HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Roger Waters

I’ve got strong urge to fly


Oh, non so proprio come distrarmi oltre le barriere erette nel semplice mondo incarnato, ho bisogno di essere altro e volare via, ho urgente bisogno di volare

ROGER WATERS: IL NUOVO SINGOLO “THE LAST REFUGEE” | PINK FLOYD ITALIA


Su PinkFloydItalia la segnalazione del terzo singolo del nuovo lavoro di Roger Waters, The last refugee. Be’, a me piace molto…

Lie with me now
Under lemon tree skies
Show me the shy, slow smile you keep hidden by warm brown eyes

Catch the sweet hover of lips just barely apart
And wonder at loves sweet ache
And the wild beat of my heart

Oh, rhapsody tearing me apart

And I dreamed I was saying goodbye to my child
She was taking a last look at the sea
Wading through dreams, up to our knees in warm ocean swells
While bathing belles, soft beneath
Hard bitten shells punch their iPhones
Erasing the numbers of radon done lovers

And search the horizon
And you’ll find my child
Down by the shore
Digging a mound for a chain or a bone
Searching the sand for a relic washed up by the sea

The last refugee

Andrea Scanzi intervista Roger Waters: “Se ci sarà posto per me nella storia? Non me ne frega niente. Trump? Un ‘nincompoop'” – Il Fatto Quotidiano


Una bella intervista a Roger Waters da parte di Andrea Scanzi del FattoQuotidiano. Un estratto:

Amused to death era un capolavoro, eppure non ha avuto il successo che meritava. Le pesa il fatto di essere anzitutto un “ex Pink Floyd” e poi Roger Waters?

Mi pesa? Aver fatto parte di un gruppo pop chiamato Pink Floyd non ha importanza, anche se mi dà una certa possibilità di esprimermi. Se non avessi fatto parte di una band così famosa, forse ci sarebbe meno interesse per ciò che faccio ora. Ma non mi importa delle etichette o del passato. Quello che faccio arriva alla gente oppure no: la gente capisce, apprezza le canzoni, ascolta questo disco oppure no. Preferirei che la gente lo ascoltasse. Sto ricevendo ottimi riscontri e ne sono felice. Nigel ha fatto un ottimo lavoro come produttore, penso che sia proprio un bel disco. Dice molte delle cose in cui credo.

ROGER WATERS: “IS THIS THE LIFE WE REALLY WANT?” DISPONIBILE DAL 2 GIUGNO – TUTTE LE INFO – CON AGGIORNAMENTI | PINK FLOYD ITALIA


Su PinkFloydItalia la segnalazione del nuovo disco di Roger Waters in arrivo. Ecco il post:

Come previsto dai pochissimi dettagli usciti fin d’ora, il nuovo album di inediti di Roger Waters Is This the Life We Really Want?“, ha subito uno slittamento, ma dopo 25 anni di attesa, la data da segnarsi sul calendario è il prossimo 2 Giugno 2017.

Il disco è prodotto dallo storico collaboratore dei Radiohead Nigel Godrich e contiene dodici brani inediti eseguiti dallo stesso Roger Waters e da Gus Seyffert (bassista per Norah Jones e frontman dei Willoughby), Jonathan Wilson (cantautore, produttore e già leader dei Muscadine), Joey Waronker (batterista in passato già al fianco di Beck e R.E.M.), Roger Manning (in passato in forze in Jellyfish, Imperial Drag, The Moog Cookbook e TV Eyes), Lee Pardini (tastierista dei Dawes), Jessica Wolfe e Holly Proctor.

Dalla prima nota stampa diramata dall’entourage dell’artista ripresa dalla stampa britannica:

Amused To Death’ è stato un lungimirante studio sulla cultura popolare, che ha esplorato il potere della TV ai tempi della prima Guerra del Golfo, il suo seguito, ‘Is This The Life We Really Want?’, è un severo commento del mondo moderno e di questi tempi incerti. Questo album è il naturale successore dei classici dei Pink Floyd come ‘Animals’ e ‘The Wall’“.

Il lavoro (della durata di circa 55 minuti) sarà disponibile sia sotto forma di CD (digipack), in digitale, e in formato doppio vinile da 180 grammi: tutte le versioni saranno pre-ordinabili a partire da domani, venerdì 21 aprile.

Questa la tracklist:

When We Were Young
Déjà Vu
The Last Refugee
Picture That
Broken Bones
Is This The Life We Really Want?
Bird In A Gale
The Most Beautiful Girl
Smell The Roses
Wait For Her
Oceans Apart
Part Of Me Died 

Ulteriori aggiornamenti con il link per la prenotazione, appena disponibili!

Roger Waters ha pubblicato sul suo canale YouTube il primo singolo, nona traccia dell’album: Smell The Roses, ecco l’audio:

Dio mio, cose sublimi…

ROGER WATERS: NUOVO ALBUM IN USCITA IL 19 MAGGIO | PINK FLOYD ITALIA


Da PinkFloydItalia altri dettagli sull’album nuovo di Roger Waters, in uscita il 19 maggio: Is This The Life We Really Want?, dopo venticinque anni dall’ultimo lavoro. Un video ci illustra qualche breve e stupendo passo di registrazione…

Pink Floyd – Their mortal remains | PinkFloydItalia


16700543_10154319353432308_5262459967699108459_oSu PinkFloydItalia un resoconto della giornata di presentazione dello show statico Their Mortal Remains, dedicata ai 50anni dei Floyd, avvenuta ieri a Londra. Si è parlato del nuovo disco di Waters e anche, ovviamente, del futuro dei Floyd, sì perché erano presenti lo stesso Waters e Nick Mason.

Roger Waters ha partecipato insieme a Nick Mason ad una “Q&A session” per la nuova mostra “The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains” facendo interessanti rivelazioni: la domanda inevitabile sulla reunion per un concerto una tantum è stata inevitabile. Il Festival di Glastonbury, in particolare, è stato suggerito, a cui Nick ha risposto: “Sarebbe bello aggiungerlo alla lista delle cose da fare. Non ho mai suonato a Glastonbury. Sarebbe divertente farlo [anche se] non credo che sarebbe molto probabile“. Roger ha ricordato il 2002: “Ho fatto Glastonbury una volta credo, era stato veramente freddo ma c’erano un sacco di persone e sembrava molto allegra e mi è piaciuto. Sì, lo farei di nuovo…..“. Il problema è quello che entrambi hanno rivelato su David Gilmour: Roger Waters ha detto “L’ultima che ho sentito, è che David si era ritirato“, mentre Nick MasonHo sentito che è andato in pensione, poi sembrò non ritirarsi“. Speriamo non ci sia niente di vero in queste dichiarazioni…

Maggiori dettagli sulla mostra sono stati rivelati. È un viaggio cronologico attraverso la storia dei Pink Floyd, il collegamento con la musica, l’arte e il design, la tecnologia del suono e le performance dal vivo: dai loro esordi sulla scena club underground nel 1960 a Londra fino ai giorni nostri, attraverso album storici come The Dark Side Of The Moon, Wish You Were Here, Animals, The Wall e The Division Bell, e le loro immagini di accompagnamento, spettacoli teatrali, design e tecnologia. Ogni capitolo della storia dei Pink Floyd è rappresentata, con più di 350 oggetti e manufatti in mostra, molti dei quali mai visti prima, testi scritti a mano, strumenti musicali, lettere, opere d’arte originali e oggetti di scena. Alcuni di questi elementi erano stati messi in impianti di stoccaggio, studi e collezioni personali per oltre 40 anni, prima di essere riscoperti.

Il punto di ingresso della mostra è una replica del furgone Bedford Pink Floyd utilizzato come loro veicolo da tour a metà degli anni 60. Da questo primo momento, il visitatore si immerge nel mondo dei Pink Floyd. Emergendo dal veicolo, si troveranno trasportati nella Swinging London e l’UFO club, la casa della scena musicale psichedelica della capitale, dove i Pink Floyd erano diventati una ‘house band’ durante la prima parte del 1967. La mostra comprende olio atmosferico e proiezioni luminose create dal designer dei Pink Floyd, Peter Wynne Willson, che, insieme con la colonna sonora di accompagnamento, garantisce un’esperienza coinvolgente. Ci sarà anche l’Azimuth Co-Ordinator, il dispositivo usato da Richard Wright che tramite un joystick,faceva ruotare il suono do 360° intorno al luogo del concerto. Sarà presente anche la chitarra con cui David Gilmour ha fatto la storia: la Black Strat e una miriade di altre cose. La “Sennheiser” sarà il partner audio ufficiale della mostra, permettendo esperienze audio accattivanti attraverso la sua tecnologia audio AMBEO 3D. Sistemi Sennheiser saranno utilizzati per tutti gli elementi audio e tutta la mostra, tra cui documenti di  audio storico in altissima qualità. Una perfetta combinazione, anche perchè la band durante la loro carriera ha utilizzato apparecchiature audio Sennheiser e Neumann, iniziando con il leggendario Sennheiser MD 409. La mostra si concluderà con un upmix di Comfortably Numb dal Live8, l’ultima volta che la band ha suonato insieme . Questo creerà un suono surround avvolgente utilizzando la sua tecnologia 3D AMBEO (18.3).

PINK FLOYD: THE EARLY YEARS – THE INDIVIDUAL VOLUMES | PINK FLOYD ITALIA


Come segnalato dal blog PinkFloydItalia, il box Pink Floyd The early years, fino a ora venduto in blocco, verrà scisso e proposto singolarmente. Ecco il dettaglio:

Come largamente anticipato, è stata resa nota l’uscita dei singoli volumi contenuti all’interno del box set “The Early Years 1965-1972”: la data di uscita è il 24 Marzo 2017, per coloro che non hanno potuto acquistare il box intero a causa del prezzo o per coloro interessati solo a particolari anni della carriera dei Pink Floyd, questa è un’ottima notizia. Questi singoli volumi sono ripartiti negli anni 1965-1967, 1968, 1969, 1970, 1971 e infine 1972. Ciascuno di essi sarà esattamente uguale alla versione che si trova all’interno del mastodontico cofanetto con una selezione di memorabilia nascoste in parte dell’imballaggio pieghevole ad eccezione di un adesivo sulla copertina che mostra il contenuto del singolo volume.  Non sarà pubblicato invece, come volume singolo, il cofanetto “CONTINU/ATION” che resterà un’esclusiva del box-set integrale. È stato recentemente reso noto che l’idea per i titoli dei cofanetti è stata di Roger Waters, per dare una visione in cui la band era in quel particolare punto della loro carriera.

Il prezzo è di circa €44 a volume. Qui di seguito i link ad Amazon.it

CAMBRIDGE ST/ATION 1965-67 – GERMIN/ATION 1968 – DRAMATIS/ATION 1969 – DEVI/ATION 1970 – REVERBER/ATION 1971 – OBFUSC/ATION 1972

1965-1967: CAMBRIDGE ST/ATION – 2 CD / DVD / Blu-ray

Copre il periodo degli esordi dei Pink Floyd con Syd Barrett. All’interno demos, singoli non contenuti negli album originali, tracce inedite come “Vegetable man” e “In the beechwoods” (in un nuovo mixaggio), registrazioni tratte dalle BBC sessions e da un live a Stoccolma del 1967. Il DVD/Blu-ray include performances TV, materiale filmato dagli archivi dei Floyd e memorabilia.

1968: GERMIN/ATION – CD / DVD / Blu-ray

Questo volume si focalizza sul periodo seguente l’abbandono di Syd Barrett, quando i Pink Floyd scrivevano ancora brani “singoli” ma nello stesso tempo sviluppavano il loro stile personale e più basato sulla musica strumentale. Ci sono brani non entrati negli album, più una sessione di registrazione fatta nei Capitol Records studios di Los Angeles recentemente riscoperta, BBC sessions e altre tracce. Il DVD/Blu-ray contiene il promo clip di “Point me at the sky” restaurato recentemente, alcune performances  televisive internazionali e una selezione da altri show TV.

1969: DRAMATIS/ATION – 2 CD / DVD / Blu-ray

Nel 1969 i Pink Floyd svelarono la loro produzione di “The Man” e “The Journey” un live concettuale in 2 parti che copriva un periodo di 24 ore tra sogno, risveglio e altre attività. Non fu mai pubblicato in questa forma ma alcune canzoni vennero utilizzate nella colonna sonora di “More” e in “Ummagumma”. Questo volume contiene quindi registrazioni live di questo progetto fatte ad Amsterdam e presso la BBC di Londra ma include anche delle bonus tracks tratte da “More” che non furono incluse nell’album “More” ma vennero utilizzate nel film, in più altri brani come una delle prime versioni di “Embryo” tratta da “Picnic”, un sampler della Harvest. Il materiale video contiene 20 minuti delle prove di “The Man/The Journey” fatte alla Royal Festival hall, dirette da Anthony Stern con brani come “Afternoon (Biding My Time)”, “The Beginning (Green is the colour)”, “Cymbaline”, “Beset by creatures of the deep” e “The end of the beginning” (l’ultima parte di “A saucerful of secrets”), più altre performance live di quel periodo.

1970: DEVI/ATION – 2 CD / 2 DVD / Blu-ray

Alla fine del 1969 e nella prima parte del 1970 i Pink Floyd registrarono e mixarono il loro contributo alla visione alternativa della società americana di Michelangelo Antonioni: “Zabriskie point”. Tre brani furono pubblicati nella colonna sonora dell’album e altri 4 nella versione expanded CD del 1997. Mai pubblicati in un solo album dei Pink Floyd, questo volume contiene tutte le versione remixate e aggiornate del materiale audio di “Zabriskie point”. Nello stesso anno la band ottenne il suo primo posto nella classifica UK con “Atom heart mother”, una collaborazione con Ron Geesin, che prevedeva un’orchestra e un coro, nella versione DVD troviamo il Quad mix originale. Il materiale video contiene un’ora intera di registrazioni per la TV KQED di San Francisco più estratti dalla storica performance di “Atom heart mother” e materiale della TV Francese filmato al festival di St.Tropez.

1971: REVERBER/ATION – CD / DVD / Blu-ray

Nel 1971 i Floyd registrarono “Meddle” che conteneva il brano “Echoes”, una facciata intera dell’LP da molti considerato il brano che fece da fondamenta per “The dark side of the moon”, e quindi una parte importantissima del loro percorso. In questo volume troviamo parti dei demo originali di questo periodo importante, oltre alle BBC sessions. La parte video offre la versione originale mai pubblicata di “Echoes” in Quad Mix oltre a materiale live inedito del 1971 che include brani da uno spettacolo fatto insieme a Roland Petit e il suo corpo di ballo di Marsiglia.

1972: OBFUSC/ATION – 2 CD / DVD / Blu-ray

Nel 1972 i Pink Floyd viaggiarono a Hérouville, a nord di Parigi per registrare agli studi Strawberry nel castello della città. In 2 settimane indimenticabili scrissero e registrarono “Obscured by clouds” la colonna sonora del film “La vallée” di Barbet Schroeder. Lo stesso anno pubblicarono il film “Pink Floyd Live at Pompei” in cui la band si esibisce senza pubblico nello storico anfiteatro romano di Pompei. Il materiale video include la performance di “Live at Pompei” editata in nuovi mix audio 5.1 più materiale registrato per la TV Francese e dai concerti tenuti al Brighton Dome nel giugno 72 più ulteriori performance con il balletto di Roland Petit.

sabbiature

Culture seriali

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, tradizione, antropologia del sacro, storia delle religioni, esoterismo. A cura di Marco Maculotti.

Gwynto

Aspirante scrittrice, lettrice avida, amante delle parole

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

the green path

… Dorothy si trova in un mondo colorato con delle piccole casette e una stradina dorata, in viaggio verso la città di smeraldo. Il mago di Oz (1939)

The Darkest Art

A journey through dark art.

PAROLE LORO

"L'attualità tra virgolette"

Ottobre

giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Diario Esoterico

Un diario non è altro che un registro di viaggio.

mayoor

Questo blog è il mio taccuino personale, lo uso infatti per appuntare poesie che poi modificherò immancabilmente. Quindi siete avvertiti: quel che leggete oggi domani potrebbe essere diverso, o non esserci affatto.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Come mi va...

E si femò a raccontare le sue storie al mare e il vento

eliomarpa

Scrittore fantasma

Maelstrom

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

mondo dolce

Food Lover.

poesiaspontanea

improvvisazioni di poesia

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

La Biblionauta

Chiacchiere sui libri e altre amenità

Archeocake

Torte del passato riviste in chiave moderna

VERDE RIVISTA

protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Il Canto delle Muse

Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata. Gustave Flaubert

ArcheoTime

il tempo dell'archeologia. il tempo di guardare, vedere, scoprire, conoscere, viaggiare nel tempo e nello spazio attraverso il tempo dell'archeologia

Laboratorio di poesia povera

Versi essenziali per cuori semplici

Somnium Hannibalis

L'ultimo dei Barca, la cenere e il sangue

Michele Valente |Blog

Blogger e studente di Comunicazione e ricerca sociale. Scrivo di politica ed economia, europea e internazionale, attraverso un'ottica globale dei fenomeni della società.

Sonia Cenceschi

La musica è una pratica occulta dell'aritmetica, dove l'anima non sa di calcolare - Leibniz

Necrologika

Se muori te lo diciamo noi.

ITINERARI LAZIALI

borghi, castelli, ville, città perdute, monasteri ed abbazie, leggende e segreti, paesaggi fantastici e luoghi insoliti della regione di Roma e dei territori limitrofi.

CollettivoD

Il punto di vista delle donne

GamberoSolitario

A great WordPress.com site

Perversamente Tua

Come stelo mi piego e ti raggiungo, angelo nel tuo inferno, demone di un perverso paradiso.

PINK FLOYD ITALIA

Il primo blog italiano sui Pink Floyd, news e non solo. Fatto da un fan... per i fans!

lucangreenwaters

Lucania dalle Verdi Valli e dalle Acque Cristalline

L'AlTrO (lato)

" Per sentire e sognare in pace, bisogna spegner la luce della ragione... almeno per un po'. "

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: