HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per maggio 23, 2014

Corpi spenti: input #0 | Holonomikon


David Bowie, Ekeberghallen, Oslo, Norway

Quali sono le fonti di ispirazione di Corpi spenti, il nuovo romanzo di Giovanni “X” De Matteo che sta uscendo su Urania? Ce lo spiega l’autore stesso in questo post, che segue la sequenza di informazioni relative all’ambientazione e al corpo narrativo espresse nello scritto uraniano.

Il ciclo di articoli che inauguriamo oggi nasce quindi per offrire un risarcimento morale ai lavori che hanno esercitato un’influenza determinante su questo romanzo. Ci concentreremo sugli input provenienti da libri, cinema, arte e musica. Partendo con una canzone.

Chi se non David Bowie? Stavolta con un pezzo tratto dal suo album più distopico, non a caso fortemente influenzato dal 1984 di George Orwell. Ascoltiamoci Diamond Dogs.

Enhanced by Zemanta

Gesto gentile


Il dono di un fiore frattale per esercitare ogni arte interiore ed estetica, la gentilezza di veder espandere senza soluzione di continuità il gesto.

“PARTITA DI ANIME” ALL’ITALCON, CON GIOVANNI DE MATTEO | Giovanni Agnoloni – Writing and Travelling


Domani 24 maggio, alle ore 15,30, presentazione di Partita di anime (Galaad Edizioni) presso il Centro Congressi Europeo, nell’ambito dell’ItalCon a Bellaria (convention italiana della fantascienza – e non solo), con Giovanni “X” De Matteo, co-fondatore del movimento connettivista. De Matteo che, in precedenza, avrà presentato il suo Corpi spenti in uscita il mese prossimo per Urania. Intervenite numerosi, l’evento è ghiotto!

T H E : N e X T : S T A T I O N | Filippo Radogna


Racconto di Filippo Radogna in uscita su NeXT-Station. Parliamo di Il Patriarca della Luce, un new-weird che affonda le sue radici nel Fantastico più canonico e che, a sorpresa, ci getta nel futuro remoto. Da non perdere.

Nella nebbia, il sangue colava copioso e denso dal corpo straziato e fradicio.
La Torre consacrata alla Cometa dei Titani era stata eretta con blocchi di inalterabile roccia spenta, dello stesso colore grigio fumo che connotava gli edifici della città. Il Patriarca era infilzato sulla punta protesa al cielo della Croce del Cosmo, che svettava sulla sua terrazza. Passai lieve la punta dell’indice su un ampio squarcio sul quale la materia rappresa formava rivoli vermigli.
Sempre più spesso i popolani mi facevano presente– e sapevo che lo stesso succedeva a ogni altro seguace dell’Ordine Esoterico – la loro invidia per il libero accesso che avevo a quel terrazzo, da cui si poteva spingere lo sguardo intorno alla città, per chilometri e chilometri. E io mi sforzavo di non ripetere ogni volta che tutto ciò che si vedeva era un’interminabile, ondulante distesa di nebbia. Ma forse quello che mi invidiavano davvero era che un giorno sarei stato il primo a vederla diradarsi, affievolirsi e infine dissolversi. Era per quel motivo, credo, che io e gli altri adepti sceglievamo regolarmente quel luogo, pur deprimente com’era, per meditare e talvolta perfino per conversare. La loro speranza era anche la nostra, sebbene nessuno di noi avesse mai osato affrontare l’argomento, né tantomeno l’aveva fatto il mio Maestro – finché aveva potuto.

Il nuovo corso di Kipple ∂ Fantascienza.com


[Letto su Fantascienza.com]

Kipple Officina Libraria è una realtà editoriale che percorre il territorio della fantascienza, e più estesamente dell’arte, alternativa, fin dal 1995 quando Lukha Kremo Baroncinij — ora Lukha B. Kremo — l’ha fondata. La sua storia è costellata di riconoscimenti, il più eclatante riguarda la fanzine Avatar che ha vinto il Premio Italia nel 2003 e in quello stesso anno e nel 2002 l’ha vinto per il miglior saggio su rivista non professionale.

Nel 2010 la prima rivoluzione all’interno della casa editrice, con l’ingresso di Sandro “zoon” Battisti e Francesco Verso nella line-up editoriale, con l’aggiunta successiva di Luigi Milani come Ufficio Stampa. Ma da un po’ di mesi, fino alla fine dell’anno scorso, la bassa densità di uscite editoriali, limitate al Premio Kipple e ShortKipple, relegava la casa editrice in un angolo di poca visibilità, nonostante fosse stata nel dicembre 2010 la prima realtà a vendere più ebook che cartacei, raggiungendo poi nello stesso mese dell’anno dopo la quota di ben 1000 pubblicazioni digitali vendute.

La line-up della casa editrice ora si è stabilizzata, con l’uscita di Francesco Verso e con l’ingresso di Ksenja Laginja, addetta alle comunicazioni, e di Roberto Bommarito, come redattore del blog KippleBlog.blogspot.com, l’entusiasmo è tornato alle stelle e, con esso, le uscite editoriali. Alessandro Manzetti con Malanima, raccolta di noir estremamente malati uscito per la neonata etichetta k_noir, ha segnato il nuovo corso in febbraio, mentre sono in preparazione le uscite di Parigi Sud 5, uno spin-off anomalo di Caleb Battiago proveniente dal mondo perverso di Naraka, e di Danilo Arona, con L’ombra del dio alato, saggio a 360° su Pazuzu, nell’ambito di una nuova etichetta esoterica ed esotica dal nome che è tutto un programma, label che si aggiungono alle già conosciute Avatar e Capsule.

Il Connettivismo non sarà dimenticato, perché nei prossimi mesi sono previsti nuovi annunci, mentre il Premio ShortKipple e Kipple riserverà splendide sorprese poiché i vincitori dei due premi sono davvero delle ottime penne; anche la poesia avrà il suo giusto posto nel palinsesto Kipple del resto dell’anno.

Tutto ciò per sottolineare che la redazione Kipple è estremamente contenta del nuovo corso che si sta concretizzando e vuole far sapere a tutti i suoi lettori, vecchi e nuovi, che il brand Kipple ha già ripreso, con rinnovato vigore e freschezza — come mai prima — il suo posto tra le case editrici alternative italiane, forte dei media digitali ePub e Mobi. KeepTalking!

Enhanced by Zemanta

“TOMMY”, OPERA ROCK DEI THE WHO » PostPopuli


Su PostPopuli un bell’articolo incentrato sugli Who e sulla loro opera più celebre: Tommy. Parliamo di un disco della fine dei ’60, rafforzato un lustro dopo dall’interpretazione cinematografica di Ken Russell, che ricordo di aver visto più di trenta anni fa e che ha lasciato il segno sull’adoloscente che ero, uno dei primi mattoni a forgiare la mia sensibilità. Vi incollo, qui sotto, un estratto dal post:

Il 23 maggio 1969 uscì in Gran Bretagna uno dei lavori più importanti nella storia del rock: Tommy dei The Who. A testimonianza di quanto questo progetto fosse ambizioso nei suoi propositi, ci sono le dichiarazioni dell’autore, risalenti a ben otto mesi prima dell’uscita del disco: “C’è un ragazzo sordo, muto e cieco che vede le cose come vibrazioni, che noi [il gruppo] traduciamo in musica. Questo è quello che vogliamo fare: creare quella sensazione per cui chi ascolta la musica può prendere coscienza del ragazzo e di quello che gli sta intorno, perché siamo noi a crearlo mentre suoniamo”.

La dichiarazione di Pete Townshend, chitarrista e mente dei The Who, è forse un po’ contorta, e anche la storia è in effetti poco lineare. Come giustamente notava il bassista John EntwhistleTommy in realtà è un’associazione di idee. Ma funziona incredibilmente. Prima di parlare della storia, dobbiamo notare un fatto: che un disco contenga una storia è una novità per l’epoca. In Sgt. Pepper dei Beatles c’era un filo conduttore, ma non una vera e propria narrazione. Townshend usa la parola “opera” nell’intervista citata del 1968, e in effetti si dice che questa è la prima “opera rock” della storia, con tanto di ouverture e leitmotiven. Non proprio la primissima, in verità: c’erano stati dei tentativi precedenti, ma qui siamo su altri livelli.

Enhanced by Zemanta
Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

Nebulaspage.org

- daily thoughts around various topics to go. (universal)

Eleonora Zaupa • Writer Space

Una finestra per un altro mondo. Un mondo che vi farà sognare, o...

Through the Wormhole

“Siamo l’esperimento di controllo, il pianeta cui nessuno si è interessato, il luogo dove nessuno è mai intervenuto. Un mondo di calibratura decaduto. (…) La Terra è un argomento di lezione per gli apprendisti dei.” Carl Sagan

AI MARGINI DEL CAOS

un blog di Franco Ricciardiello

COINCIDENZE

Non siamo soli

Roccioletti

Arte altra e altrove.

La Nuova Verde

Protolettere, interpunzioni grafiche e belle speranze

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

Novo Scriptorium

ἀνθρώποισι πᾶσι μέτεστι γινώσκειν ἑωυτοὺς καὶ σωφρονεῖν.

Arte Macabra

per gli amanti del macabro e del grottesco nell'arte moderna

CineFatti

Almeno un film al giorno, come il caffè.

Alessandro Rolfini

ESPLORA L’AVVENTURA

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

L'edera

e le altre poesie in ordine sparso by MerMer

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

anche-ombre

percorsi ombreggiati, riflessioni esauste, alcooliche, liberatorie

Giacomo Ferraiuolo

Avevo un sogno e l'ho realizzato.

- GIORNALE POP -

Per informarsi su fumetti, film, serie tv, cartoni, musica e tutto ciò che è pop

Inchiostro e Sanguenero

È impossibile non comunicare. (Primo assioma della comunicazione. Scuola di Palo Alto)

Stregherie

“Quando siamo calmi e pieni di saggezza, ci accorgiamo che solo le cose nobili e grandi hanno un’esistenza assoluta e duratura, mentre le piccole paure e i piccoli pensieri sono solo l’ombra della realtà.” (H. D. Thoreau)

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

MultaPaucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Francesca Di Meo

Rosa Francesca Di Meo. Ua poetessa ,tra Spleen, Horror e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Best Comics & Graphic Novels / I fumetti da leggere almeno una volta nella vita. Sponsored by CSBNO

La Via del Caos

Cambiare il modo di vedere il mondo per migliorare sé stessi

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

il blog di Gaetano Barreca

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: