HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Weird

La Vedova Winchester | SherlockMagazine


Su SherlockMagazine la segnalazione del film horror La Vedova Winchester, basato su una storia vera, in uscita nelle sale il prossimo febbraio. Ecco qui sotto il fatto che ha ispirato la pellicola:

Sarah Winchester, dopo la morte improvvisa del marito e del figlio, eredita la famosa industria di armi Winchester. La donna è convinta che la sua famiglia sia stata vittima della vendetta di spiriti malvagi, le anime di coloro i quali furono uccisi dai fucili dell’azienda. Inizia quindi a dedicarsi alla costruzione di una casa concepita per essere… infinita! I lavori di costruzione, infatti, proseguono ininterrottamente giorno e notte, per anni. All’interno di questo labirintico complesso, gli spiriti tormentati possono trovare un luogo in cui fermarsi e forse riposare in pace, o perlomeno “distrarsi” dai loro intenti malvagi.

Incuriositi? Cosa c’è di più weird di una storia come questa?

Annunci

L’ora degli spettri – Edizioni Hypnos | Ver Sacrum


Su VerSacrum la recensione a L’ora degli spettri, antologia di autori e racconti weird sconosciuti in Italia, edita dalla sempre eccellente Edizioni Hypnos. Un estratto.

Per l’occasione si è scelto di selezionare storie che non erano comparse in precedenti antologie in Italia. Ne è venuta fuori una raccolta di grande interesse che copre un lasso temporale che va dal 1944 al 1943 facendo una sorta di carrellata su un secolo di “storie di fantasmi”. Gli autori presentati, a conferma della teoria di cui si parlava, sono tutti anglosassoni: provengono in maggioranza del Regno Unito ma ci sono anche alcuni autori americani. Alcuni dei nomi presentati sono conosciuti e importanti come Algernon Blackwood – un maestro riconosciuto del”weird” classico – John Buchan, Marie Corelli – una scrittrice all’epoca molto famosa che “seppe vendersi bene” costruendo un personaggio artefatto – l’americano Stephen Crane, Edith Nesbit, Oliver Onions, W.W. Jacobs –  in realtà noto in Italia in quanto il suo racconto La zampa di scimmia è stato più volte antologizzato e R.H. Malden. Gli altri sono invece più oscuri e qui sta il grande pregio di questo libro: aver disseppellito dall’oblio una serie di storie di grande livello e per niente banali che fanno vedere la grande ricchezza e vitalità di un genere meno scontato di quel che si può pensare.

Nightbird | FantasyMagazine


Su FantasyMagazine la segnalazione del romanzo Nightbird, di Lucia Patrizi, particolare come spiegato nella quarta.

Roma, oggi. Irene e Giada sono acchiappafantasmi professioniste. Ma il loro metodo di lavoro è un po’ particolare: Irene disinfesta i luoghi appositamente infestati da Giada al fine di procacciarsi nuovi, danarosi clienti. I quali credono di avere a che fare con lo spettro infuriato del proprio trisavolo, e non sospettano trattarsi invece di una messinscena ben orchestrata. Sì, perché Giada è realmente un fantasma. Le sue sono vere infestazioni, seppur abusive. Ma questo non impedisce alle due ghostbusters di mantenere “vivo” il profondo, contrastato legame che le unisce, messo a dura prova dal terribile evento che ha segnato per sempre le loro esistenze: la morte di Giada.Questo precario equilibrio si infrange quando, in una villa abbandonata sul lago di Bracciano, Irene e Giada si trovano di fronte a un’infestazione precedente alla loro. Una forza perversa, antica e brutale, si è risvegliata e minaccia di annientare tutto ciò che incontra. È tempo allora di fare le acchiappafantasmi sul serio, anche se questo significa affrontare la più devastante minaccia sovrannaturale per Roma (e per il mondo intero) e fare i conti una volta per tutte con il passato.E con la bicicletta chiamata Nightbird.

Acheron Books confeziona una storia weird che attrae per la sua peculiarità. La pila delle letture da fare aumenta.

Clark Ashton Smith: Atlantide e i mondi perduti – Ver Sacrum


Su VerSacrum la recensione ad Atlantide e i mondi perduti , raccolta di Clark Ashton Smith edita da Hypnos. Cose mooolto weird.

Sicuramente siamo di fronte ad uno scrittore particolare: il suo punto di vista è cosmico e antiantropocentrico, è dotato di una genuina vena poetica, di un tocco macabro e decadente ed è in possesso di un monumentale e bizzarro vocabolario. Può essere considerato come uno degli ultimi esponenti di un fantastico “outré”: la sua prosa decadente, barocca e “visionaria” trasporta la mente del lettore in un’altra dimensione in reami al di fuori del tempo e dello spazio. È stato una delle colonne del fantastico americano degli inizi del secolo scorso assieme a H.P. Lovecraft e R.E. Howard. Lyon Sprague De Camp lo definì uno dei “Tre Moschettieri” della celeberima rivista pulp Weird Tales diretta all’epoca da Farnsworth Wright.

La sua carriera letteraria, in realtà, incomincia nell’ambito della poesia e non è poi trascurabile anche la sua attività di scultore con cui raffigurava le malefiche divinità “evocate” nei suoi scritti.

Nel 1922 fu determinante la conoscenza con H.P.Lovecraft. Lo scambio epistolare fra i due scrittori si rivelò fondamentale tanto che Clark Ashton Smith, sulla falsariga del “solitario di Providence”, inventò nuove divinità (fra cui Tsattogua e Ubo-Sathla) e “Il libro di Eibon”, un cosiddetto “pseudobiblium” come il famigerato Necronomicon.

Fra il 1928 e il 1935 apparvero sulla rivista Weird Tales i suoi leggendari racconti. La fervida immaginazione dello scrittore californiano non aveva limiti: nacquero in questo modo gli indimenticabili cicli di racconti ambientati nei continenti immaginari di Atlantide, Hyperborea e Zothique.

Atlantide è il primo ciclo di questo volume ed è basato sul concetto di “mondi perduti” e, nello specifico, si riferisce al mitico e mitologico continente di Atlantide di cui parlò Platone. Sono racconti che ci trasportano in ere dimenticate e in continenti sepolti in cui si pratica ancora l’arte della negromanzia come nell’affascinante “La morte di Malygris”. Da segnalare “La doppia ombra” una storia di orrore cosmico che piaceva molto a Lovecraft. Un altro affascinante ciclo di racconti che abbiamo modo di leggere in Atlantide e mondi perduti è “Averoigne”, ambientato nel Medioevo nell’antica regione francese di Averoigne dominata da oscure leggende e potenti magie. Si tratta di racconti non privi di un certo fascino gotico, erotico e grottesco che ne fanno un ciclo di culto fra gli appassionati del fantastico. Si viene immersi, in racconti come “Il colosso di Ylourgne”, “La bestia dell’Averoigne” o “La fine della storia”, in un’atmosfera arcaica medievaleggiante ricca di echi fantastici e mitici in cui abbondano figure tipiche della letteratura del terrore come vampiri e demoni assieme ad elementi dei “Miti di Cthulhu”.

Il ciclo di “Zothique”, ambientato in un futuro remotissimo (come nell’incredibile romanzo di William Hope Hodgson, La terra dell’eterna notte da cui forse ha tratto ispirazione) in cui il sole si è oscurato e sono rinate le antiche arti della negromanzia, è considerato il suo capolavoro e viene qui presentato in un’edizione integrale. I racconti di questo ciclo costituiscono forse l’essenza della sua scrittura lussureggiante influenzata da BaudelaireVerlaine: una prosa caratterizzata dall’uso di vocaboli ricercati che creano un’atmosfera di estetizzante decadentismo come nello splendido racconto “L’impero dei Negromanti”. La chiusura è affidata al breve ciclo di “Xiccarph”: in quest’ultimo emerge la sua attitudine verso una fantascienza nera e apocalittica.

Le traduzioni di Giuseppe Lippi sono nuove e sono basate sull’edizione in 6 volumi pubblicata da Night Shades Books fra il 2007 e il 2011. Si tratta in pratica della prima edizione italiana integrale in quanto sono stati integrati diversi tagli che gli erano stati richiesti all’epoca dalle riviste. Il volume è inoltre corredato da una dettagliata bibliografia, da 4 cartine disegnate da Greta Grendel e dalle immagini raffiguranti 6 sculture dell’autore.

Zothique 1– Rivista di cultura fantastica & Weird – Dagon Press – Vol I, n. 1 – Ver Sacrum


Su VerSacrum la segnalazione del primo numero di Zothique, in uscita per la Dagon Press, rivista di cultura Fantastica e Weird. Per darvi un’idea maggiore di cosa è la pubblicazione, incollo qui sotto alcune note dell’articolo:

Zothique è un ciclo decadente e cosmico ambientato in un futuro remotissimo opera della febbrile penna Clark Ashton Smith. Come omaggio allo scrittore americano viene proposta, in una nuova traduzione, il poema “Zothique”che dava il titolo alla raccolta, sorta di manifesto estetico della rivista che abbiamo fra le mani. Il primo articolo è intitolato “Elogio della letteratura fantastica” ed è di Luca Rasponi: uno studio interessante che è quasi un’introduzione ai contenuti di Zothique. La carne al fuoco è molta: in copertina campeggiano i nomi di Arthur Machen, Hanns Heinz Ewers, Mary Fortune e Howard Pease. Di Ewers ci parla in maniera approfondita Pietro Guarriello: si tratta di un articolo che, in origine, aveva trovato spazio nella prima incarnazione della rivista Hypnos oggi introvabile. Scelta quantomai oculata quello di riproporlo in quest’occasione: dello scrittore tedesco sono presentati 3 brevi racconti inediti in Italia – Carnevale a Cadice, Il mimo crocifisso e Il paese dei mostri – nel solco del grottesco, dell’erotico, del decadentismo e del sogno. Viene anche ripreso un vecchio articolo di Giuseppe Marotta che ci parla del romanzo “La Mandragora” – di recente finalmente ristampato da Hypnos – e dei suoi adattamenti al cinema. Di Machen viene tradotta, per la prima volta in Italia, un suo scritto dedicato alla tematica dell’occultismo in letteratura. Machen fece parte della Golden Dawn ma il suo punto di vista sull’argomento era molto critico: considerava paccottiglia l’uso di questa tematica in ambito letterario. Machen era sostanzialmente un artista e percepiva, così come i grandi poeti come Keats, l’esistenza di un residuo di soprannaturale nella realtà. Secondo lui “il vero occultismo è da ricercarsi nei libri di coloro che mai con consapevolezza hanno provato a scrivere di cose segrete, nelle “melodie inascoltate”, e sono gli incantesimi più potenti che i “rivestimenti magici” aprono sulla piena visione del mondo invisibile”. Mary Fortune è invece un’oscura autrice australiana che scrisse sotto lo pseudonimo di “Waif Wander”: il suo La maniaca bianca tratta il tema del vampirismo. Di grande impatto Il sosia di Howard Pease – tradotto da Annamaria Bellantuono – , una storia sul tema del “Doppelganger” dove emergono le concitate qualità di questo autore.

Chris Carter: niente X-Files senza Gillian Anderson | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com continua la serie di situazioni scatenate dall’addio di Gillian Anderson (Scully) alla serie X-Files; sembra più che altro un congegno marketing ben oleato, capace di aumentare l’hype verso la serie. Voi che ne dite?

Rispetto a quanto riportato nei giorni scorsi, l’autore storico della serie Chris Carter ha voluto precisare cosa questo possa significare per il futuro del telefilm, durante un AMA (Ask Me Anything, chiedetemi tutto) su Reddit.

Carter è sicuro di una cosa: X-Files è sempre stato e sempre sarà incentrato su Mulder (David Duchovny) e Scully (Gillian Anderson), per cui non ha mai concepito l’idea di un futuro senza di lei:

Penso  che senza Scully non andrei avanti. Non sarebbe il mio X-Files.

Affermazioni nette tutto sommato un po’ difficili da accogliere, almeno per chi si ricorda che Carter ha fatto tranquillamente due stagioni di X-Files senza Mulder e con Scully a regime ridotto.

Weird Book presenta: Dark & Weird | HorrorMagazine


Su HorrorMagazine la segnalazione di un’antologia, Dark & Weird, dedicata all’indimenticabile Sergio Altieri. All’interno della raccolta, nomi da urlo, come elencato qui sotto:

Dark & Weird è un’antologia di racconti horror/weird a cura di Luigi Boccia e Nicola Lombardi, con alcune tra le firme più importanti del panorama fantastico italiano e internazionale, Alan D. Altieri, Franco Forte, Danilo Arona, Joe Weintraub, Luigi Cozzi, Gianfranco Staltari, Aristide Capuzzo e Manfred Oravec. La prefazione è di Gianfranco Nerozzi.

Esistono territori oscuri, appena al di là della nostra percezione. Dimensioni che solo la fantasia può permettersi di esplorare, regioni dello spirito fatte d’ombre e meraviglie che ci attendono per essere scoperte. Questa collana si propone di raccogliere le migliori prove narrative di quegli autori che hanno saputo immergersi nelle zone più tenebrose dell’immaginazione, per poter offrire al lettore l’incomparabile brivido del fantastico e dell’orrore.

N I G R I C A N T E

blog esperienziale di Michele Nigro

Flavio Torba

Scrittore con predilezione per l'horror.

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Crudo e Cotto

Blog di cucina vegana

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn

✨ Artistic spirit ✨ 👩‍🎨 26🌙 🇮🇹 🔮

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

Espedienti Editoriali

parlo di editoria e creo eBook

sabbiature

Culture seriali

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, studi tradizionali, antropologia del sacro, storia delle religioni, folklore, esoterismo.

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

patrizia arcari

LIFESTYLE BLOG - appunti e brevi considerazioni su economia circolare, slow life, trasporto sostenibile, cucina del riuso e ... quantistica

PAROLE LORO

«L'attualità tra virgolette»

Ottobre

giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

bertolinometalartist

GIACOMO BERTOLINO

Diario Esoterico

Un diario non è altro che un registro di viaggio.

mayoor

Con me nell’universo!

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Come mi va...

E si femò a raccontare le sue storie al mare e il vento

eliomarpa

Scrittore fantasma

Maelstrom

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

La Biblionauta

Chiacchiere sui libri e altre amenità

Archeocake

Torte del passato riviste in chiave moderna

VERDE RIVISTA

protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Il Canto delle Muse

"Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata." Gustave Flaubert

ArcheoTime

il tempo dell'archeologia. il tempo di guardare, vedere, scoprire, conoscere, viaggiare nel tempo e nello spazio attraverso il tempo dell'archeologia

Somnium Hannibalis

L'ultimo dei Barca, la cenere e il sangue

Michele Valente |Blog

Blogger e studente di Comunicazione e ricerca sociale. Scrivo di geopolitica, diritto e tematiche ambientali, attraverso un'ottica globale sulla società europea ed internazionale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: