioni vocali, attenta nel cogliere piccoli particolari ed ogni variazione tonale, addirittura concentrandosi sulla grana delle singole voci spesso modificate. L’ensemble composto da dieci cantanti sembra seguire un approccio fondamentalmente improvvisativo ma, spesso i loro live includono anche materiali più strutturati, partiture ben prefissate e perfino composizioni tradizionali, seguendo il vezzo di cambiare repentinamente atmosfere, passando da cesure più minimaliste a momenti di grande pathos, intervallando esecuzioni più frammentate a momenti corali. A volte la musica agita in sottofondo sembra scaturire elettronica, oppure incedere a un’impostazione elettroacustica, con atmosfere generalmente alquanto scure e maniacali, piuttosto drammatiche e teatrali, includendo anche elementi liquidiformi o granulari, field recording ed elementi dalle sembianze organiche, dei quali non è dato sapere l’esatta provenienza. Le sonorità, in definitiva, fra gorgoglii, effettistica e vocalizzazioni estreme sono piuttosto elaborate e suscettibili di un training non indifferente per arrivare ad esprimersi in queste forme libere, nel gestire gli effetti, i momenti d’unisono, le brusche variazioni e quelle parti nelle quali la voce umana viene trasformata in qualcosa di completamente diverso. Che poi tutto questo sia effettuato quasi a contatto con il pubblico aggiunge un elemento d’immediatezza e tensione che traspare anche in questa che è solo una testimonianza registrata in studio.

Annunci

Il controllo esercitato


Tra le macerie un segno di inosservanza rende la scena più surreale, come se qualcosa sfuggisse sempre al controllo che la tua fantasia vorrebbe esercitare in pieno.

Assassinio sull’Orient Express | SherlockMagazine


Su SherlockMagazine la segnalazione di una bella iniziativa: a Milano, sabato 24 e domenica 25 marzo, al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, in via San Vittore 21, dalle 14,30 alle 18,00, rivivrà il romanzo Assassinio sull’Orient Express direttamente tra il pubblico. Il noto libro di Agatha Christie avrà nuova linfa.

All’interno del Padiglione Ferroviario del Museo, che riproduce una stazione ferroviaria di fine ‘800, si potranno interrogare i sospettati, capire chi ha un alibi e chi finge di averlo, e procurarsi delle prove. I partecipanti saranno guidati da una mappa che li accompagnerà dall’Auditorium, dove saranno proiettati contenuti speciali del film, fino al Padiglione Ferroviario dove inizieranno le indagini del caso, circondati da vere locomotive a vapore e immersi nell’atmosfera dell’epoca e del viaggio.

Grand Guignol de Milan


Ieri sera ho visto al Teatro Petrolini in Roma lo spettacolo Grand Guignol de Milan, ne parlava a suo tempo anche FantasyMagazine.

Ebbene, trovo che la serata sia stata molto interessante, catartica a suo modo, col trattare con sapienza i temi cardine del Fantastico così da rielaborarli in una leggera chiave ironica, che spezza l’angoscia dell’oscuro e che poi, al contempo, ne esalta la caratteristica straniante rispetto alla stolida realtà che ci subissa. Brillanti e bravi gli esponenti dell’ensemble teatrale, con in testa il mefistofelico capobanda, capace di tenere garbatamente in pugno una platea che ha le derive nel becero sempre pronte a strabordare.

Ingiustificata


Guardami, negli occhi di un abisso d’ingiustificata colpevolezza.

Teatro kabuki


Terso di un numero incongruo di iterazioni, mostravo alla polizia psichica di frontiera le restanti mosse delle mani, fine teatro kabuki da ingurgitare.

Il doppiAttore – La voce oltre il buio | FantasyMagazine.it


Su FantasyMagazine la segnalazione di un’efficace modello di esposizione artistica, la visione di un film con i doppiatori che anziché uscire dallo schermo si materializzano dal fondo della sala di proiezione, dando un effetto straniante molto particolare. Il dettaglio:

Il rumore delle onde. Una spiaggia. Un uomo è intento ad accendere un fuoco, ma non ci riesce. A fissarlo, uno strano volto rosso dipinto su un pallone. Quell’uomo è Chuck Noland, ovvero Tom Hanks, e il pallone è Wilson, il suo amico immaginario. Le immagini proiettate in sala sono di “Cast Away”, regia di Robert Zemeckis. Hanks inizia a parlare con Wilson, niente di strano per chi ha già visto il film. Ciò che è strano, in un primo momento, è che la voce di Hanks proviene dal fondo della platea, quasi come se appartenesse a qualcuno degli spettatori. E dal buio della sala, improvvisamente, spunta Angelo Maggi, la voce italiana di Tom Hanks, attore che ha iniziato a doppiare la celebre star americana proprio da questo film.

Non siamo al cinema… ma a teatro. E chi assiste alla scena rimane indeciso. Che fare ora? Guardare la star o l’attore che gli presta la voce? Perché è inutile dire che le intenzioni e il labiale siano precisi, proprio come se si trattasse della traccia audio ufficiale, ma ciò che colpisce è come vengono fuori e da chi. I Chuck Noland sono due, Maggi e Hanks, anche se uno dei due si ritrova in smoking sul palco, ma sempre con l’amico Wilson accanto.

Inizia così Il doppiAttore – La voce oltre il buio, uno spettacolo scritto e diretto da Angelo Maggi, voce di attori come Robert Downey Jr., Gary Oldman, John Turturro, Bruce Willis e, per l’appunto, Tom Hanks. Rappresentato al Teatro Belli di Roma dall’8 al 20 marzo 2016.

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

multa paucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Il fumetto quotidiano di Michele Nuzzi. Poche parole... solo per le opere per cui vale la pena spenderle... Sponsored by CSBNO

Il Caos dentro

...che genera una stella danzante

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

PERDERSI TRA LE EMOZIONI DEI BORGHI ITALIANI

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 27 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist ♠ Edizioni Underground? ♠ Edizioni Open ♠ Panesi edizioni 🌋 Sicilian blood ♥ Goth lover 📨 evelynartworks@virgilio.it 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

Sabbiature Magazine

Società, costume, cultura

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, studi tradizionali, antropologia del sacro, storia delle religioni, folklore, esoterismo.

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

patrizia arcari

LIFESTYLE BLOG - appunti e brevi considerazioni su economia circolare, slow life, trasporto sostenibile, cucina del riuso e ... quantistica

PAROLE LORO

"L'attualità tra virgolette"

Ottobre

Giornale dei lavoratori

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: