HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

Archivio per giugno 27, 2018

Premio Odissea IX Edizione: il vincitore | Fantascienza.com


Su Fantascienza.com la segnalazione del vincitore del IX Premio Odissea, indetto da Delos Digital ogni anno e riservato a romanzi di Fantascienza. Il vincitore, anzi i vincitori, sono Emanuele Boccianti e Luca Persiani, che con Futuro invisibile hanno convinto la giuria; inoltre, la stessa giuria fa i complimenti anche agli altri finalisti, ovvero Karma City Blues di Giovanni De Matteo, Korchin e l’odio di Lukha B. Kremo, Zona d’ombra di Matteo Barbieri e Il viaggio di Lea di Giorgia Simoncelli. I primi due, Karma City Blues e Korchin e l’odio, saranno pubblicati in autunno in Odissea Digital Fantascienza.

Complimenti ai vincitori e complimenti anche ai finalisti, romanzi che personalmente fremo già di leggere.

Annunci

Feltrinelli presenta “Orrore” | HorrorMagazine


Su HorrorMagazine la segnalazione di un nuovo romanzo per Pietro Grossi, Orrore. La sinossi è molto intrigante, vi lascio alle sue note che avvinghiano, molto.

Tutto ha inizio con una casa nel bosco. Una casa apparentemente abbandonata. Al suo interno, polvere e muffa dappertutto, a eccezione di alcuni angoli lindi e scrupolosamente ordinati. E poi una maschera demoniaca di cartapesta, il disegno di un bambino che sembra appeso al frigo da qualche giorno soltanto, forniture ospedaliere. Al piano superiore, una maschera ancora più inquietante, ricavata da una tanichetta opaca. L’intera casa urla che qualcosa di sinistro accade fra quelle mura, ma cosa? Il protagonista e sua moglie sono appena rientrati in Italia per Natale: vivono a New York, e da poco è nato il loro bambino. Sono immersi nell’atmosfera morbida di quei primi mesi e approfittano delle vacanze per rivedere i vecchi amici. È allora che, seduti al tavolo di un ristorante, Diego e Lidia raccontano loro della misteriosa casa. Lui in particolare li ascolta con attenzione: è uno scrittore in cerca di storie e viene subito attratto dalla possibilità di trovare materia per un romanzo. Durante le vacanze il pensiero torna continuamente alla casa, perciò – quando è il momento di rientrare negli Stati Uniti – la moglie gli propone di restare, da solo, a fare qualche ricerca. Accettando, lui progetta di prendersi giusto un paio di settimane. Ma quel mistero è così inesplicabile, qualcosa lo attrae così visceralmente, che il tempo e le distanze – la distanza dalla sua famiglia, ma anche quella dal se stesso che credeva di conoscere – si spalancano. Gli appostamenti davanti alla casa diventano infatti – giorno dopo giorno, notte dopo notte – qualcos’altro, come se lo sguardo si spostasse dall’esterno al centro di sé.

La crime fiction | SherlockMagazine


Su SherlockMagazine la segnalazione di La crime fiction, saggio a cura di Stefano Calabrese e Roberto Rossi.

L’operazione è quantomai ambiziosa: rinchiudere la storia della crime fiction dalle origini a oggi, a livello planetario, e sfiorando anche pittura, fotografia, cinema e serie tv, in 140 pagine. E devo proprio dire che gli autori hanno fatto un egregio lavoro. Anche la bibliografia è di tutto rispetto.

Il volume, prevedibilmente e giustamente, percorre la storia canonica del genere: da Moll Flanders a Poe a Sherlock Holmes ad Agatha Christie, fino ad arrivare all’hard-boiled, a Patricia Highsmith, a Montalbano. Il tutto condito dalle ricette del successo – le abilità del detective, la serializzazione, la modernità, il mind reading, l’applicazione delle teorie sul doppio – fino a includere temi razziali, lo psichothriller, la realtà aumentata. Qualcosa in più forse si sarebbe potuto dire su come siano cambiati nel tempo la percezione della scena del crimine, il metodo scientifico e i rapporti tra fiction e forensics, almeno per spiegare perché mai da un certo momento in poi si sia abbandonato il termine detective fiction per l’attuale crime fiction. Ma questo, forse, sarà un altro libro.

D Editore – Promozione fulminante per festeggiare i 5.000 like su FaceBook


D Editore fa una promozione eccezionale: su tutto il catalogo, fino al 30 giugno, sconto del 25% per festeggiare i 5.000 like su FacciaLibro. Approfittatene, Datacrazia è soltanto l’ultimo di una serie di titoli estremamente interessanti, che vanno dall’Architettura al Transumanesimo, fino a indagare appunto gli strali dell’attuale controllo sociale. Quelli della D Editore sono tipi molto, molto in gamba. E fighi…

Cos’è, e come funziona, la propaganda coi meme? | L’indiscreto


Su L’Indiscreto un lungo articolo per esplorare il mondo dei meme. Un estratto significativo, non esaustivo:

Si può dire in origine, che quando i meme sono nati non ci fossero attribuzioni politiche. I meme erano di tutti, inoltre in quell’epoca la destra era in buona parte estranea a questi linguaggi. Ma la situazione era destinata a ribaltarsi repentinamente, il rush vero e proprio c’è stato durante la Great Meme War, che ha riscritto la storia dei meme su internet. Allora molte communities edgy legate all’Alt-right sono diventate le più influenti nella cultura memetica. A quel punto in modo quasi automatico le istanze di sinistra sono state delegittimate in questo contesto, come dimostra anche la creazione del meme The Left Can’t Meme, che rappresenta l’idea – ormai diffusa – che le sinistre siano intrinsecamente meno adatte a usare l’ironia, o comunque che non ne siano più capaci, essendo così titubanti a forzare il politicamente corretto, alieno a questo tipo di linguaggio. #MEMEPROPAGANDA si pone l’obiettivo di intervenire direttamente in questo dibattito, e visto che lo sguardo del papero sembra sempre più attratto dai flutti lutulenti, provo a risvegliare la sua attenzione chiedendogli in che modo intenda farlo.

“Noi ci riconosciamo in quella fazione che in qualche modo si ispira alla cultura wholesome, quella dei meta-meme che finiscono bene… Ti faccio un esempio, pensa a quel meme in cui c’è un robottino che guarda una cometa – è un meme tipicamente incel – e dice “I Want a girlfriend”; la trasposizione wholesome di questo meme è il robottino che vede la cometa ed esclama ‘Wow, una cometa!’ Ovviamente è un meta-meme, ne ridi solo se conosci la cornice. La cultura wholesome è una delle risposte della sinistra. Gli edgy si arrogano il diritto di dichiarare la morte dei meme, per esempio l’hanno fatto con SpongeBob, hanno visto che SpongeBob era entrato nel mainstream e l’hanno dichiarato morto. Gli wholesome tentano di combattere questa tendenza. Poi ci sono altre correnti a cui noi facciamo riferimento, per esempio la community di Discord di Gondola (Discord è una app che funziona come una sorta di evoluzione delle chat, all’inizio era usata dai gamers, poi è divenuta un luogo per organizzarsi fuori dai social network). Gondola è un meme character vissuto come anti-Edgy (quindi semplificando forse si potrebbe dire erede, come tendenza, della Tumblr-Left), il cui Discord vede come admin Seong-Young Her, il fondatore di The Philosopher’s Meme. Gondola non è famoso ma è comunque già antitetico a Pepe – che viene ricordato principalmente per aver portato sui media una narrazione di destra. Gondola al contrario è un paladino di chi va contro l’elitismo memetico, la sua missione è quella di portare avanti un messaggio anche quando diventerà mainstream. Quello che Seong sostiene è che Gondola non potrà morire, perché per gli wholesome i meme non muoiono, sono veicoli di un messaggio e se quel messaggio è forte può sopravvivere anche nella cultura mainstream.”

L'occhio del cineasta

La porta su un'altra dimensione

La Sindrome del Colibrì

The more you know, the less you fear (Chris Hadfield)

Terracqueo

multa paucis

Il maestro dei sogni

"Tutti siamo fatti della stessa sostanza dei sogni"

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Fantasy al Kilo

L'osteria del Fantasy e Sci-Fi

Medio Oriente e Dintorni

Storie, cultura e sport dal Medio Oriente e e Dintorni

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

ˈGŌSTRAK

In Absentia Lucis Tenebrae Vincunt

PostScripts

Il Blog di Francesca Sabatini

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

BREAKFAST COMICS

Il fumetto quotidiano di Michele Nuzzi. Poche parole... solo per le opere per cui vale la pena spenderle... Sponsored by CSBNO

Il Caos dentro

...che genera una stella danzante

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

3... 2... 1... Clic!

E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier-Bresson)

B-Movie Zone

recensioni di film horror, thriller, gialli, poliziotteschi, sci-fi, exploitation, erotika

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

VOCI DAI BORGHI

PERDERSI TRA LE EMOZIONI DEI BORGHI ITALIANI

Duplex Ride

electronic music & video

di Ruderi e di Scrittura

Storie della trazione popolare italiana

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

francesca del moro

La differenza tra prosa e poesia è che la prosa dice poco e ci mette molto tempo, la poesia dice molto in pochissimo tempo. C. Bukowski

Istanze & Fantasmi

poesie seminate, di Martina Campi

Astro-Sirio

Astra inclinant non necessitant

The Twittering Machine

Racconti di fantascienza (e altro) di Piero Schiavo Campo

Quel cinema invisibile...

Cinema was made to reunite the Visible and the Invisible

Il Calamaio Elettrico

Versi di Mauro De Candia e influenze varie

ON THE ROAD

Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti

Evelyn 🇮🇹 27 y/o ♍

✏Drawings are the window to the soul 📚Book cover artist @edizioniunderground/@edizioniopen 🌋Sicilian blood ♥Goth lover 📨evelynartworks@virgilio.it 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Sull'amaca blog

Un posto per stare, leggere, ascoltare, guardare, ricordare e forse sognare.

Sabbiature Magazine

Società, costume, cultura

A X I S m u n d i

Rivista di cultura, studi tradizionali, antropologia del sacro, storia delle religioni, folklore, esoterismo.

Chiara Prezzavento

editing, scrittura, lettura

patrizia arcari

LIFESTYLE BLOG - appunti e brevi considerazioni su economia circolare, slow life, trasporto sostenibile, cucina del riuso e ... quantistica

PAROLE LORO

"L'attualità tra virgolette"

Ottobre

Giornale dei lavoratori

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: