HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Olonomico, il pifferaio alle porte dell’alba | Nero Cafè


Luigi Bonaro ha recensito, sulle pagine di NeroCafe, il mio romanzo Olonomico. lo ha fatto con toni e percezioni incredibilmente aderenti alle mie sensazioni più interiori, usando immagini e concetti, filosofici anche, davvero potenti e sopraffine. Mi trovo in difficoltà a citare solo uno stralcio della rece e perciò ho deciso di incollarla tutta, dopo il salto. Voglio solo notare che a un anno, quasi, dall’uscita del romanzo, i suoi memi continuano ancora a gettarsi nel continuum, fecondandolo. Grazie, Luigi, per il tuo sentire.

L’alieno Totka_II è l’invincibile sovrano dell’Impero Connettivo, il suo potere tecnocratico si estende ai confini delle galassie. Totka_II è sostenuto da Sillax, un valido postumano che ha saputo accogliere in sé parte della conoscenza del sapiente sovrano. Totka_II ha mire espansionistiche ma, è consapevole, i suoi eserciti sono inadeguati allo scopo. Ai confini dell’Impero Connettivo vi sono forze molto potenti che sfuggono al controllo del Sovrano, ne minano l’esagerato individualismo. Queste forze attraggono Sillax che varca il confine dell’Impero Connettivo per il suo desiderio di Conoscenza. La presenza enigmatica di Lycia e Storm sulle rive di un fiume, un misterioso antagonista alle soglie del bosco, (the piper at the gates of dawn) l’avversario di TotKa_II, un conflitto alle porte dell’Impero Connettivo rappresentano parte dei temi del libro.

«Cos’è Olonomico?»

«È un nome che comprende qualsiasi nome tu voglia darmi, ma non è nessuno di quelli che tu vorresti attribuirmi, un compendio che ha senso solo se consideri il tutto».

Olonomico è considerare il tutto, la totalità delle connessioni psichiche, è una conoscenza intuitiva, onirica, che intuisce il trascendente e lo comprende nella sua essenza. Olonomico è cecità e rivelazione delle infinite e invisibili connessioni correlate alla propria coscienza, dove l’essere incarnato, la materia, il mondo sensibile sono solo un evidente svantaggio.

«Giungo alla comprensione di quell’oceano di link, comprensivo d’innumerevoli fenomeni stocastici, attraverso raffinazioni successive di consapevolezza.
Sono cieco, ma se essere cieco significa percepire il mondo in questo modo, allora sono felice di esserlo. Sperimento una sorta di euforia, come se, diventando cieco, mi fossi evoluto verso uno stadio superiore di conoscenza».

È il tema della cecità come conoscenza che va al di là del sensibile. La perdita della vista “sensibile” per l’acquisizione della connessione psichica. Sillax diviene come Omero, un ὁ μὴ ὁρῶν, il “colui che non vede” dell’antichità, raggiunge uno stadio superiore di conoscenza.

Un Anima Mundi, un’anima universale, energetica, spirituale e tecnologica dà vita a un next-platonismo, delinea un principio unificante a cui risultano legati tra loro tutti gli esseri, i cui limiti sono costituiti, che siano postumani o alieni, dal loro essere biologici.

«Tu puoi capire solo limitatamente alle tue capacità fisiche e psichiche. Puoi afferrare una parte della consistenza globale soltanto grazie alle espansioni che hai in te, ma ti sfuggirà sempre la completa visione delle cose, anche se continuerai a espandere la tua fisicità e psichicità».

È il tema platonico dell’anima imprigionata nel corpo. O meglio dell’Energia ingabbiata nella materia. Anche il mondo sensibile ha una sua anima. Ma è imperfetta rispetto al mondo da cui proviene. Materia e corpo portano il disordine nella realtà. La materia è l’origine del male perché oppone resistenza alla perfezione delle idee, per cui esiste ma come realtà negativa. Non a caso una delle punizioni di Totka_II consiste nello spedire i condannati su Titano per annegare nella materia. L’antico filosofo Plotino, a tale proposito, mostrava questo particolare processo dell’Anima platonica descrivendo un lume e la luce che da esso si propaga. Più ci si allontana dalla fiamma e più la luce tende a sparire. Quest’assenza di luce rappresentava la materia.

È un next-panismo, tecnologico e onirico insieme, quello descritto in Olonomico, scrigno dei segreti netxtumani, un sapere scientifico ancestrale, alieno, potenziato dalla tecnica, dove la conoscenza è un’ossessione e la razionalità sembra un inutile orpello eretto a simbolo del biologico.
Non a caso, Lycia, una delle protagoniste del libro che compie un viaggio iniziatico di Conoscenza, incontra Pan al limite del bosco, la rappresentazione dell’archetipo, del dionisiaco e al contempo di questa energia tecno-orgiastica che entra ed esce dal mondo e si connette con tutto. Lycia viene scelta per la sua ricettività, per la sua capacità di accogliere in sé, sebbene nei limiti della sua biologia, il seme spirituale della conoscenza, della pura energia. È questa una delle simbologie più potenti che è possibile rinvenire nella nostra cultura e, per fare solo degli esempi, negli antichi testi, dal Ricettivo dell’I-Ching al vuoto taoista, alla yoni inserita nel triangolo rovesciato presente nella rappresentazione del Chakra del cuore.
Ma questa stessa stessa energia, sebbene infinita e indistruttibile, ha dei confini dettati dallo spazio e dal tempo. E il sovrano Totka_II ne è consapevole.

«Inutile che tu perda tempo con queste schermaglie verbali, ricordati che io sono il Signore del tempo e dello spazio».

Vi è un evidente richiamo all’antico dualismo, una frattura nel tessuto connettivo dell’universo, rappresentata dal limes dell’Impero Connettivo e, per utilizzare un paragone, ricorda molto la contrapposizione tra l’apollineo e il dionisiaco, così come descritta da Nietzsche.
In Olonomico, l’alieno Totka_II incarna lo spirito apollineo, delinea algoritmi perfetti, ha una conoscenza razionale superiore a quella dei postumani ma sebbene sia una Conoscenza spropositata, quest’ultima è finita, Totka_II possiede lo Spazio e il Tempo, ha il dominio sul tempo in successione lineare ma non ha giurisdizione sull’universo dionisiaco, sulla forza vitale, sul Caos, sul tempo del mito, sulla possibilità dell’esperienza energetica totalizzante. In questo consiste la necessità di Sillax, il suo desiderio di conoscenza, il suo sentirsi incompleto, ciò che lo porterà ad abbandonare tutto, a lasciare il certo per sperimentare l’incerto e la cecità, al fine di percepire l’Indifferenziato, ciò che si trova oltre il limite del biologico.

5 commenti»

  giovanniag wrote @

Ottimo, Sandro

"Mi piace"

  X wrote @

L’opera deve persistere. E’ destinata a durare, come tutto ciò che è di valore. 😉

"Mi piace"

  Luigi Bonaro wrote @

Grazie Sandro, è un onore per me il tuo interesse per queste mie poche e umili righe, grazie per averle condivise qui su hyperhouse. Il tuo libro, come ti ho scritto, contiene a mio avviso molto di più di quanto io sia riuscito a evidenziare. Ancora complimenti,
Luigi

"Mi piace"

  zoon wrote @

grazie a tutti, vi abbraccio…

"Mi piace"

  ksenjalaginja wrote @

Un piacere leggere entrambi – go zoon go!

"Mi piace"


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

Cavallette neanche tanto Criptiche

it takes a fool to remain sane

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

J. Iobiz

Scrittore. In realtà, sono solo un personaggio di fantasia, ma di quale fantasia non ricordo più

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

Mágica Mistura✨

Uma mistura mágica de poesia, imagens, música, citações, atualidades e velharias do Brasil e do mundo,sempre com um toque de inconformismo ...

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Alessandro Giunchi

osirisicaosirosica e colori

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Paesaggi dell'Anima

Gallerie da Vinci

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: