HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Video

Trimurti – Sanguis


Le visioni degli sciamani, in tutta la loro terribile essenza.

Kirlian Camera – Enemy Closing In (Live 2008)


Il delirio di una voce sofferente e di una lirica musicale che vibra nell’abisso futuro_mitteleuropeo.

Magnetoceptia, Audio Rituals with Wearable Antennas | Neural


[Letto su Neural]

Dewi de Vree e Patrizia Ruthensteiner hanno presentato ultimamente una serie di performance e installazioni denominate Magnetoceptia. Il nome dato a questi progetti deriva da “magnetoception”, termine che definisce il senso o l’abilità che consente a un organismo di “rilevare un campo magnetico allo scopo di stabilire direzione, altitudine o posizione”, rendendo questi campi magnetici udibili attraverso suoni elettronici. Le due artiste costruiscono ricevitori-antenna indossabili che captano specifiche frequenze elettromagnetiche e queste sonorità vengono poi utilizzate durante le performance che sono ispirate dal contesto locale o da una particolare storia. Alcune, per esempio, sono state ispirate da singolari acconciature dell’antica dinastia Qing o scaturiscono da elementi del calendario nativo estone. Queste performance hanno la struttura estetica di un rituale e utilizzano strumenti che manifestano qualcosa precedentemente inusuale attraverso una serie di gesti prescritti. I materiali dei costumi e delle antenne, quindi, rafforzano una maniera assai moderna di trattare collettivamente con l’invisibile e l’ignoto.

Pink Floyd – Their mortal remains | PinkFloydItalia


16700543_10154319353432308_5262459967699108459_oSu PinkFloydItalia un resoconto della giornata di presentazione dello show statico Their Mortal Remains, dedicata ai 50anni dei Floyd, avvenuta ieri a Londra. Si è parlato del nuovo disco di Waters e anche, ovviamente, del futuro dei Floyd, sì perché erano presenti lo stesso Waters e Nick Mason.

Roger Waters ha partecipato insieme a Nick Mason ad una “Q&A session” per la nuova mostra “The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains” facendo interessanti rivelazioni: la domanda inevitabile sulla reunion per un concerto una tantum è stata inevitabile. Il Festival di Glastonbury, in particolare, è stato suggerito, a cui Nick ha risposto: “Sarebbe bello aggiungerlo alla lista delle cose da fare. Non ho mai suonato a Glastonbury. Sarebbe divertente farlo [anche se] non credo che sarebbe molto probabile“. Roger ha ricordato il 2002: “Ho fatto Glastonbury una volta credo, era stato veramente freddo ma c’erano un sacco di persone e sembrava molto allegra e mi è piaciuto. Sì, lo farei di nuovo…..“. Il problema è quello che entrambi hanno rivelato su David Gilmour: Roger Waters ha detto “L’ultima che ho sentito, è che David si era ritirato“, mentre Nick MasonHo sentito che è andato in pensione, poi sembrò non ritirarsi“. Speriamo non ci sia niente di vero in queste dichiarazioni…

Maggiori dettagli sulla mostra sono stati rivelati. È un viaggio cronologico attraverso la storia dei Pink Floyd, il collegamento con la musica, l’arte e il design, la tecnologia del suono e le performance dal vivo: dai loro esordi sulla scena club underground nel 1960 a Londra fino ai giorni nostri, attraverso album storici come The Dark Side Of The Moon, Wish You Were Here, Animals, The Wall e The Division Bell, e le loro immagini di accompagnamento, spettacoli teatrali, design e tecnologia. Ogni capitolo della storia dei Pink Floyd è rappresentata, con più di 350 oggetti e manufatti in mostra, molti dei quali mai visti prima, testi scritti a mano, strumenti musicali, lettere, opere d’arte originali e oggetti di scena. Alcuni di questi elementi erano stati messi in impianti di stoccaggio, studi e collezioni personali per oltre 40 anni, prima di essere riscoperti.

Il punto di ingresso della mostra è una replica del furgone Bedford Pink Floyd utilizzato come loro veicolo da tour a metà degli anni 60. Da questo primo momento, il visitatore si immerge nel mondo dei Pink Floyd. Emergendo dal veicolo, si troveranno trasportati nella Swinging London e l’UFO club, la casa della scena musicale psichedelica della capitale, dove i Pink Floyd erano diventati una ‘house band’ durante la prima parte del 1967. La mostra comprende olio atmosferico e proiezioni luminose create dal designer dei Pink Floyd, Peter Wynne Willson, che, insieme con la colonna sonora di accompagnamento, garantisce un’esperienza coinvolgente. Ci sarà anche l’Azimuth Co-Ordinator, il dispositivo usato da Richard Wright che tramite un joystick,faceva ruotare il suono do 360° intorno al luogo del concerto. Sarà presente anche la chitarra con cui David Gilmour ha fatto la storia: la Black Strat e una miriade di altre cose. La “Sennheiser” sarà il partner audio ufficiale della mostra, permettendo esperienze audio accattivanti attraverso la sua tecnologia audio AMBEO 3D. Sistemi Sennheiser saranno utilizzati per tutti gli elementi audio e tutta la mostra, tra cui documenti di  audio storico in altissima qualità. Una perfetta combinazione, anche perchè la band durante la loro carriera ha utilizzato apparecchiature audio Sennheiser e Neumann, iniziando con il leggendario Sennheiser MD 409. La mostra si concluderà con un upmix di Comfortably Numb dal Live8, l’ultima volta che la band ha suonato insieme . Questo creerà un suono surround avvolgente utilizzando la sua tecnologia 3D AMBEO (18.3).

Pierce Warnecke – Memory Fragments | Neural


[Letto su Neural]

Nato in California nel 1983, Pierce Warnecke ha lavorato per 10 anni in Francia e poi a Berlino, dove alcuni anni fa ha completato il suo corso di Meisterschüler studies all’Universität der Kunst (il Meisterschüler non può essere confrontato con il grado “Master”, piuttosto, è il massimo riconoscimento artistico per studenti particolarmente dotati), poi, infine, si è trasferito in Spagna, dove adesso ha base operativa. Memory Fragments è l’album di debutto per questo compositore e media-artista il cui focus è egualmente diviso fra ricerca audio e arti visive, forte d’un approccio sempre coerente nel modulare suoni, silenzi e texture, suoni sintetici puri, interferenze elettroniche e manipolazione d’oggetti trovati. L’artista desidera sottolineare come le due distinte parti nelle quali è suddivisa la composizione (“Hidden Beyond the Rays of Sunlight” e “As The Cold Dust of Time Settled”) siano correlate, enfatizzando che “la realtà è precisa mentre la memoria no”, infondendo allo storytelling i caratteri estetici della rimembranza. Warnecke – infatti – organizza astrazioni purissime dando vita a strutture poetiche che risvegliano immagini della coscienza e sentimenti remoti. L’ispirazione a sua volta sembra indotta da una forza che risiede nell’essere soggetto percettivo, ben conscio della matericità dei suoni, della loro duttilità e incertezza. Forme musicali che possono apparire infine anche frammentarie o senza soluzione di continuità. Eppure l’esperienza non è mai precisa come il momento originario e questo rende la memoria un volatile supporto di archiviazione, soggetto a transitorietà, con le astrazioni elettroacoustiche che coprono una vasta gamma di tonalità, a volte con soluzioni futuribili e cinematiche, glitch e calibrate distorsioni, in altri passaggi con droni, sospensioni temporali e trattamenti dalle qualità acusmatiche. L’effetto è alquanto estetizzante, un immaginario processo di trasformazione e indefinitezza che a sua volta induce a una progressiva rarefazione delle sequenze.

Adeus, Epic Audio Failures | Neural


[Letto su Neural]

I piccoli fallimenti sono parte della nostra esistenza quotidiana ma quando accadono nella musica, immediatamente assumono un differente significato. Nella sua installazione “Adeus”, Joao Costa utilizza due lastre di metallo, una in d’ottone e l’altra di rame, con la notazione musicale espressa in guisa di trattini incisi. La canzone rappresentata è “Valsa de Euridice” – il walzer di Euridice – del famoso poeta brasiliano e musicista Vinicius de Moraes. Una serie di sensori elettronici scansiona le lastre, leggendole e suonando il brano. Quando finisce l’incisione, si muovono avanti e poi di nuovo indietro. A un certo punto i sensori iniziano a malfunzionare; tuttavia, questi gradualmente ritornano in sincronia dopo un po’, dando vita a un lungo e meno prevedibile loop. L’intero meccanismo parafrasa i fallimenti e i momenti culminanti della storia classica di Orfeo ed Euridice, ma anche formulano un sistema per il quale gli insuccessi e la bellezza auto-riparatrice possono essere intesi in maniera universale, esattamente come la stessa storia che ispira tale mitologia.

Autopsy. Il trailer del film horror dall’8 marzo al cinema | FantasyMagazine


Da FantasyMagazine la segnalazione di un trailer del film horror Autopsy. A me ha colpito, e a voi? Ecco la quarta del film:

Tommy Tilden (Brian Cox) è un esperto medico legale e gestisce con suo figlio Austin (Emile Hirsch) un obitorio in Virginia. Un giorno lo sceriffo del posto arriva con un caso di emergenza, il cadavere di una donna sconosciuta ritrovato in un seminterrato a seguito di un pluriomicidio. Sembra un caso come tanti, ma nel corso dell’autopsia i due professionisti vengono man mano turbati da nuove, terrificanti scoperte. Il corpo della donna è perfettamente conservato all’esterno, ma all’interno è stato smembrato e rimangono segni di cicatrici e bruciature, come se fosse stata vittima di un orribile e misterioso rituale di tortura. Mentre padre e figlio cercano spiegazioni scientifiche plausibili a queste scoperte raccapriccianti, cose sempre più inspiegabili sembrano succedere nell’obitorio…

Ottobre

giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Diario Esoterico

Un diario non è altro che un registro di viaggio.

mayoor

Foglie da collezione, cm 12 x 12 x 3 - By Mayoor

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Come mi va...

E si femò a raccontare le sue storie al mare e il vento

eliomarpa

Scrittore fantasma

My Alethεiα

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

mondo dolce

Food Lover.

poesiaspontanea

improvvisazioni di poesia

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

Archeocake

Torte del passato riviste in chiave moderna

VERDE RIVISTA

protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Il Canto delle Muse

Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata. Gustave Flaubert

ArcheoTime

il tempo dell'archeologia. il tempo di guardare, vedere, scoprire, conoscere, viaggiare nel tempo e nello spazio attraverso il tempo dell'archeologia

Laboratorio di poesia povera

Versi essenziali per cuori semplici

Somnium Hannibalis

L'ultimo dei Barca, la cenere e il sangue

Michele Valente |Blog

Blogger e studente di Comunicazione e ricerca sociale. Scrivo di politica ed economia, europea e internazionale, attraverso un'ottica globale dei fenomeni della società

Sonia Cenceschi

La musica è una pratica occulta dell'aritmetica, dove l'anima non sa di calcolare - Leibniz

Necrologika

Se muori te lo diciamo noi.

ITINERARI LAZIALI

borghi, castelli, ville, città perdute, monasteri ed abbazie, leggende e segreti, paesaggi fantastici e luoghi insoliti della regione di Roma e dei territori limitrofi.

CollettivoD

Il punto di vista delle donne

GamberoSolitario

A great WordPress.com site

Perversamente Tua

Come stelo mi piego e ti raggiungo, angelo nel tuo inferno, demone di un perverso paradiso.

PINK FLOYD ITALIA

Il primo blog italiano sui Pink Floyd, news e non solo. Fatto da un fan... per i fans!

lucangreenwaters

Lucania dalle Verdi Valli e dalle Acque Cristalline

L'AlTrO (lato)

" Per sentire e sognare in pace, bisogna spegner la luce della ragione... almeno per un po'. "

Simone Morana Cyla Official Blog

Blog ufficiale dell'artista digitale Simone Morana Cyla.

LA FLOTTA DI VEGAN

Cucina verde e ispirazioni nerd

Lezioni Sul Domani

Blog di Fantascienza

Salvatore Leone

Il vizio dell'aria

la Ciarla

a cura di Giovanni Pistolato

Antares666's Weblog

Just another WordPress.com site

Dimensione Visiva Personale

.....semplicemente quello che vedo e niente più

Indice di lettura

Fantastico e immaginario

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: