HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Impero Connettivo


Stato sconfinato (di mia invenzione) in grado di dominare non solo sullo spazio (sistema solare, oltre), ma pure sul tempo. L’Imperatore è un monarca assoluto, modellato sui regnanti romani.

Al pari dello Stato romano, non tutto il territorio possibile è dominato; esistono i confini e un vasto luogo esterno di cui, all’interno dell’Impero, si hanno nozioni imprecise. L’Imperatore è un alieno, un Nephilim; la sua stirpe vive da prima che l’uomo cominciasse a camminare e ha visto tutte le sue epoche, fino al postumanismo; l’imperatore si serve di alcuni funzionari postumani che compaiono spesso, sia nei romanzi che nei racconti.

Nel territorio imperiale vige, come moneta, l’informazione; per questo motivo tutti i postumani che vi abitano hanno spiccate caratteristiche connettive che li pone in LAN cerebrale – nulla di craniale, i processi che portano alla condivisione attraversano, per lo più, lo spettro delle possibilità genetiche. Nell’Impero, essendo esso un organismo statale che si fonda anche sul tempo, il dominio delle ombre e degli spettri, dei ricordi non morti, ha un posto di rilievo nella vita dei soggetti postumani, molti dei quali hanno sviluppato – attraverso clade genetiche – sensibilità verso l’occulto.

Per la saga ho scritto cinque romanzi (L’Impero, che ha dato spunto al fumetto Florian dell’Impero; Nel Basso Impero Connettivo, Kaos the book, Olonomico e L’impero restaurato, vincitore Premio Urania 2015) corredati da cinque raccolte di racconti (Feel, A la page, The garden of delay, Following the path e Silphius); con Marco “Pykmil” Milani ho scritto anche il romanzo PtaxGhu6. Ulteriori connessioni “imperiali” sono quelle con Kaos the book e i lavori visivi (La trentunesima ora e il suo spin-off, non ancora realizzato, Kaos the film), nonché col personale reading multimediale From a fuzzy point of view, sono stringenti e cercano di dare il senso di un’opera olografica e avvolgente, che abbraccia molte arti: scrittura, cinematografica, oratoria, musicale, empatica.

L’immagine in alto è Il ladro di stelle, di Nimiel.

8 commenti»

  Olonomico « false percezioni wrote @

[…] cosiddetto Impero Connettivo – uno Stato modellato sull’esempio dell’Impero Romano, il cui dominio si estende sia sullo […]

Mi piace

[…] cosiddetto Impero Connettivo – uno Stato modellato sull’esempio dell’Impero Romano, il cui dominio si estende sia sullo […]

Mi piace

  Sandro Battisti: Olonomico « HyperNext wrote @

[…] cosiddetto Impero Connettivo – uno Stato modellato sull’esempio dell’Impero Romano, il cui dominio si estende sia sullo […]

Mi piace

  Presentazione Olonomico | ilcantooscuro wrote @

[…] la libreria caffè letterario Mangiaparole sita in via Manlio Capitolino 7/9, Roma, per presentare il mio romanzo Olonomico . Sarà l’occasione per sviscerare il romanzo nelle sue caratteristiche e finalità, un discorso […]

Mi piace

[…] letterario Mangiaparole, in via Manlio Capitolino 7/9 a Roma, verrà presentato il romanzo Olonomico, di Sandro Battisti. Interverranno l’autore e Pier Luigi […]

Mi piace

  Pansy wrote @

This is a good tip especially to those fresh to the blogosphere.
Simple but very accurate info… Many thanks for sharing this one.
A must read article!

Mi piace

[…] Ptaxghu6 è un distillato purissimo di essenza connettivista. Prendete l’Impero Connettivo, l’invenzione di Battisti che riprende in chiave fantascientifica le vicende dell’Impero Romano trasponendole su uno sfondo cosmico, in una operazione post-asimoviana e post-herbertiana da cui scaturisce uno degli affreschi letterari più ambiziosi di questi anni. Aggiungete la sensibilità di Milani per la spiritualità zen e tutto ciò che è invisibile agli occhi e dunque essenziale. Giusto un tocco di ironia a stemperare le ombre più oscure. Una spruzzata di Roger Zelazny e J.G. Ballard e un’altra di Valerio Evangelisti. E servite con del ghiaccio: ecco pronta una bevanda fresca e dissetante per le vostre menti, perfetta come lettura tanto di evasione quanto di riflessione. […]

Mi piace

  La punta di diamante | New Phoenix | HyperHouse wrote @

[…] racconto di Umberto “Ubi” Bertani, citato qui ed espanso qua, in cui compare l’Impero Connettivo. Il titolo del racconto, con tesissime influenze cybergoth, è La punta di diamante, e le […]

Mi piace


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Poiesis

La poesia è l’elaborazione profonda di un pensiero. Collana Letteraria Poiesis per Il Vajo del Libro Verona

Perversamente Tua

Come stelo mi piego e ti raggiungo, angelo nel tuo inferno, demone di un perverso paradiso.

PINK FLOYD ITALIA

Il primo blog italiano sui Pink Floyd, news e non solo. Fatto da un fan... per i fans!

lucangreenwaters

Lucania dalle Verdi Valli e dalle Acque Cristalline

ludmill@nte

" Per sentire e sognare in pace, bisogna spegner la luce della ragione... almeno per un po'. "

LA FLOTTA DI VEGAN

Cucina verde e ispirazioni nerd

Lezioni Sul Domani

Blog di Fantascienza

La Ciarla

a cura di Giovanni Pistolato

A Place For My Head

La vita è una commedia per coloro che pensano e una tragedia per coloro che sentono.

Frattali di Nuova Aurora

racconti dall'Universo Perpendicolare

Diventare.

Sia il discorso che il silenzio trasgrediscono.

Antares666's Weblog

Just another WordPress.com site

Dimensione Visiva Personale

.....semplicemente quello che vedo e niente più

Indice di lettura

Fantastico e immaginario

Critica.Mente: la sola costanza è il cambiamento

divagazioni letterarie, sociali e politiche

Associazione LiberoLibro

Associazione letteraria e culturale

Kipple Officina Libraria

Let the vision flow

Ivano Mingotti

Pagina ufficiale autore

Psicologia INcambiamento

"Ciò a cui opponi resistenza persiste. Ciò che accetti può essere cambiato" Carl Gustav Jung

Il Vecchio Mente

Memorie di uno scrittore dell'immaginario coi Baffi.

HOMO RADIX

TIZIANO FRATUS ~ LIBRI, VISIONI & AZIONI PER DISEGNATORI DI RADICI E CERCATORI D'ALBERI SECOLARI

Free Animals, Loved & Respected

Sustainable Development

La lanterna del pescatore

laboratorio di scrittura di Giorgio Galli

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

sogno di crudele farfalla

"A questo mondo ci sono persone che odiano la realtà. Io vendo sogni a quelle persone"

Verso Ercole

Il blog di Stefano Paparozzi

The Connective World

Siamo i Custodi della Percezione, i Guardiani degli Angeli Caduti in Fiamme dal Cielo, Lupi Siderali. Un gruppo di liberi pensatori indipendenti. Viviamo nel cyberspazio, siamo dappertutto. Non conosciamo frontiere.

1001 Scribbles

Random and Abstract Lines

rogueclassicism

quidquid bene dictum est ab ullo, meum est

Astracon

Blog connettivista e virale

Aquinum muro ducta colonia, a triumviris deducta (Lib. Col., 229)

Nuclear Family

Life without art is stupid

Kira A

|||||||blood is my warm blanket|||||||

il piccolo viaggiatore

consigli di viaggio per ventenni in giro per il mondo

architettura ecosostenibile

Contemporary green building

novecentosessantadue

Pensieri Longobardi.

Il Bloggo di Herr Joe & Ma'am Freida

psichedeliche recensioni & racconti opinabili digitati su una tastiera insettoide

nonquelmarlowe

le indagini di un investigatore bibliofilo

Humani nihil

Angolo di riflessione sui miracoli della creatività umana

Cucina Veg for Dummies

Tra un morso e l'altro

Giorgia Penzo 🌹

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 339 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: