HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per aprile 15, 2016

I vacillamenti di Cioran | La poesia e lo spirito


Per chi ama gli scritti e il pensiero di Cioran, o volesse semplicemente approfondire il cinico e lucido pensatore, un bel post su LaPoesiaELoSpirito. Un assaggio:

Nessuno come E.M.Cioran, scrittore e pensatore dal fascino contagioso, ha pugnalato con la scrittura l’essenza tragica dell’esistenza. Nessuno come lui, nel secolo scorso, si è servito del frammento per riassumere in un unico grande aforisma tutto il divenire che nelle cose mostra la sua spregiudicata metafisica. Chi è stato in compagnia di Cioran racconta che era impossibile uscire delusi da un incontro con lui.

Cioran invita il lettore a maneggiare con cura il suo pensiero dinamitardo. Siamo di fronte alla genialità di uno scettico  che si interroga costantemente. Ma abbiamo davanti anche uno scrittore  che è convinto che le grandi verità si dicono sulla soglia. «Se l’Ora del Disinganno suonasse per tutti nello stesso momento,si assisterebbe a una versione totalmente nuova sia del paradiso sia dell’inferno».

Quando scrive è consapevole di intingere  la penna nel veleno della modernità contro la quale si scaglia con le sue invettive. Quella modernità che egli definisce un disastro troppo recente che ha l’inconveniente  d’impedirci di cogliere i lati buoni  dell’esistenza. Irriverente e cinico  assiste  al declino dell’uomo  e di aforisma in aforisma costruisce  il suo pensiero sempre disseminato di dubbi e di quesiti  che hanno nell’amarezza la ragione sconfortante  del loro esistere. Nel suo ragionamento, che tende sempre allo «squartamento» della vita, ama sempre coltivare il gusto dissacrante del paradosso.  Quando scrive :« Il fatto che la vita non abbia alcun senso è una ragione di vivere – la sola del resto».

Egli è davvero un grande speculatore  che sa insinuarsi nelle pieghe più intime di quell’assurdo significante che spiazzerebbe persino il pensatore  razionale più acuto. Sono parole come queste che fanno di lui uno scrittore che si pone al di fuori  delle regole del conformismo e delle convenzioni  del pensiero.

Cioran è sempre lucido di fonte alla decomposizione delle idee. La sua intuizione aforistica ha uno scopo ben preciso: «La mia missione  è di vedere le cose quali  sono. Tutto il contrario di una missione». In tutto quello che ha scritto ha sempre fatto questo. È  vissuto nel suo tempo annotando nei suoi taccuini di perdigiorno lo scandalo del tragicomico  di un uomo insieme torturato e scettico, modesto ed esplosivo, totalmente disilluso, inesorabile e  cinico, sempre convinto che l’apparenza fosse la notte dell’anima. Di fronte alla decadenza irreversibile la sua coscienza lo obbliga a non capitolare. Affascinato da tutto ciò che è estremo, Cioran interpreta la vita e il pensiero non trascurando mai l’ironia che si nasconde  dietro l’enormità del vuoto che ammette soltanto all’eccesso del male.

Annunci

Black hat


Il cappello nasconde le dimensioni insite nella tua psiche.

Luigi Milani. Un altro futuro – Intervista all’autore | Iannozzi Giuseppe – scrittore e giornalista


Intervista a Luigi Milani, valente editor e persona squisita, nonché amico e autore raffinato. Sul blog di Giuseppe Iannozzi, qui sotto un estratto della chiacchierata.

Che cosa ha da offrire la fantascienza rispetto ad altri generi letterari, Luigi Milani? Oggi non sono pochi gli scrittori che, con cognizione di causa o no, amano contaminare i loro romanzi con degli elementi fantascientifici. A tuo avviso, questo accade solo per essere più commerciali, o c’è forse una ragione più profonda, di sostanza?

Domanda vieppiù acuta la tua, caro Beppe. Non credo che le contaminazioni cui ti riferisci rispondano tanto a logiche commerciali, anche perché la fantascienza “scritta” non è che se la passi granché bene, quanto piuttosto alla maggiore duttilità narrativa che questo genere offre rispetto ad altri. Da un punto di vista strettamente autoriale poter ricorrere a tecniche ed elementi tipiche della letteratura diciamo fantastica in senso lato offre certamente una marcia in più per sviluppare trame e storie che diversamente stenterebbero a decollare.

Caress Of The Gaze, like technological animals | Neural


[Letto su Neural.it]

Per cause e in un periodo ancora da definire che si aggira tra i sei e i due milioni di anni fa, il genere umano ha lentamente perso il pelo spesso, lungo e denso che ricopriva il suo corpo. Per proteggerci dalla nudità, dal freddo e dagli sguardi altrui, nel corso dei secoli abbiamo utilizzato una vasta serie di materiali: dalle pelli animali alle stoffe, dando vita, inconsapevolmente prima e maniacalmente poi, ad un impero economico ed artistico che nei secoli recenti abbiamo chiamato “moda”. Mentre nei primi ominidi l’abbigliamento era strettamente legato alla sopravvivenza, da un certo punto in poi della storia umana fino al raggiungimento dei nostri tempi, esso ha assunto una ricchissima importanza sociale, entrando a far parte, a pieno titolo, della cultura di un popolo o di un’epoca storica. Caress of the Gaze, opera nata dalla preziosa ricerca dell’architetto e designer Behnaz Farahi, raggiunge un livello altissimo nel dibattito già aperto della stampa 3D, delle interfacce e della tecnologia indossabile. Grazie allo studio e all’applicazione di attuatori in lega a memoria di forma (SMA) e a un esperto uso della stampa 3D, l’iraniana Farahi “riveste” la sua modella di penne artificiali, forse di aculei o squame, di una seconda pelle senziente che, imitando la reazione umana della pelle d’oca, reagisce allo sguardo altrui con un movimento tanto realistico quanto affascinante. Come un nuovo rito di accoppiamento, Caress of the Gaze respira, intercetta, si muove e vede anche cose che chi la indossa non vede. Un terzo occhio, dunque, oltre che una seconda pelle. È questo il compito della pelliccia dell’animale del futuro?

Pioggia di luce


La pioggia di luce si parzializza in frattali.

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

multa paucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Il fumetto quotidiano di Michele Nuzzi. Poche parole... solo per le opere per cui vale la pena spenderle... Sponsored by CSBNO

Il Caos dentro

...che genera una stella danzante

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

PERDERSI TRA LE EMOZIONI DEI BORGHI ITALIANI

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 27 y/o ♍

✏Drawings are the window to the soul 📚Book cover artist @edizioniunderground/@edizioniopen 🌋Sicilian blood ♥Goth lover 📨evelynartworks@virgilio.it 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

Sabbiature Magazine

Società, costume, cultura

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, studi tradizionali, antropologia del sacro, storia delle religioni, folklore, esoterismo.

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

patrizia arcari

LIFESTYLE BLOG - appunti e brevi considerazioni su economia circolare, slow life, trasporto sostenibile, cucina del riuso e ... quantistica

PAROLE LORO

"L'attualità tra virgolette"

Ottobre

Giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: