HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Ver sacrum

Giovanni Agnoloni: La casa degli anonimi | Ver Sacrum


Su VerSacrum un bella recensione a La casa degli anonimi, il nuovo romanzo di Giovanni “Kosmos” Agnoloni. Uno stralcio:

…ciò che caratterizza questo La Casa degli Anonimi è un contesto narrativo così ricco di simboli e di impalpabili legami fra le persone ed anche fra le cose da rivestirsi, talvolta, di parvenze ‘metafisicheggianti’. Sogni, visioni e ricordi trascendono dal fantastico in sé per sviluppare complessi collegamenti che non è sempre facile comprendere. In qualche passaggio ci si sposta addirittura dal terreno della letteratura a quello della filosofia e la ‘quest’ abbandona i siti troppo ovvi della realtà per penetrare nell’intimo dei protagonisti, evocando temi come la solitudine, l’alienazione, il disagio dell’uomo in un mondo in cui, forse, si è persa la capacità di esprimersi nei modi che sono propriamente ‘umani’.

Robert Aickman: I poteri delle tenebre | Ver Sacrum


Su Versacrum la recensione della seconda raccolta di racconti di Robert Aickman, edita dalle Edizioni Hypnos, intitolata I poteri delle tenebre.

Nell’ambito dell’ampliamento della cultura del Fantastico che la casa editrice milanese, questo volume è un altro piccolo gioiello da leggere incastonare nella propria biblioteca; incollo qui sotto la recensione a cura di Cesare Buttaboni.

Le Edizioni Hypnos proseguono nel presentare al pubblico italiano Robert Aickman pubblicando “I poteri delle tenebre”, il secondo volume (sui 6 previsti) dei suoi racconti. Aickman è indubbiamente uno dei grandi del “weird tale” del secolo scorso. Per la prima volta il lettore italiano avrà così la possibilità di poter leggere l’opera omnia di questo scrittore, artefice dell’evoluzione della classica “ghost-story” inglese. Aickman si muove nel solco del grande Walter de la Mare, maestro del fantastico psicologico. Le sue, come faceva acutamente notare David Tibet (leader del gruppo musicale dei Current93) nell’introduzione al primo volume, non sono esattamente le consuete storie di fantasmi. Ci troviamo di fronte a un autore che indaga i fantasmi che si nascondono nella mente umana facendo emergere ciò che si cela nell’inconscio. Non a caso l’influenza di Freud e del Surrealismo è ben presente nella sua opera. Non è così sempre facile riuscire a decifrare a capire dove voglia esattamente andare a parare Aickman. I suoi “strange tales” aprono le porte all’irruzione del bizzarro e dischiudono abissi di alienazione e dolore. Ma una volta entrati nel suo mondo si viene immersi in un universo oscuro dominato da una dimensione “incubica” e soprannaturale. L’introduzione de “I poteri delle tenebre” è affidata a T.E.D. Klein, il noto scrittore horror americano. Klein ha avuto modo di conoscere direttamente Aickman e ce ne lascia un ritratto affascinante. Ne emerge la figura di un eccentrico inglese, un uomo solitario alle prese con le sue ossessioni. Le storie presenti nel presente volume sono di altissimo livello, ma d’altronde tutta la sua produzione merita di essere letta. “Il mare color del vino” è la mia storia preferita: il protagonista approda su un’isola  (situata nell’Egeo) in cui è presente una misteriosa fortezza. Sembra essere deserta ma ben presto conosce 3 donne che, in realtà, come da loro stesso ammesso, sono streghe. L’isola ha una natura divina. La vita in quel luogo fuori dal tempo trascorre come in un sogno ma purtroppo il finale sarà molto triste. “Più grande di noi” è un altro grande racconto che narra di una bizzarra festa in cui gli invitati discutono di filosofia e “spiritualità” e dove viene evocata una dimensione metafisica e quasi mistica. “Che gelida manina” ha invece un’atmosfera claustrofobica. La storia è tutta ambientata in una stanza dove un individuo alienato combatte con le sue ossessioni in cui continua ad essere disturbato da continue e inesplicabili telefonate. “Il mio povero amico” ci parla degli orrori che si annidano nei corridoi dei sistemi di potere e più precisamente nel parlamento. Una storia che ho trovato quasi “kafkiana”. In “Una celebrità in visita” facciamo la conoscenza di un’enigmatica attrice del passato mentre in “Una questione romana” siamo alle prese con il tentativo di far ritornare dal regno dei morti una persona data per dispersa. “I poteri delle tenebre” non fa che confermare il talento di un autore fuori dagli schemi che ha trovato, non a caso, in Thomas Ligotti il suo erede. Il volume si può acquistare direttamente presso il Delosstore o presso Ibs.

Antonello Cresti: Solchi sperimentali | Ver Sacrum


[Letto su VerSacrum]

Solchi sperimentali di Antonello Cresti è un viaggio attraverso la musica sperimentale e di avanguardia che parte dagli anni ’60 e arriva fino ai nostri giorni. L’autore ha selezionato circa 300 album che ha reputato significativi cercando di estromettere i nomi più famosi per concentrarsi su quelli meno noti. Tutti gli artisti trattati nel testo hanno in comune la volontà di ricerca e l’anelito andare oltre i confini del già conosciuto e del già sentito. Come dice lo stesso Cresti, alcuni strumenti gli sono stati molto utili fra cui libri di culto come i lavori del critico svedese Dag Erik Asbjornsen sulle scene del prog e del Krautrock degli anni ‘70, La musica rock-progressiva europea di Al Aprile e Luca Mayer e Trances & Drones di Gino Dal Soler e Alberto Marchisio. Ma in particolare il vero motore che ha ispirato Solchi sperimentali va ricercato nella mitica Nurse With Wound List, un elenco eterogeneo di artisti – molti dei quali provenienti dalla musica progressiva, dal Krautrock e dall’avanguardia – compilato dal grande Steven Stapleton, leader dei Nurse With Wound, e inserito nel loro album d’esordio del 1981. Il volume è costituito dall’analisi dei dischi ed è diviso in numerose mini sezioni tematiche (con titoli come Diforisti Sonori, Estremo Occidente Elettronico, Mistici Crauti, Moon Musick, etc.). Non c’è stata la volontà di essere completisti tuttavia il numero degli album e degli artisti in ambito avanguardistico è notevole. C’è stata – come si diceva –  grande attenzione per gli album sconosciuti e dimenticati. Il cultore di suoni radicali e anticonvenzionali troverà di sicuro pane per i suoi denti. Ecco quindi l’inserimento di gruppi come i tedeschi Dzyan, Limbus, Dom, Yatha Sidhra, Radio Noisz Ensemble, Kalacakra, Siloah, The Nazgul, Pyramid e Sand. Nell’avanguardia italiana spazio a Roberto Cacciapaglia, il primo Battiato (che proprio sconosciuto non è), Opus Avantra, Pholas Dactylus, Area (con la scelta di un disco “difficile” per gli stessi Area come Event ‘76), Aktuala, N.A.D.M.A., Lino Capra Vaccina, Claudio Rocchi, Pepe Maina, Franco Leprino.

Leggi il seguito di questo post »

Hypnos. Rivista di letteratura weird e fantastica | Ver Sacrum


Su VerSacrum c’è una bella recensione, a cura di Cesare Buttaboni, alla rivista Hypnos,

leggendaria fanzine dedicata alla letteratura fantastica dimenticata e da disseppellire dall’oblio con 9 numeri all’attivo, che cambia formato e si trasforma in una e vera e propria rivista. Nel frattempo, alla rivista si è affiancata una casa editrice che ha ormai in catalogo autori del calibro di Robert W. Chambers,  Jean Ray e Robert Aickman presentati, a onor del vero, con una grafica troppo spartana che ha diviso i giudizi.

La presentazione della rivista, quindi, è esaustiva, e andando avanti nella lettura si citano i migliori autori del Fantastico mondiale lasciando l’impressione di un eccellente prodotto editoriale, il tutto per soli 9.9 €. Imperdibile!

Kirlian Camera: Black Summer Choirs | Ver Sacrum


Recensione su Ver Sacrum, a cura di Cesare Buttaboni, dell’ultimo disco dei Kirlian Camera, Black Summer Choirs, con il clip della song trainante postato qualche giorno fa. Un estratto:

Si tratta di un lavoro più vario – da questo punto di vista i Kirlian Camera sono sempre stati eclettici e coraggiosi cercando, nella loro carriera, di non fare un disco uguale all’altro – che include diversi stili e atmosfere. La prima traccia “Silencing the World” è cupa e decadente, caratterizzata da un’elettronica fredda e glaciale ma non priva di anima che ricorda i vecchi Kirlian Camera così come “The Fountain Of Clouds” dove tenui note di pianoforte dipingono paesaggi crepuscolari. L’epica “Black August” è graffiante mentre “Heavens” è una traccia electro-pop orecchiabile che non lascia il segno a differenza di “مادة مظلمة (Materia Oscura)” dove si ascoltano sorprendenti influenze di musica araba. “Words” è un’incursione in territori pop e “easy” (con al canto Ralph Jesek degli In my Rosary), un approccio stilistico che i Kirlian Camera non frequentavano da molto tempo. Ci sono anche richiami al neo-folk nella tenue e malinconica “Farewell Road”, uno stile usato solo saltuariamente ma efficacemente in passato. Chiude l’album l’oscura  “Stranger In The Abandoned Station”, con un’atmosfera da fantascienza apocalittica che mi ha ricordato 2001 Odissea nello spazio. I quattro intermezzi strumentali intitolati “Final Interview part. 1-4” contribuiscono poi a rendere il disco una sorta di colonna sonora minacciosa di un inquietante prossimo futuro.

Quando il connettivismo parla spagnolo… « N I G R I C A N T E


Michele “Dottore in Niente” Nigro ci informa dal suo blog che è uscito sull’e-magazine Suroeste “la traduzione in spagnolo di un interessante articolo di Giovanni “X” De Matteo e me sul fenomeno connettivista. La rivista elettronica “Suroeste”, da sempre attenta alle novità culturali provenienti dall’Italia, ha dedicato all’articolo uno spazio che va da pag. 180 a pag. 185, arricchito da una foto di gruppo dello zoccolo duro del connettivismo e dalle immagini di copertina di alcuni numeri di “Next”, la rivista connettivista che rappresenta il punto di riferimento degli estimatori.”

Grazie a Michele per questa bellissima iniziativa, che aiuta a espandere il meme connettivista altrove, in territori che non pensavamo di calpestare.

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

Cavallette neanche tanto Criptiche

http://waitforthericochet.blogspot.com/

Buxus

(Bretella Seduta)

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

J. Iobiz

Scrittore. In realtà, sono solo un personaggio di fantasia, ma di quale fantasia non ricordo più

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

Mágica Mistura✨

Uma mistura mágica de poesia, imagens, música, citações, atualidades e velharias do Brasil e do mundo,sempre com um toque de inconformismo ...

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

osirisicaosirosica e colori

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La community italiana sul cinema

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: