HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per Emanuele Manco

Scrivere Fantascienza | FantasyMagazine


Su FantasyMagazine la recensione a Scrivere Fantascienza, manuale redatto con i tipi di Odoya e curato da Robert Silverberg.

Il trattato differisce un po’ dai soliti canoni manualistici, Emanuele Manco, il recensione, vi spiega perché:

Robert  Silverberg è uno scrittore del quale moltissimi appassionati di fantascienza più attempati avranno letto qualcosa. Attivo sin dalla giovane età, in questo volume si presenta essenzialmente come un appassionato, un vorace lettore che ha sentito sempre come irrefrenabile l’impulso di raccontare delle storie del genere letterario di cui è appassionato.

La prima parte di Scrivere Fantascienza è costituita quindi anche dal racconto di come un giovane entusiasta, con tutte le ingenuità dell’esordiente, si sia gradualmente trasformato in un narratore esperto. Una testimonianza che potrebbe calzare in qualsiasi realtà editoriale, fatta eccezione per i risvolti meramente economici. Se infatti tutto quanto riguarda l’apprendere come trasformare le idee in buone storie è universale, in un mercato nel quale è praticamente impossibile guadagnare abbastanza da mantenersi scrivendo la fantascienza, come quello italiano, non sono applicabili i consigli su come fare della scrittura un mestiere.

Silverberg in fondo non crede troppo alle regole e, in buona sostanza, la sintesi dei suoi ragionamenti è che scrivere è quello che rende tale uno scrittore, una parola dopo l’altra. Quello che ritengo applicabile anche alla nostra realtà, è il racconto di come in fondo se la scrittura è un esercizio solitario, non è da solitari essere uno scrittore.
La differenza sembra sottile ma è fondamentale. Silverberg racconta di come, attraverso la conoscenza di altri appassionati come lui, si sia sempre sentito parte di una comunità. Appassionati che hanno cognomi “pesanti”, come Asimov, Ellison, Dick, Heinlein o Sturgeon.

Nel mio piccolo, riconosco la sensazione. In una convention, o in una chiacchierata con altri scrittori, si ricevono, più o meno consapevolmente, stimoli a proseguire nella propria passione. Ma non tanto per effetto di complimenti o di critiche, aspre o costruttive che siano, pur importanti. È proprio l’effetto benefico dei giorni passati in vicinanza di spiriti affini a fare la differenza, a farti mettere davanti al pc sin dal giorno successivo.

Addio a Stefano Di Marino | FantasyMagazine


Su FantasyMagazine il ricordo di Emanuele Manco a Stefano Di Marino, con un editoriale che mi trova concorde su tutto. Eccolo qui sotto:

Ieri mattina come una sberla è arrivata dai social la notizia della morte dello scrittore italiano Stefano Di Marino. Si è lanciato nel vuoto alle 7:30 di ieri, dal balcone della sua casa a Milano, nel quartiere della Maggiolina, lasciando un biglietto con le motivazioni del suo gesto.

Esprimendo il mio cordoglio e la vicinanza ai suoi amici e familiari, voglio ricordare quanto Di Marino fosse “uno dei nostri”. Uno scrittore, lettore, spettatore di quella cosa brutta che gli intellettuali paludati chiamano “genere”. Thriller, spionaggio, fantascienza, fantasy, etc. etc. Una volta a un incontro mi disse che uno suo progetto personale fosse di scrivere almeno un racconto di ogni genere letterario conosciuto.
L’ho incrociato spesso in questa specie di famiglia allargata dell’editoria. Convention, presentazioni, eventi. Non potevo dirmi amico, ma di certo abbiamo parlato cordialmente tante volte. Ho sempre letto con piacere i suoi racconti, romanzi e saggi. Testimonianze di una professionalità che ho sempre considerato esemplare. Uno dei pochi professionisti veri tra noi dilettanti. Un costruttore di storie che non conosceva la pagina bianca, il cui “segreto” era quello più semplice di tutti: scrivere, scrivere, scrivere, una parola dietro l’altra. Una prolificità che lo ha reso la colonna portante di Segretissimo, con il Professionista, scritto con pseudonimo Stephen Gunn, ma anche con altre serie e altre firme, anche la sua ovviamente. Per Delos ha scritto un bel libro, Scrivere da Professionista, dove racconta il suo mestiere con umiltà, ma anche tanti racconti in ebook. Ha scritto anche romanzi fantasy, pubblicati da Urania, I predatori di Gondwana, con il suo nome, e  L’ultima imperatrice, con lo pseudonimo Jordan Wong Lee.

Al di là di tutto, dispiace che si sia perso un vero e misconosciuto gigante della nostra editoria. Un’autentica macchina da storie, frutto di un duro lavoro che però non gli è valsa la fama che avrebbe meritato, perché dedicato a letteratura considerata “povera”. Ad avercene avuti scrittori capaci come lui di non mancare una scadenza, e con la sua efficacia narrativa.

Ecco. La protervia della narrazione mainstream, con le sue pretese impossibili di verità e realtà, è tutta nell’articolo di Emanuele, che sottolinea come i potentati culturali di questo scorcio di mondo e tempo siano ormai in combutta con quelli economici, capaci quest’ultimi di dettare le loro linee editoriali rivolte al semplice, all’immediato, al se ci metto più di tre righe per esporre il concept allora non va bene, perché poi la pubblicità non attecchisce e i dividendi trimestrali agli azionisti non saranno in crescita.
Questo è il triste corollario di un mondo avvitato su se stesso, dall’orizzonte a tre mesi, che sta agonizzando sotto i colpi di un virus creato dalle sue stesse condizioni di mercato. Stefano è stato cantore e vittima di tutto ciò, forse alla fine più vittima; ora che tutto di lui è finito rimarranno, si spera a lungo, le sue opere.

Mi spiace profondamente per la sua morte…

Il nemico è arrivato – Emanuele Manco


Emanuele Manco segnala sul proprio sito ufficiale l’uscita del suo ebook per i tipi DelosDigital: Il nemico. Emanuele è conosciuto, oltre che per la sua direzione di FantasyMagazine, anche per le doti matematiche e per un certo tipo di saggistica che prende le mosse proprio dalla scienza esatta per antonomasia; qui, invece, è in una veste che ha frequentato troppo poco, e lui sa quante volte gli ho chiesto narrativa…

È un racconto di fantascienza sia militare che sociale. Il tema portante è l’immigrazione, al quale ho mescolato fonti diverse che mi piacerebbe esporvi, ma temo che possa anticiparvi troppo della trama e dei suoi colpi di scena. D’altra parte, io ho fatto la mia parte come meglio credo possibile, insieme alle editor e all’editore. Ora spetta a voi lettori giudicare se questo lavoro merita il vostro tempo e, detto pragmaticamente, i vostri soldi.

In guerra, l’arma più efficace è la parola. Il nemico è un pezzente, un immigrato indesiderato e un po’ patetico. Il nemico è un essere sconosciuto, incomprensibile e inutile. Il nemico va isolato, cacciato… a dirla tutta, va eliminato. Peccato che non sia così semplice.

Intervista su Matematica Nerd pubblicata su Letture.org – Emanuele Manco


Emanuele Manco segnala una sua intervista apparsa su Letture.org in cui discetta amabilmente – e da perfetto nerd qual è – sulla sua pubblicazione Matematica Nerd. Un estratto:

Di quale importanza è stato Alan Turing per la scienza moderna e come è stato celebrato il suo genio nella narrazione fantascientifica?

Alan Turing è stato tra coloro a cui si deve l’informatica. I nostri calcolatori sono basati in gran parte sul suo lavoro concettuale. È stato anche tra i primi a porsi domande su come potesse svilupparsi l’intelligenza artificiale. In tal senso molti suoi spunti concettuali sono entrati nella fantascienza, sia in modo cosciente, sia in modo molto spesso inconsapevole da parte degli scrittori. Il tema di come un calcolatore possa apprendere, diventando un’intelligenza artificiale, solo concettuale per Turing, è diventato quindi fonte d’ispirazione per tutti colori che hanno costruito narrazioni nelle quali le macchine sono senzienti e consapevoli di sé. Un’esplorazione del tema che non si è mai fermata, e che continua ancora oggi. Non sappiamo se alcune delle intuizioni di Turing, che era molto ottimista su sviluppi molto più rapidi della AI di quanto non siano stati, fossero solo convinzioni che si sarebbero infrante sulla realtà, o se veramente il suo contributo avrebbe fatto prendere altre entusiasmanti direzioni. La morte prematura di Turing ci ha privato di questa opportunità. Certo è che la fantascienza ha raccolto questi spunti, sia con ottimismo, sia con il pessimismo necessario a chi racconta delle storie basate su confitti. Le narrazioni quasi mai raccontano di eventi positivi, o se lo fanno cercano in questi delle ombre. Tutto il filone “uomini contro AI ribelli” è in un certo senso ispirato da questo principio.

In che modo la matematica è stata spesso fonte di ispirazione letteraria?

La fantascienza trae spesso spunto dagli sviluppi scientifici, quindi anche dalla matematica. Sia in racconti scritti da autentici matematici, come Lewis Carroll, sia da letterati come Borges, più interessati a porre l’uomo davanti a paradossi, compresi quelli della matematica. Anche in questo caso il percorso è pieno di esempi e di spunti, che ho cercato di raccogliere nel mio libro. Alcuni casi interessanti si verificano quando più che gli argomenti delle opere, sono le stesse strutture narrative, le trame in cui sono coinvolti i personaggi, a risultare ispirate a modelli e/o paradossi matematici, pur narrando delle storie realistiche. Alcuni autori sono stati capaci di dimostrare teoremi matematici in forma narrativa, con racconti e romanzi che riescono bene a mescolare le due cose. Spesso la matematica è un pretesto: uno scienziato scopre “la formula che cambia il mondo” e viene perseguitato. Non sono questi i casi interessanti, visto che non si entra veramente nel merito matematico. Più interessante il frangente in cui il paradosso si scatena in seguito a tali scoperte. Nel mio libro fornisco un percorso di letture e visioni per forza di cose parziale, per suscitare curiosità in merito e dare spunti per continuare a fruire storie ispirate dalla matematica.

Il video della presentazione di Matematica Nerd al Covo della Ladra – Emanuele Manco


Emanuele Manco posta, sul suo sito, il podcast della presentazione di pochi giorni fa del suo Matematica Nerd. Che vi allego qui sotto, matematica uber alles nelle sue forme a volte estreme, ma sicuramente affascinanti, inumane, tratteggianti universi in cui noi non ci siamo.

Presentazione di Matematica Nerd al Covo della Ladra – Emanuele Manco


Come segnalato sul suo sito, Emanuele Manco il 4 giugno alle 18.30, in diretta streaming FB, presenterà al pubblico la sua nuova fatica: Matematica Nerd. Sarà in compagnia di Carmine Treanni, direttore editoriale ed esperto di fantascienza, e Roberto Paura, curatore della collana. Ci vediamo lì?

Un aperitivo con Emanuele Manco e il fantasy | FantasyMagazine


Su FantasyMagazine la segnalazione di Un aperitivo con Emanuele Manco e il fantasy, un appuntamento multimediale milanese fissato per il 2 giugno dalle seguenti caratteristiche:

Proseguono le chiacchierate virtuali sulla piattaforma Zoom. Dopo quella con Marina Lenti e il suo saggio La metafisica di Harry Potter, tenutosi lo scorso 16 maggio, stavolta vi segnaliamo un nuovo aperitivo a tema fantasy il cui relatore sarà il nostro Emanuele Manco, curatore della nostra rivista.

Emanuele racconterà dell’impatto che George R. Martin ha avuto sul genere fantasy con la sua opera più conosciuta, la saga Il trono di spade, si soffermerà su quegli elementi di novità ha portato al fantasy e su come sia diventata una serie TV di grande successo.

Collegarsi sarà molto semplice, basterà inserite i seguenti meeting ID e password su www.zoom.us: ID: 780 6225 2001, password: 5m6sjl

Matematica Nerd: lavori in corso – Emanuele Manco


Emanuele Manco, sul suo presidio in Rete, dà notizia della sua imminente ripubblicazione – in forma rivista e ampliata – di Matematica Nerd. Vi lascio alle sue note:

Il volume sarà pubblicato in una collana di divulgazione scientifica, Megaverso. Scienza per Tutti, edita da Cento Autori, con la curatela di Roberto Paura.

La nuova versione non sarà la semplice riproposta dell’ebook di due anni fa. Nel frattempo ho recuperato e scritto altro materiale.

L’editing di Roberto mi ha fatto ampliare il materiale, con l’aggiunta di dettagli matematici non presenti sia nel libro originale che negli articoli che raccoglie. Ho inoltre rimaneggiato parecchio quanto ho già scritto e aggiunto materiale inedito. A tutti gli effetti sarà un libro nuovo, che in comune con il precedente ha l’idea di base e il titolo. In effetti il mio nome “in progress” per il libro era Matematica Nerd 2.0.

Non voglio anticipare nulla, ma nei nuovi capitoli del libro, lungo più del doppio rispetto al primo ebook, troverete collegamenti e riferimenti scientifici inaspettati. Persino il sommario e l’organizzazione dei capitoli saranno diversi.

Tolkien | FantasyMagazine


Su FantasyMagazine la recensione al film Tolkien, che vi ho segnalato pochi giorni fa. Uno stralcio:

Diverse narrazioni s’intrecciano nel film: l’esperienza sul fronte; la formazione etica, morale, universitaria e sentimentale; il devastante impatto della Grande Guerra per la generazione di Tolkien. Sia pure retto da una ricostruzione d’ambiente e da un cast convincenti, il film appare però incerto nel risultato finale.
Uno degli scopi della storia sembra quello voler raccontare quanto Tolkien fosse “predestinato” e quanto della sua vita sia entrato nell’opera. Uno scopo che verso coloro che poco o nulla sanno della vita di Tolkien.

Delos Science Fiction 206 – Distopia


Numero imponente il 206 di Delos, dedicato ai concetti distopici che attraversano l’universo SF e, soprattutto, il nostro presente. In questo contesto vorrei segnalare alcuni articolo, davvero imperdibili:

Leggete approfonditamente, è tutta salute. Grazie ancora a Carmine Treanni, il curatore di Delos.

Mareducata

Chi volete che io sia?

The Nefilim

Fields Of The Nephilim

AppartenendoMI

Ero roba Tua

AERIA VIRTUS

"L'unico uccello che osa beccare un'aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'aquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

ONLINE GRAPHIC DESIGN MARKET

An Online Design Making Site

Sanguinarie Principesse

E del viaggio nulla mi resta se non quella nostalgia. (N. Hikmet)

Cavallette neanche tanto Criptiche

Tesla Afterburner and the Infinite Sadness

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

ADESSO-DOPO

SCIVOLO.

Unclearer

Enjoyable Information. Focused or Not.

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

boudoir77

"Scrivete quel che volete scrivere, questo è ciò che conta; e se conti per secoli o per ore, nessuno può dirlo." Faccio mio l'insegnamento di Virginia Woolf rifugiandomi in una "stanza", un posto intimo dove dar libero sfogo - attraverso la scrittura - alle mie suggestioni culturali, riflessioni e libere associazioni.

MITOLOGIA ELFICA

Storie e Leggende dal Nascondiglio

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Luke Atkins

Film, Music, and Television Critic

STAMPO SOCIALE

Rivista di coscienza collettiva

La Ragazza con la Valigia

Racconti di viaggi e di emozioni.

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

TRIBUNUS

Duemila anni di Storia Romana

Dreams of Dark Angels

The blog of fantasy writer Storm Constantine

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

HORROR CULTURA

Letteratura, cinema, storia dell'horror

Oui Magazine

DI JESSICA MARTINO E MARIANNA PIZZIPAOLO

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, oppure...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

Tra Racconto e Realtà

Guardati intorno

Roccioletti

Arte altra e altrove.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: